Perché Siamo Soggetti Alla Stanchezza Di Primavera E Come Possiamo Affrontarla? La Natura In Fiore Accende Nuove Energie, Quindi, Adesso Ti Suggerisco Come Approfittare Della “Piena Primavera” Per Stimolare La Rigenerazione Cellulare E Non Solo …

La Stanchezza Di Primavera è dovuta alle sollecitazioni del risveglio, infatti,  aprile è il mese che segna il culmine della rinascita: la terra, l’aria e l’acqua, pervase dalla forza fiorile, attraversano una fase di intensa sollecitazione. Così accade anche nel corpo, in particolare nel sistema ormonale e nei tessuti muscolari che ora hanno bisogno di nuovo carburante per poter affrontare in salute la stagione del risveglio.

 

Stanchezza Di Primavera … Perché?
Gli Ormoni In Fermento Alterano I Ritmi Vitali

I mesi primaverili riempiono l’atmosfera di polline e di ormoni vegetali, che altro non sono che l’energia erotica della pianta.

La natura, ad aprile, vive infatti una sorta di eccitazione generale che ha come obiettivo la fecondazione e la riproduzione delle specie.

Così la forza fiorile che impregna l’aria, la terra e tutti gli esseri viventi, “contamina” anche il corpo umano, sollecitando e talora alterando l’assetto ormonale: questo subbuglio si manifesta con mestruazioni più lunghe o più corte, perdite inframestruali, modificazione della libido o accentuazione dei sintomi della menopausa.

 

Il Consiglio

Per regolarizzare il ciclo e modulare al meglio la risposta ormonale sono ottime le insalate di erbe selvatiche condite con fiori e olio di borragine, una  delle piante primaverili più ricche di fitormoni.

Per le donne di ogni età, comprese quelle in menopausa, è poi prezioso l’olio di legno di rosa, ottenuto dalla distillazione dei rami di una pianta amazzonica: massaggiata sul corpo o diffusa nell’ambiente, questa fragranza tonifica il sistema neuroendocrino e allevia i disturbi collegati ad eventuali squilibri ormonali.

 

Stanchezza Di Primavera …Perché?
I Muscoli Sono Doloranti
Perché Sono Pieni Di Scorie

Il ricambio tissutale e il rinnovamento cellulare che avviene regolarmente nel nostro corpo, ad aprile hanno un riscontro anche nella natura che ci circonda: infatti è soprattutto in questo mese che gli alberi producono nuovi germogli, dalle erbe dei prati sbocciano fresche corolle, la vecchia corteccia dei tronchi cade a terra per lasciare posto al tenero legno primaverile.

Anche i muscoli e il tessuto connettivo sono coinvolti da questo profondo processo di ricambio ma, se sono ancora intasati dalle tossine dei mesi freddi, rischiano di infiammarsi e di diventare doloranti.

 

La Soluzione

Per nutrire e tonificare i muscoli è il momento di attingere alla forza dei legumi.

Sono perfetti, a tale scopo, i lupini, che posseggono un’ottima fonte di ferro, potassio e vitamina B1, che favorisce la trasformazione dei carboidrati in energia muscolare. E se, a causa degli sbalzi di clima e qualche sforzo fisico eccessivo, ci si sente fisicamente stanchi e si risvegliano dolori e vecchie contratture, non c’è nulla di meglio dell’olio di noce moscata: cura anche stappi e accumuli di acido lattico.

 

[bullet_block large_icon=”66.png” width=”” alignment=”center”]

  • Cosa Succede Nel Tuo Corpo Ormoni E Muscoli Sono I Motori Della Rinascita …

[/bullet_block]

 

Ora Rischi Di Perdere Il Ritmo

La sindrome di primavera porta con sé una debolezza che “sballa” il sistema endocrino e abbassa il livello energetico.

Fin dall’antichità ci si preparava al mese di aprile con rituali corporei depurativi e con l’assunzione di rimedi che avevano lo scopo di far entrare al meglio la persona in questa fase dell’anno.

Qualche decennio fa furono scoperte le vitamine e i sali minerali per affrontare e prevenire la stanchezza di primavera. Una stanchezza che potrebbe apparire paradossale, visto che in questo periodo tutta la natura  va incontro alla rinascita e sprigiona un’immensa energia.

Eppure sembra quasi che il nostro corpo faccia fatica a star dietro a questa vitale trasformazione, al punto che, quando dobbiamo rinascere, sentiamo tutto il contrasto fra la vita nella quale siamo immersi (spesso stressante) e la grande richiesta energetica che la natura ci richiede.

È da questo contrasto che nasce la tipica spossatezza primaverile. Per evitare i cali di tono è dunque necessario agire a due livelli: endocrino e muscolare.

 

Il Sistema Ormonale Deve Mantenere Alto Il Livello Di Energia Vitale

Gli ormoni sono molecole energetiche che hanno lo scopo di dare vigore ai tessuti e di mantenere un metabolismo adeguato.

Ci aiutano a riconfermare ogni giorno la nostra identità e unità corporea e al contempo a rigenerarla di continuo.

Gli ormoni rappresentano la forza e la capacità di rinascita, e in tal senso sono in forte analogia con quanto avviene nell’esplosione primaverile.

Si comprende perciò come sia fondamentale in questo periodo rinforzare l’apparato endocrino nella sua interezza.

Poiché esso però è dislocato in vari punti dell’organismo (ipofisi, tiroide, testicoli, ovaio, ghiandole surrenali), il modo migliore non è quello di agire su ognuno di questi organi, ma di fornire al corpo delle sostanze naturali che, purificando il sangue, permettano a ogni singolo ormone di esplicare al meglio la sua funzione.

 

Stanchezza Di Primavera
Ecco Come Affrontarla

Dopo la stasi invernale i muscoli vanno rinforzati e rigenerati. Se gli ormoni sono il simbolo delle energie della trasformazione, i muscoli rappresentano, in modo ancora più concreto, la manifestazione e la realizzazione di queste energie: con il movimento essi le portano nella realtà, le traducono in azione.

Noi sappiamo che ciò avviene in ogni momento della nostra vita, ma sappiamo anche che il corpo vive i suoi organi in modo diverso, più o meno intenso, a seconda dei periodi dell’anno e delle situazioni in cui si trova.

La primavera perciò, momento nel quale la natura “si muove” e si manifesta, li chiama in gioco in modo particolare.

Per sostenere la voglia di rinascita, dobbiamo percepire una prontezza muscolare ed anche una certa resistenza.

Cosa non ovvia, soprattutto per chi durante l’inverno si è trascurato, magari lavorando troppo, con molta tensione, in modo sedentario.

 

[bullet_block large_icon=”66.png” width=”” alignment=”center”]

  • È soprattutto al cambio di stagione che i muscoli diventano doloranti e ci fanno apparire atonici e stanchi. Per risolvere questo problema leggi anche le prossime guide …

[/bullet_block]

 

Leggi Anche:

► Come Prevenire La Stanchezza Primaverile

► Stanchezza Primaverile

► Come Affrontare L’Esaurimento Nervoso Di Primavera

 

A Dopo Con La Prossima Guida! 🙂