Ritenzione Idrica Cosce E Glutei

Ritenzione Idrica Cosce E Glutei

Ritenzione Idrica Cosce E Glutei? Devi Combattere La Stasi Linfatica …

Ritenzione Idrica Cosce E Glutei è il risultato di una circolazione affaticata e un rallentato smaltimento delle scorie che sono all’origine dei gonfiori che appesantiscono gli arti inferiori e sono l’anticamera della cellulite.

Il tuo successo arriva semplicemente mangiando tuberi, radici depurative e con un frutto tropicale.

La Ritenzione Idrica Cosce E Glutei, quindi, concentrata nella parte bassa del corpo, con i liquidi che tendono a ristagnare a livello di glutei, cosce, gambe e caviglie, è sicuramente la forma di ritenzione più diffusa.

Essa è favorita dallo stare in piedi o seduti per periodi prolungati durante il giorno ed è aggravata dall’insufficienza venosa e linfatica.

Sintomi frequenti sono la pesantezza e il dolore alle gambe, che aumentano con il caldo e peggiorano nel pomeriggio e verso sera.

Segui i consigli che ti propongo per una settimana e vedrai che il gonfiore si ridurrà e l’ago della bilancia si sposterà a sinistra …

 

Cibi Da Mangiare E Cibi Da Evitare
Per Vincere La Ritenzione Idrica Cosce E Glutei

 

Cibi Sì:

Per eliminare e ridurre la Ritenzione Idrica Cosce E Glutei, che rappresentano la parte di contatto con la terra, è utile una dieta a base di radici e di verdure che crescono nel sottosuolo come:

  • cipolla
  • barbabietola
  • ravanello
  • rapa
  • carota
  • asparago
  • topinambur
  • patata
  • zenzero

Molto raccomandate anche le alghe, che si sviluppano sui fondali marini e che grazie al loro contenuto di iodio, ferro, calcio, magnesio, aiutano il ricambio cellulare e favoriscono lo smaltimento delle scorie attraverso la diuresi e la sudorazione.

Le alghe hanno un’azione stimolante sulla tiroide e sul metabolismo, solitamente lento in chi soffre di ristagni nella parte bassa del corpo.

 

Cibi No:

Il sale e tutti gli alimenti molto salati (cibi in scatola, salumi, dadi, grana, formaggi stagionati, salse tipo ketchup) che creano tossine e aggravano la ritenzione di liquidi.

Il Tuo Menu Rimodellante

Ti propongo uno schema alimentare drenante e depurativo da seguire 1-2 volte la settimana.

Questi tre pasti possono essere alternati a spuntini di frutta, yogurt e centrifugati.

Colazione:

3 fette biscottate con 1 cucchiaio di miele d’acacia + una tazza di tè verde.

Pranzo:

1 patata, 2 carote e 4 asparagi. Lava e taglia a pezzi e cuoci a vapore o lessa in acqua salata. Terminata la cottura, fai saltare il tutto in padella con ½ cucchiaio di olio extravergine di oliva e un rametto di rosmarino per 5 minuti. Oppure si può usare un pizzico di alghe kombu essiccate.

Cena:

Eccezionale un minestrone preparato con una tazza di semi di soia (azuki), un gambo di sedano, due carote e una cipolla + 60 g di ricotta fresca (meglio se di capra) cosparsa con un cucchiaino di erba cipollina fresca tritata.

 

Ti È Piaciuta Questa Guida Fino A Qui? Allora Condividila Subito Con I Tuoi Amici. Grazie!

 

La Tisana Che Vince I Ristagni

Per drenare i liquidi nelle parti “basse” si ricorre nuovamente all'azione della parte più “bassa” della pianta, ossia della radice.
Fai bollire in 250 ml di acqua per 5 minuti un cucchiaio di una miscela costituita da radici di bardana (20g), gramigna (20g), tarassaco (20 g) e liquirizia (10g) e lascia in infusione per 10 minuti. Filtra e bevi al mattino a digiuno per un mese.

Il Rimedio Omeopatico

Ti serve Pulsatilla 4 CH (3 granuli 2 volte al giorno per 2 mesi): è utile soprattutto nella donna con gonfiore alle gambe aggravato dal caldo. Pulsatilla si può associare a Hamamelis virginiana, 5 CH (2 granuli 2 volte al giorno lontano dai pasti per 2 mesi). L’Amamelide ha un’azione decongestionante, attiva la circolazione venosa, drenante delle vene e del tessuto connettivo.

Il Linfodrenaggio Fai Da Te

Per riattivare il drenaggio venoso e linfatico dalle gambe, è utile il massaggio ogni sera con 2 gocce di olio essenziale di ginepro, 2 di betulla e 2 di cipresso in due cucchiai di olio di jojoba.

Il massaggio va fatto preferibilmente prima di andare a letto, partendo dalle caviglie e risalendo all'attaccatura delle cosce, massaggiando in senso circolare fianchi e glutei.

L’Integratore Anti Liquidi

Il tuo alleato è l’Ananas sotto forma di estratto secco. Chiedi in erboristeria capsule da 800 mg e assumine una al giorno mezz’ora prima dei pasti principali. L’ananas è utile, anche se la ritenzione idrica è associata a cellulite. La cura può proseguire anche 2-3 mesi.

 

Il Corso Inizia Qui:

► 1) Ritenzione Idrica

2) Ritenzione Idrica Cosce E Glutei (Questa è la guida che stai leggendo).

 

Il Corso Continua Qui:

► 3) Ritenzione Idrica Pancia

► 4) Ritenzione Idrica Viso e Braccia

► 5) Ritenzione Idrica Corpo

 

A Domani Con La Prossima Guida! 🙂