Mal Di Testa: Come Liberartene Finalmente!

Mal Di Testa

Il Mal Di Testa Ha Origini Psicosomatiche Per Il 90% Dei Casi E Solo Il Restante 10% È Causato Da Problemi Organici. Affronta Adesso Le Principali Cause Con Le Relative Soluzioni, Liberandotene Per Sempre!

Massimo, ho mille pensieri che mi attanagliano e il Mal Di Testa non tarda ad arrivare. Più pensieri e più Cefalea, perché? La testa è intesa da sempre come luogo e contenitore della coscienza, cioè della capacità di conoscere il mondo che ci circonda e noi stessi. È infatti la sede principale di quell’attività che chiamiamo pensiero, immaginazione, ragione.

Nel cercare l’origine del mal di testa si deve quindi partire da questa constatazione simbolica fondamentale: il disturbo colpisce la sede del pensiero. Come mai?

All’origine della cefalea, nella stragrande maggioranza dei casi, vi è un intasamento di pensieri, di rimuginamenti, di idee fisse: recenti ricerche scientifiche rivelano, infatti, che il mal di testa ha cause organiche solo nel 10% dei casi. Il restante 90% delle cefalee va dunque ricondotto a motivi di tipo psicosomatico, che spaziano dallo stile di vita al modo di alimentarsi, dall’abitudine a trattenere le emozioni alla tendenza a non cedere mai agli istinti nei rapporti con gli altri, nell’eros, nei momenti di “stacco”, come per esempio il weekend.

In tutti questi casi, è stato provato che i farmaci hanno poco successo ed anzi, hanno ricadute pesanti come ulcera, depressione, insonnia.

Ancora una volta la Natura ci dà una mano, senza effetti collaterali.

 

Il Significato Della Cefalea
Il Dolore Al Capo Ti Dice: “Stacca La Spina”

Mal Di Testa

Alla radice della cefalea vi sono emozioni da cui si vuole prendere distanza come sensi di colpa o libido repressa.

È significativo che il più delle volte, in preda a un attacco di cefalea, la nostra attività mentale si trovi a essere inibita alla radice: con il mal di testa, infatti, tendiamo a isolarci e pensare sembra farci male.

In realtà attraverso la cefalea esprimiamo il desiderio di evitare pensieri troppo invadenti o che ci possono turbare.

A volte non si vuole affrontare una situazione che ci disturba, o vogliamo nasconderci di fronte a qualcosa che sta dentro di noi e che ci mette in crisi.

La causa può essere anche l’aggressività che non scarichiamo oppure dei sensi di colpa che ci assale al punto da irrigidire in una morsa i muscoli del collo e della nuca.

È la sessualità, infine, a occupare un ampio spazio nella genesi delle cefalee: reprimere la libido, soffocare il mondo istintuale per sublimarla in frenetiche azioni sostitutive, può condurre a scompensi emotivi che si manifestano poi, sul piano fisico, con la cefalea.

 

I Simboli Della Testa:
Coppa, Guscio, Corona O Aureola
È L’Organo Che “Contiene”

Mal Di Testa

Una prima analogia simbolica riguarda la somiglianza fra il capo e la coppa.

In alcuni riti antichi, infatti, capo e coppa coincidevano anche praticamente, quando il sangue dell’immolato, del congiunto deceduto o del nemico ucciso, veniva bevuto direttamente nel suo medesimo cranio.

Questo rito è ancora oggi operante nella messa cattolica, in cui il vino-sangue è bevuto da un calice-coppa, o nelle premiazioni di gare e competizioni sportive, quando vino e champagne innaffiano capaci coppe in segno di vittoria.

Altro significato simbolico rintracciabile per il capo è quello di guscio, di elemento protettivo di un contenuto prezioso (il cervello), così come il guscio della lumaca o della tartaruga protegge la vita dell’animale.

Un simbolo universale legato alla testa è, infine, quello della corona.

La corona è portata sul capo da uomini importanti ed elevati sopra gli altri, come re e imperatori.

Simbolo del raggiungimento di un livello di integrazione maggiore di questi due aspetti, riuniti in un anello simbolico posto sul capo, la corona contraddistingue i depositari di una coscienza e di una conoscenza allargate, di chi ha portato alla luce tutti gli aspetti più profondi di se stesso e dispone di una visione globale dei fenomeni, di una padronanza dei propri mezzi.

Aerea e immateriale, è l’aureola che la tradizione cattolica attribuisce ai santi. Circondando il capo essa collega i due emisferi, raccoglie destra e sinistra, irrazionale e l’’inconscio.

 

Cefalea E Alimentazione

I Cibi Da Preferire

Sì a verdure crude come la lattuga (è rilassante), frutta secca, agrumi e frutti di bosco da assumere come spuntino fra un pasto e l’altro.

Al posto della zucchero, scegli polline, miele di acacia o di agrumi.

Prediligi a mezzogiorno le proteine e alla sera i carboidrati con verdure cotte, la pizza con molto origano e basilico, la zuppa d’orzo, la frutta cotta.

Prima di dormire, bevi una tazza di latte con un cucchiaino di miele.

In generale, è utile assumere la vitamina B, contenuta nel lievito di birra.

 

I Cibi Da Evitare

Tutti gli stimolanti come tè, caffè, cioccolato, carni rosse, cacciagione, tartufi, funghi, insaccati, cibi pepati, salmone, crostacei, formaggi fermentati (come il gorgonzola).

Fra le verdure sono da evitare cavolo, bietole e spinaci, cipolle, porri e aglio, i legumi.

 

GIORNO 1:
La Cefalea Da Tensione

Mal Di Testa

Troppe responsabilità: la testa scoppia

Il collo è teso, il capo duole: la cefalea da tensione va curata depurando mente e corpo dall’eccesso di tossine psicofisiche.

Questo tipo di mal di testa, abitualmente definito come muscolo-tensivo, ruota attorno al simbolo del capo interpretabile come contenitore dei pensieri. E quando questi ultimi si fanno numerosi e troppo “pesanti” è il collo, la base d’appoggio della scatola cranica, a dover reggere il sovraccarico.

Così ogni decisione importante aumenta il peso sui muscoli del collo che finiscono per tendersi dolorosamente per riuscire a sorreggerlo.

 

Ti È Piaciuta Questa Guida Fino A Qui? Allora Condividila Subito Con I Tuoi Amici. Grazie!

 

Significato Simbolico
Della Cefalea Da Tensione

Chi soffre di questo tipo di cefalea è la tipica persona con “la testa sulle spalle” e molto affidabile, ovvero colui che è diventato per tutti un punto di riferimento. Non solo. Questo soggetto ha anche una naturale tendenza a farsi carico delle responsabilità. A volte è persino capace di andarsele a cercare, aderendo così a un comportamento che lo vuole affidabile per ogni cosa, e in grado di sopportare ogni problema che si presenta a lui o a chi gli vive attorno.

 

  • Smetti di dire sempre “sì”- Chi soffre di mal di testa da tensione si carica di troppe responsabilità e dice di sì a tutti: imparare a dire qualche no, invece, può ridurre il dolore.

[/bullet_block

 

Il Rimedio Omeopatico
Arsenicum Libera Dall'Eccesso Di Pesi Mentali

Mal Di Testa

Arsenicum: quando sulla testa gravano troppi pensieri e non si riesce a liberarsene, il rimedio da scegliere è Arsenicum.

Il tipo Arenicum, infatti, tenta sempre di controllare tutto quello che lo circonda, si fa carico di ogni difficoltà, evitando di lasciarsi andare per timore di essere travolto dagli eventi.

Sempre preoccupato per quello che gli riserverà il futuro, si premunisce accumulando potere, denaro (ma anche problemi da risolvere) nella speranza di essere così in grado di gestire meglio le situazioni.

Di solito il dolore che affligge l’individuo Arsenicum è "bruciante”, localizzato sulla fronte (tra gli occhi o alla radice del naso) e si manifesta prevalentemente la notte.

Possono dare un po’ di sollievo applicazioni locali fredde (per esempio impacchi d’acqua o ghiaccio) o l’aria aperta.

 

Come assumerlo:

Per tutti i rimedi indicati in questa guida, andrà scelta una diluizione alla 5 CH, da assumere (5 granuli) 3-4 volte al giorno secondo l’intensità del disturbo.

 

Vi sono inoltre alcune regole da rispettare:

Non mangiare, bere o fumare per un’ora prima e una dopo l’assunzione del rimedio omeopatico (si può bere solo acqua).

Per tutto il periodo in cui si assumono i granuli, evita il caffè e la menta (anche quella contenuta nei normali dentifrici) che possono annullare l’effetto del rimedio.

 

La Fitoterapia

Le persone che vanno maggiormente soggette alla cefalea da tensione sono caratterizzate spesso da un metabolismo lento. Il ricambio dell’acqua e delle tossine nel sangue procede faticosamente, l’intestino è pigro, la pelle spenta.

A questi individui è adatto il ginepro: benché fiorisca tutti gli anni, le sue bacche hanno infatti la particolarità di maturare solo l’anno successivo, cosicché sulla stessa pianta si trovano nello stesso momento bacche mature e bacche più giovani.

Come la tipologia di cefalalgico presa in esame, dunque, il ginepro, pianta dalla crescita lenta, sembra ancorato al passato (le bacche hanno una maturazione biennale), eppure esso trova l’energia per rinnovarsi ogni anno.

 

Come assumere il ginepro:

Le dosi sono di 15-20 gocce di estratto fluido 2 volte al giorno per 2 settimane; si sospende poi per una settimana e si ripete per altri 15 giorni.

 

[bullet_block large_icon="66.png" width="" alignment="center"]

  • Ginepro- Le sue bacche, assunte sotto forma di estratto fluido, alleviano la cefalea da tensione grazie a un’azione tonica e depurativa che si esplica a livello metabolico.

 

GIORNO 2:
La Cefalea Da Ipercontrollo
“Fanno Male” Le Emozioni Frenate

Mal Di Testa

Chi non lascia trasparire rabbia e paura comprime le vene del capo e prova dolore.

Questo tipo di cefalea ci rimanda al tema del sangue come veicolo delle emozioni che attraversano il corpo: quanto più infatti la testa si rifiuta di accogliere e veicolare all'esterno la gioia o la rabbia, tanto più i vasi sanguigni che “portano” le emozioni al capo si restringono, provocando il dolore opprimente di questo tipo di cefalea.

La vasocostrizione si connota così come il tentativo di bloccare il dilagare nella testa di tutto ciò che temiamo di non saper gestire.

 

Significato Simbolico
Della Cefalea Da Ipercontrollo

Questa cefalea è caratteristica di chi esercita costantemente il controllo più rigido su tutto il mondo delle emozioni.

È un soggetto a cui, fin da bambino, hanno insegnato che piangere è segno di debolezza, manifestazione di infaticabilità; che abbandonarsi alla gioia è sintomo di “volgarità”; che esprimere fisicamente uno slancio effettivo va contro le comuni regole del pudore ...

Che l’individuo perfetto è colui che non fa trasparire alcuna emozione, non si arrabbia mai, dunque, non piange e non ride. Ma il vulcano che tiene sempre sotto controllo ad un certo punto esplode... e allora sono dolori!

 

  • Attenzione a non abusare del cellulare

Usare il cellulare per ore illudendosi di poter controllare tutto, insieme al riscaldamento del telefonino, scatena il mal di testa.

 

Ti Aiuta La Digitopressione:
Massaggiando La Nuca, Sciogli Le Tensioni

Mal Di Testa

Per eseguire un automassaggio con digitopressione che sciolga le tensioni e riduca il dolore, dobbiamo metterci in una posizione confortevole (sdraiati o seduti) e appoggiare il polpastrello del pollice piegato ad angolo retto sul punto della nuca indicato nell'immagine qui sopra.

Quindi cominciamo a premere con forza, facendo dei piccoli movimenti concentrici in senso orario.

 

Ecco I Punti Da Stimolare:

Il punto 20 di vescica biliare, così da definizione dalle mappe dell’agopuntura, va premuto qualora il mal di testa parta dalla fronte e si estenda verso la nuca.

Si trova sulla nuca sotto l’osso occipitale, circa 3 cm a lato all'esterno dell’attaccatura del muscolo trapezio al cranio.

La posizione corretta per esercitare la pressione si individua mettendo la persona sofferente seduta, con la testa leggermente reclinata in avanti.

Chi schiaccia il punto (o i 2 punti contemporaneamente) deve farlo sui due lati, facendo seguire un lento massaggio.

 

I Rimedi Omeopatici

Staphisagria è un rimedio omeopatico indicato se il soggetto ha come caratteristica principale quella di sentirsi ferito dalle avversità e sente di non riuscire a dare libero sfogo ai suoi sentimenti.

In omeopatia Staphisagria è quindi molto indicato per le cefalee che sono conseguenze di una forte rabbia trattenuta, compressa o mal sfogata.

Staphisagria è dunque utile specie se il mal di testa si presenta con la sensazione di avere come un grumo dentro il cervello o che vi siano degli aghi “conficcati” nel cranio.

I granuli vanno utilizzati se il dolore è forte al mattino e migliora col riposo.

 

Come assumerli

Scegli una diluizione alla 5 CH, da assumere (5 granuli) 3-4 volte al giorno secondo l'intensità del disturbo.

 

Vi sono inoltre alcune regole da rispettare:

Non mangiare, bere o fumare per un’ora prima e una dopo l’assunzione del rimedio omeopatico (si può bere solo acqua).

Per tutto il periodo in cui si assumono i granuli, evita il caffè e la menta (anche quella contenuta nei normali dentifrici) che possono annullare l’effetto del rimedio.

 

I Fiori Di Bach

Agrimony è adatto a chi fa buon viso a cattivo gioco, nascondendo preoccupazioni e debolezze, sforzandosi di mantenere un atteggiamento e un’atmosfera il più possibile sereni anche quando internamente è molto turbato.

Agrimony È il rimedio per chi soffre ma non esprime il suo dolore.

Rock Water è ideale per chi si sottopone a una rigida autodisciplina fisica e morale, nella convinzione che tutto ciò possa contribuire al proprio progresso spirituale. Così però si sopprimono sentimenti, emozioni, persino bisogni fisici, considerati fuorvianti rispetto ai propri progetti.

 

Come assumerli

Scegli una diluizione alla 5 CH, da assumere (5 granuli) 3-4 volte al giorno secondo l'intensità del disturbo.

 

Vi sono inoltre alcune regole da rispettare:

Non mangiare, bere o fumare per un’ora prima e una dopo l’assunzione del rimedio omeopatico (si può bere solo acqua).

Per tutto il periodo in cui si assumono i granuli, evita il caffè e la menta (anche quella contenuta nei normali dentifrici) che possono annullare l’effetto del rimedio.

 

GIORNO 3:
La Cefalea Da Cattiva Digestione
Se Testa E Pancia Non Dialogano Più

Mal Di Testa

Il cervello e l’intestino hanno una struttura simile e sono tra loro collegati. E in questi labirinti spesso si bloccano tossine e pensieri che provocano cefalea.

Molti e autorevoli studi scientifici rivelano che esiste una stretta affinità formale e funzionale tra cervello (testa) e apparato digerente (in particolare l’intestino, il nostro secondo cervello).

L’aspetto del cervello umano, solcato da pieghe, meandri e circolazioni, ricorda la struttura di un labirinto oscuro dove i pensieri si susseguono incessanti, continuamente rivisti e rielaborati sotto mille prospettive, troppo spesso sganciati dalle sensazioni corporee.

Ecco perché possiamo dire che esiste una cefalea che si accompagna a disturbi digestivi, relativi cioè a un altro apparato labirintico e tortuoso, dove vengono elaborate le sostanze da assimilare: l’intestino.

 

Significato Simbolico
Del Mal Di Testa Da Cattiva Digestione

Chi è afflitto da questo tipo di mal di testa è spesso un rimuginatore, sia in senso lato che ... per davvero.

La cefalea può infatti essere contemporaneamente espressione della difficoltà a “digerire” sensazioni, impressioni, pensieri e insieme rappresentare una sorta di campanello d’allarme per non essere riusciti a elaborare adeguatamente il cibo ingerito, specie se si tratta di alimenti grassi o di pane e farinacei.

Il continuo rimuginare toglie spazio a all'azione e alla possibilità di vivere le esperienze direttamente, sulla propria pelle.

 

La Floriterapia

Ti viene mal di testa perché non riesci a “digerire” i tuoi sensi di colpa o perché sei facile preda di inutili preoccupazioni e pensieri ossessivi? Ecco i fiori di Bach per te.

  • Pine è il rimedio adatto a coloro che sono fortemente autocritici, che anche in caso di successo si tormentano perché avrebbero potuto fare meglio. Malgrado la meticolosità e la coscienziosità del loro comportamento, si sentono sempre in debito o in colpa.
  • White Chestnut è indicato a chi è dominato da pensieri ricorrenti e immagini ripetitive e ossessionanti. Pensieri non richiesti si affacciano in continuazione alla mente, ed è molto difficile allontanarli.

 

Preparazione

In una boccetta da 30 ml con contagocce e riempita di acqua minerale naturale si versano 2 gocce del rimedio prescelto, completando eventualmente con l’aggiunta di qualche goccia di alcool da liquore per conservare il prodotto.

Come per i rimedi omeopatici, anche per i fiori di Bach si consiglia di assumere la soluzione lontano da pasti, 4 gocce 4 volte al giorno per 3 settimane.

 

I Rimedi Omeopatici

Nux Vomica è il rimedio che si usa quando il legame tra stomaco e mal di testa è molto stretto: il dolore può presentarsi dopo un pranzo troppo abbondante, se si è abusato di caffè, tabacco o alcolici (è infatti ottimo per il mal di testa che compare il mattino dopo una sbornia), ed è spesso accompagnato da un sapore amaro in bocca, da nausea e conati di vomito.

In generale, Nux vomica è particolarmente utile se i mal di testa sono peggiorati dal freddo e dal tempo secco come pure da una dieta ricca di grassi e zuccheri, mentre il caldo allevia il dolore.

 

Come assumerli:

Scegli una diluizione alla 5 CH, da assumere (5 granuli) 3-4 volte al giorno secondo l'intensità del disturbo.

 

Vi sono inoltre alcune regole da rispettare:

Non mangiare, bere o fumare per un’ora prima e una dopo l’assunzione del rimedio omeopatico (si può bere solo acqua).

Per tutto il periodo in cui si assumono i granuli, evita il caffè e la menta (anche quella contenuta nei normali dentifrici) che possono annullare l’effetto del rimedio.

 

GIORNO 4:
La Cefalea Mestruale
L’Eros Negato Batte Sulle Tempie

Mal Di Testa

Anche una scarsa o assente vita sessuale può essere all'origine del mal di testa che si manifesta in concomitanza col ciclo. Le cure? Erbe rilassanti e “Riscaldanti”

Quando l’energia sessuale non trova la strada per esprimersi liberamente, quando la testa pretende di governare le emozioni e gli istinti che salgono dal basso, spesso oltre alla cefalea si manifesta una difficoltà a raggiungere l’orgasmo.

L’orgasmo, come l’innamoramento, è infatti il simbolo dell’abbandono, del “perdere la testa”: è il lasciarsi andare totalmente alla passività e alle emozioni.

 

Significato Simbolico
Del Mal Di Testa Mestruale

La frenetica attività intellettiva e motoria a cui si sottopongono molte donne sofferenti di cefalea si presenta con tutta evidenza come una valcola di sfogo alla tensione libidica accumulata e mai espressa.

Buttarsi a capofitto nelle cose, essere iperattive, può essere infatti un modo per distogliere l’attenzione dalla necessità di fermarsi, di ascoltare i propri desideri e il proprio corpo.

La freddezza e il controllo sono poi, per queste donne, le armi con cui difendersi dal profondo timore che hanno di “cedere” e di lasciarsi coinvolgere dall’eros.

 

La Fitoterapia

Alchemilla è una pianta astringente, antinfiammatoria, antidolorifica.

La rugiada raccolta nelle sue foglie era ritenuta dagli alchimisti un prezioso ingrediente per i processi di trasmutazione dei metalli.

 

Come utilizzarla:

L’alchemilla è utilizzabile sia sotto forma di decotto (basta un pugno di foglie in un litro d’acqua, da far bollire 2 minuti e da lasciare in infusione per altri 10).

La dose è di una tazza prima dei pasti principali.

Per uso esterno, lo stesso decotto intiepidito può essere applicato come impacco sulla testa dolente.

 

I Rimedi Omeopatici

Ogni mese si ripete, insieme al ciclo mestruale, lo spiacevole appuntamento con il mal di testa? La prima cosa da appurare è il momento in cui la cefalea si presenta: prima, durante o subito dopo il ciclo.

 

Prima del ciclo

LACHESIS è il rimedio omeopatico adatto se il mal di testa compare nei giorni immediatamente precedenti al ciclo, e la comparsa del flusso è accompagnata da un immediato sollievo.

Questa cefalea è più forte al risveglio; è localizzata alle tempie o alla nuca (con una sensazione di peso): è migliorata dalla pressione sulla parte.

Di solito questa cefalea è tipica di donne tese come una molla compressa e tutte le volte che lasciano “fluire” questa tensione stanno meglio (proprio come accade con il ciclo).

 

Durante e dopo il ciclo

NATRUM MURIATICUM agisce contro il dolore che si presenta durante o dopo il ciclo, specie se vi è un senso di pesantezza o la sensazione di avere mille piccoli martelli che picchiano in testa, o se il dolore passa da una zona all’altra del capo.

Parlare peggiora il dolore, mentre la sudorazione lo allevia.

 

Come assumerli

Scegli una diluizione alla 5 CH, da assumere (5 granuli) 3-4 volte al giorno secondo l'intensità del disturbo.

 

Vi sono inoltre alcune regole da rispettare:

Non mangiare, bere o fumare per un’ora prima e una dopo l’assunzione del rimedio omeopatico (si può bere solo acqua).

Per tutto il periodo in cui si assumono i granuli, evita il caffè e la menta (anche quella contenuta nei normali dentifrici) che possono annullare l’effetto del rimedio.

 

GIORNO 5:
La Cefalea Da Weekend
Fai Fatica A Cambiare

Mal Di Testa

Questo mal di testa di solito esplode nel fine settimana, quando si rallenta il normale ritmo lavorativo. Connota le persone troppo abitudinarie.

Venerdì finisce una settimana faticosa, piena di stress e di impegni lavorativi. Poi arriva il weekend, finalmente ci si può rilassare oppure ... regolare come un orologio ... arriva la cefalea, che non molla la sua presa fino a domenica sera, lasciandoci esausti, arrabbiati e ancora più stanchi di prima.

Questo mal di testa è tipico di chi, della testa, non sa proprio fare a meno: essa è diventata un punto di riferimento assoluto e onnipotente.

È una testa “no-stop” che non lascia spazio a nulla e a nessuno, una testa che non stacca mai la spina in questo senso il momento del weekend, inteso come rottura e occasione di rallentamento dell’incalzante ritmo settimanale, è il segnale emblematico di un’incapacità ormai consolidata di cambiare stile e di lasciar spazio a una parte di noi diversa, più giocosa e meno riflessiva.

Così, che la testa che vorrebbe lavorare a tempo pieno anche di sabato e di domenica, si mette a “protestare” attraverso il dolore.

 

La Fitoterapia

Camomilla è indicata ai soggetti che pretendono troppo da se stessi, spingendosi oltre i limiti imposti dalle proprie necessità di fermarsi e riposare.

Oltre al classico infuso, si può somministrare sotto forma di estratto fluido nelle dosi indicative di 20-30 gocce 2-3 volte al giorno.

Salice. Oggi è contenuto in molti farmaci naturali prescritti per la cefalea (anche quella occasionale o da weekend); la sua corteccia contiene la salicina, sostanza dalla quale viene sintetizzato l’acido acetilsalicilico, principio attivo dell’aspirina che agisce come antidolorifico.

Il salice è sconsigliato a chi è allergico a quest’ultimo medicinale.

A livello simbolico il salice, pianta flessibile per eccellenza, scioglie le rigidità tipiche di chi soffre di cefalea.

 

I Rimedi Omeopatici

Silicea cura la debolezza, la stanchezza e il senso di sfinimento.

Il soggetto Silicea è infatti così stanco da non essere più nemmeno in grado di fermarsi, di smettere di fare quello che sta facendo. E, naturalmente, questo non fa che peggiorare il suo stato di prostrazione. Il cambio di “ritmo” che il giorno festivo comporta è qualcosa che non accetta, ed ecco comparire il mal di testa.

Silicea è utile anche qualora il disturbo sia localizzato alla fronte o alla nuca, oppure all'occhio destro. È utile, inoltre, quando si aggrava con il movimento, mentre è alleviato dalla pressione e dal calore (tanto che la persona spesso si fascia strettamente il capo con un panno di lana per avere un po’ di sollievo).

 

Come assumerli

Scegli una diluizione alla 5 CH, da assumere (5 granuli) 3-4 volte al giorno secondo l'intensità del disturbo.

 

Vi sono inoltre alcune regole da rispettare:

Non mangiare, bere o fumare per un’ora prima e una dopo l’assunzione del rimedio omeopatico (si può bere solo acqua).

Per tutto il periodo in cui si assumono i granuli, evita il caffè e la menta (anche quella contenuta nei normali dentifrici) che possono annullare l’effetto del rimedio.

 

Ti Aiuta Anche Il Blu

Mal Di Testa

Il colore più indicato per curare il mal di testa, compreso quello da weekend, è il blu.

L’energia propria di questo colore induce il rilassamento, la calma, e allevia le tensioni.

 

Fai Così:

In una stanza buia esponiti per 15-20 minuti alla luce blu di una lampadina colorata, indirizzando il flusso luminoso su capo, collo e spalle.

È opportuno anche mangiare cibi di colore blu, come mirtilli e uva, e indossare indumenti di colori blu o azzurro, evitando nel modo più assoluto il rosso che possiede effetti antagonistici.

Un foulard azzurro o una fascia di tessuto morbido avvolta intorno al capo nei momenti più dolorosi può esserti utile.

 

GIORNO 6:
Cura Dell’Argilla

Mal Di Testa

Al mattino a digiuno bevi l'acqua argillosa. In alternativa puoi assumere 2 capsule di argilla verde ventilata.

Applica la maschera base a giorni alterni dalla pancia fino alla regione pubica. Qui in basso trovi tutte le istruzioni dettagliate, continua a leggere ...

 

  • Ecco Come Si Fa Nella Pratica:

 

Acqua Argillosa
“Per Uso Interno”

Occorrente:

  • Argilla verde ventilata in polvere per uso orale.
  • Acqua minerale non gasata, un bicchiere.
  • Un cucchiaino da caffè di legno o di acciaio.

 

Procedimento:

  • Metti nel bicchiere d’acqua un cucchiaino raso di argilla.
  • Mescola bene in senso orario per un mezzo minuto creando un vortice.
  • Lascia riposare per 5 minuti.
  • Bevi il sopranatante o acqua argillosa.

Ricorda che In alternativa puoi assumere 2 capsule di argilla verde ventilata 1 volta al giorno, al mattino a digiuno.

 

Maschera O Crema Base
“All’Argilla Verde”

  • Guarda il video cliccando sull'immagine qui sopra ▲

Questa Meravigliosa Crema all'Argilla Verde la puoi applicare sulla regione gastrica, e la dovrai tenere coperta per 30/60 minuti, tutti i giorni, fino a un netto miglioramento.

Quando prepari i tuoi prodotti naturali, sii sempre amorevole e fallo con tranquillità e centratura, come se partecipassi a un “rito”. Se ne senti la necessità puoi aiutarti con tecniche di rilassamento o semplicemente, sorseggiando una tisana rilassante, prima di metterti a lavoro.

Le quattro sostanze naturali da mescolare per la preparazione della crema di argilla, sono ricche di forze di luce e di energia solare.

Attenzione! Per preparare i tuoi rimedi con l’argilla puoi utilizzare solo cucchiaini di legno o eccezionalmente quelli di acciaio 18/10 per esempio quando non riesci a procurarti subito quelli di legno della misura giusta. Poi però cerca di utilizzare solo quelli di legno che ormai si trovano ovunque in commercio. Anche le terrine devono essere in legno o vetro.

 

Occorrente:

  • Argilla verde fine 1 bicchiere
  • Miele 1 cucchiaino
  • Olio extravergine di oliva 1 cucchiaino
  • Acqua minerale mezzo bicchiere (La qualità dell’acqua è fondamentale, quindi non utilizzare quella di rete perché oltre a poter avere un incompatibile grado di durezza, contiene del cloro, necessario a contrastare la contaminazione batterica).
  • Cucchiaino di legno.

 

Procedimento:

  • Metti mezzo bicchiere d’acqua minerale nella terrina.
  • Aggiungi e sciogli il cucchiaino di miele.
  • Versa un cucchiaino di olio extravergine di oliva e continua a mescolare.
  • Aggiungi l’argilla, un poco alla volta, continuando a mescolare.
  • Continua a mescolare costantemente fino a quando come per magia avrai ottenuto una splendida crema omogenea e lucida.

Ecco la migliore, la più efficace, la più fresca e naturale … Ecco la tua crema di argilla o maschera base, perfetta.

 

Applicazione:

Applica la maschera base a giorni alterni dalla pancia fino alla regione pubica, e tienila per 30 minuti coperta. Durante la fase acuta del dolore l'applicazione può essere ripetuta anche 2 volte nello stesso giorno.

 

Leggi Anche:

► Ecco La Tua Guida Verde Anti Stress

► Come Prevenire Le Allergie Con La Naturopatia

 

A Dopo Con La Prossima Guida! 🙂