Depurazione Organismo: Come Farla In Modo Semplice Ed Efficace

Depurazione Organismo

Depurazione Organismo, cosa significa?

Depurazione Organismo … come liberarlo dalle tossine accumulate? Un aiuto viene dalle piante, che sostengono l’azione depurativa del fegato e degli altri organi.

La grande maggioranza delle sostanze tossiche pericolose per la nostra salute proviene dall’ambiente esterno ed è di origine relativamente recente.

Infatti, accanto alle tossine prodotte dal corpo, cioè alle sostanze di rifiuto generate dal metabolismo e che devono essere eliminate, sono numerosissime le sostanze tossiche che assumiamo dall’ambiente di vita e, spesso, senza accorgercene.

Nonostante queste continue aggressioni, il nostro corpo è in grado di proteggersi nei confronti delle sostanze che minacciano la nostra salute grazie all’attività di reni, pelle, fegato e intestino, i grandi escretori del nostro organismo artefici della Depurazione Organismo.

Essi eliminano le sostanze di rifiuto provenienti dal metabolismo cellulare e le sostanze tossiche assorbite dall’ambiente. Tuttavia quando questi organi sono da troppo tempo costretti a un lavoro di smaltimento eccessivo, aumenta il rischio di accumulare nell’organismo tossine e sostanze nocive.

Aiutarli a sostenere, con soluzioni naturali, la loro impegnativa funzione detossificante è indispensabile, almeno una o due volte l’anno per mantenere una Buona Depurazione Organismo.

 

  •  Un Mondo di Scorie da Combattere ...

 

Prima della “Depurazione Organismo” devi assolutamente entrare in consapevolezza di questo: nel piatto, nell’aria e nell’acqua l’assalto delle tossine è continuo!

 

Ecco Come Ci Intossichiamo:

  • Additivi alimentari:

 

  • Conservanti
  • Coloranti
  • Aromatizzanti
  • Dolcificanti
  • Addensanti
  • Emulsionanti
  • Correttori di acidità
  • Esaltatori di sapidità

 

 

  • Sostanze tossiche per contatto:

 

  • Cosmetici vari.
  • Prodotti per l’igiene della casa.
  • Prodotti per l’igiene personale.
  • Disinfettanti.

 

 

  • Sostanze tossiche da inalazione:

 

  • Gas di scarico.
  • Esalazioni di vernici.
  • Solventi.
  • Colle.
  • Amianto.
  • Prodotti di tintorie e concerie.
  • Spray.

 

 

  • Prodotti per l’agricoltura:

  • Residui di concimi chimici.
  • Antiparassitari.
  • Diserbanti.
  • Fitofarmaci che si accumulano nell'acqua e nei cibi.

 

 

Una Pratica Antica e Utilissima :
Il Digiuno riattiva il Metabolismo

Pratica millenaria di purificazione e d’igiene del corpo, il digiuno è senza dubbio uno dei metodi più veloci per accelerare i processi di eliminazione delle scorie e stimolare le attività metaboliche di risanamento dell’organismo.

Digiunare significa astenersi per un certo periodo dall’assunzione di qualunque cibo e dal consumo di tutte le bevande eccetto l’acqua (da consumare in abbondanza).

Ogni persona in buono stato di salute può affrontare un breve periodo di digiuno (ad esempio di un giorno) senza particolari paure, reintroducendo poi i cibi con gradualità.

Digiuni che superano i tre giorni vanno invece preparati accuratamente con personale sanitario esperto.

Fitoterapia: le Tinture Madri
Tre “Spazzini” che Liberano dalle Scorie

Carciofo, Tarassaco e Fumaria: tre piante dall’Azione Drenante Profonda.

Assumile insieme per effetti più rapidi.

 

  • L’unione fa la pulizia ...

Fai preparare al tuo farmacista un flacone contenente una miscela in parti uguali di tintura madre di Cynara scolymus, di tintura madre di Taraxacum officinale e di tintura madre di Fumaria officinalis.

 

Come puoi fare:

Assumine 30 gocce del preparato tre volte al giorno, un quarto d’ora prima dei pasti principali. Continuate il trattamento per due mesi consecutivamente. I risultati non mancheranno.

 

Il Carciofo
Aiuta da Sempre l’Azione del Fegato

 

Organi interessati: Fegato.

Il Carciofo, un ortaggio comune sulla nostra tavola, è uno dei più pregiati rimedi depurativi. Il suo uso depurativo risale addirittura al periodo dell’Egitto faraonico.

In tempi recenti il carciofo ha mostrato un’interessante attività sul metabolismo dei grassi, contribuendo a ridurre i livelli di colesterolo e di trigliceridi del sangue. Grazie a queste proprietà caratteristiche, Cynara scolymus si è conquistato uno spazio di primo piano in molti trattamenti di drenaggio, specialmente nelle cure depurative a carico del fegato.

 

  • Attenzione: Le Donne nelle ultime settimane di gravidanza e in fase di allattamento dovrebbero evitare l’assunzione del carciofo poiché questa pianta riduce la secrezione lattea.

 

Il Tarassaco
Efficace Diuretico e Drenante

 

Organi interessati: Fegato, Cistifellea, Vie urinarie.

Il tarassaco è una pianta primaverile di piccole dimensioni, dai bei fiori gialli.

Il suo uso terapeutico è relativamente recente e risale al diciottesimo secolo, quando la medicina erboristica francese lo riteneva uno stimolante per la cistifellea. Oggi trova analoga indicazione come stimolante dell’attività epatica e della cistifellea, nonché nel trattamento della ritenzione idrica.

Le radici della pianta possiedono una maggior attività nei confronti del fegato e della cistifellea, mentre le foglie hanno una più specifica attività diuretica.

Il tarassaco non può mancare tra le erbe di un programma di drenaggio.

 

La Fumaria
Ripulisce il Sangue e Depura la Pelle

 

Organi interessati: Vie biliari, Pelle, Sangue, Intestino.

Drenante, antinfiammatoria, lievemente diuretica e lassativa, la fumaria è una pianta officinale che da oltre due millenni fa parte della fitoterapia: i medici della Grecia antica la utilizzavano per regolare il flusso biliare. Galeno la raccomandava nei disturbi del fegato.

La fumaria ha un’azione elettiva su molti organi: oltre alle vie biliari, stimola e depura la pelle, il sangue e l’apparato digerente. Anch’essa Ottima per la “Depurazione Organismo”.

In virtù di queste proprietà è indicata nelle cure drenanti del fegato e della cistifellea e nel trattamento di malattie della pelle in cui l’accumulo di tossine è aspetto di rilievo, come acne e dermatite seborroica.

Persone che soffrono di gastrite o di malattie infiammatorie del duodeno dovrebbero evitarla perché può peggiorare i sintomi.

2 Segreti per Te

Tisane e Decotti
Il Sambuco dà Una Mano ai Reni

Possono bastare pochi minuti al giorno per aiutare il corpo a sentirsi più libero, semplicemente bevendo quotidianamente le erbe appropriate.

Tra queste piante medicinali Sambucus Nigra, il comune sambuco, è particolarmente efficace, grazie a un’azione depurativa generale e sudorifera.

 

  • Segreto per Te: l’infuso che stimola il fegato.

Come fare:

  1. Poni cinquanta grammi di fiori secchi di sambuco in un litro di acqua bollente  per un minuto.
  2. Filtra il preparato.
  3. Bevi tre tazze calde al giorno, la prima dal mattino a digiuno.

 

  • Segreto per Te: il decotto che aiuta i reni.

Come fare:

  1. Fai bollire in un litro di acqua per tre minuti sessanta grammi di corteccia di sambuco.
  2. Filtra il decotto.
  3. Bevi due tazzine da caffè al giorno, prima dei pasti principali.

 

Gemmoderivati: il Ruolo dei Germogli
Dalle Gemme, i Drenanti Concentrati Anti-Tossine

Organi interessati: Fegato, Vie urinarie, Vie biliari, Reni.

Betulla, frassino e rosmarino aiutano a espellere liquidi in eccesso e tossine. Le loro gemme contengono grandi concentrazioni di sostanze attive, che poi si perdono nella pianta adulta.

Alcune piante conservano nei propri germogli e nei giovani getti un gran numero di sostanze farmacologicamente attive, reperibili solo in tracce nelle piante adulte.

Altre piante possiedono principi attivi rilevanti nella linfa che le nutre. È il caso del Frassino, della Betulla e del Rosmarino, le cui gemme trovano indicazioni nei trattamenti depurativi e drenanti dell’apparato linfatico, dei reni e delle vie urinarie.

 

Betulla
Regina dei Drenanti

Già i medici francesi del 700 usavano le foglie e le gemme di questa pianta per preparare tisane diuretiche per curare i calcoli. Inoltre era un rimedio popolare per eliminare le impurità della pelle.

In tempi più recenti la linfa della betulla ha dimostrato un’importante attività sulle vie urinarie, diventando uno dei rimedi più indicati per azioni drenanti e diuretiche.

 

Come puoi fare:

Puoi assumere 50 gocce alla 1 DH di Betula Verucosa Linfa al mattino a digiuno.

 

Frassino
Stimola le Vie Urinarie

Il Frassino è un grande albero le cui foglie erano usate per preparare infusi diuretici, lassativi e antireumatici.

Le ricerche recenti hanno evidenziato un effetto specifico delle gemme di frassino su reni e vie urinarie, descrivendo un interessante effetto drenante e diuretico.

È un dei gemmoderivati più impiegati per Ritenzione Idrica e Cellulite.

 

Come puoi fare:

Assumi Fraxinus excelsior, macerato glicerico all’1 DH in gocce, 50 alla mattina un quarto d’ora prima di colazione, 50 un quarto d’ora prima di pranzo e 50 un quarto d’ora prima di cena.

Rosmarino
Disintossica il Fegato

 

Le sue Proprietà Depurative e Disintossicanti Agiscono su Fegato e Vie Biliari.

Va assunto sempre al mattino, altrimenti le sue proprietà stimolanti dell’attività cerebrale potrebbero disturbare il sonno.

 

Come puoi fare:

Per un’azione depurativa sul fegato assumi 50 gocce di Rosmarinus officinalis in macerato glicerico alla 1 DH, a digiuno dopo il risveglio, un quarto d’ora almeno prima di colazione.

 

Leggi anche:

► Frullati Detox: La Guida Completa

Se Stai Praticando la “Depurazione Organismo” per Facilitare il Dimagrimento ti suggerisco di dare un’occhiata qui:

Clicca ► Dimagrire in 4/4 – Mangi Poco Eppure Ingrassi?

 

A Domani Con La Prossima Guida! 🙂