Come Vivere E Arredare La Casa Naturale

Casa Naturale

È meraviglioso saper vivere e arredare la Casa Naturale. È anche indispensabile perché polveri sottili, radiazioni ed elettrosmog abitano con noi.

In questo semplice corso ti svelo come ribaltare la situazione a tuo favore e con poche scelte e azioni chiave trasformerai la tua vita.

Ogni giorno l’inquinamento domestico mette a rischio la nostra salute. Negli ultimi vent’anni sono aumentate le malattie respiratorie d’origine allergica, le dermatiti ma anche l’insonnia e l’ansia.

Addirittura certe forme tumorali sono favorite proprio dalla permanenza in ambienti malsani.

Oggi sempre di più l’aria di casa è avvelenata dall’elettrosmog prodotto da tivù, computer, cellulari e da microparticelle solide, liquide e gassose diffuse da metalli, vernici, amianto nascosto nei soffitti e nelle pareti e sistemi di riscaldamento.

I tessuti d’arredamento contengono fibre e coloranti artificiali, per non dire di certe esalazioni radioattive (come quelle del radon) emesse dalle strutture degli edifici, che secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità sono sicuramente all’origine di molti tipi di cancro.

Che fare per vivere in ambienti più naturali?

In questo corso ti svelo, stanza per stanza, come sostituire i materiali nocivi ed eliminare le principali fonti di inquinamento domestico senza rivoluzionare la casa. Sarà stupendo applicarti utilizzando tessuti, legni, combustibili “alternativi”, profumi, luci, colori e detergenti a basso impatto ambientale.

 

La Casa Naturale Una Scelta Meravigliosa
Che Migliora La Qualità Della Tua Vita

Un fantastico ambiente sereno e in armonia con la natura, questo è quello che tanti vogliono dalla loro Casa Naturale.

Siamo sempre di più in Italia che, per rendere più salubre l’ambiente in cui viviamo, utilizziamo materiali, arredi e complementi ecologici o comunque naturali.

Dalle ricerche si evince che liberando la casa da resine, tessuti sintetici e plastiche migliorano la salute e la qualità della vita, aumentano il benessere e il relax e ci si ammala meno.

Molti percepiscono la loro casa come fonte di stress e nervosismo ma anche di disturbi fisici, come insonnia e mal di testa. Di qui l’esigenza di intervenire sulla “casa malata”, per renderla più naturale e più salubre.

Pensa un po’ al fatto che il “focolare domestico” è un luogo nel quale passiamo tanto tempo, in inverno soprattutto e ti accorgerai che forse puoi fare ancora molto per migliorare il tuo nido.

 

Qui Trovi Le Informazioni
Per La Tua Casa Naturale
Ecco L’Architettura Biologica

Casa Naturale

Se desideri costruire o ristrutturare un’abitazione rispettando i canoni dell’architettura naturale e utilizzando i materiali ecologici di ultima generazione, puoi rivolgerti ai tecnici dell’ANAB. Questa magnifica Associazione nazionale di architettura biologica (www.anab.it)  è nata nel 1989 per evitare che l’atto del costruire (e dell’abitare) si trasformi in un “attentato alla salute”.

Nel sito si trova un elenco, regione per regione, con gli indirizzi dei consulenti qualificati: Lista Tecnici Di Tutte Le Regioni

Dai spazio all’ecologico. Puoi intervenire in tanti modi per rendere la tua casa più accogliente e vivibile. E anche l’armonia familiare migliorerà …

Per i rivestimenti di divani e tende, ad esempio, è preferibile scegliere il naturale come: Cotone, lino, seta, ma anche cocco e canapa. Più avanti nel corso scoprirai tutte le novità nei dettagli.

 

Prima Di Acquistare Un Mobile
Per La Tua Casa Naturale ► Leggi L’Etichetta

Casa Naturale

Le nostre case traboccano di una sporcizia invisibile rappresentata da esalazioni tossiche, resine e additivi sintetici presenti nei mobili, nelle vernici e nei rivestimenti.

I loro nomi sono formaldeide, benzene, toluene, benzopirene, acetone.

La loro concentrazione in casa aumenta quando si aprono poco le finestre e il riscaldamento peggiora l’effetto-serra.

All’acquisto di un mobile, quindi, leggi la sua etichetta per verificare i materiali con cui è stato costruito e assemblato. Detto questo adesso possiamo partire con i cambiamenti, iniziando a trasformare la nostra casa naturale dalle stanze dell’accoglienza …

 

Le Stanze Dell’Accoglienza
Di Una Casa Naturale

Casa Naturale

 

  • Queste Stanze Sono Avvolte Da Profumi E Tanta Luce, Per Dare Il Benvenuto ...

 

Rendi più sana e rilassante l’atmosfera dei locali che danno accesso alla tua casa eliminando le fibre sintetiche e i mobili assemblati con colle chimiche.

In un ideale “tour” della casa naturale si partirà ovviamente dall’ingresso, che dovrà essere il più possibile arioso e luminoso.

Per pareti e soffitto sono adatti i toni pastello o le sfumature del verde, ma anche il rosa e il lilla.

Nell’aria andranno diffusi, mediante un bruciaessenze, oli di agrumi e lavanda, fragranze depurative che accolgono chi entra in casa con un rassicurante “abbraccio” aromatico.

In salotto, i colori da preferire sono quelli caldi: l’arancione, i terra di Siena, i gialli intensi, che favoriscono la circolazione energetica e la comunicazione.

Tra i tessuti per foderare i divani, scegli solo cotone, lana, seta, canapa.

Se preferisci il parquet, scegli quello flottante, che si fissa al pavimento con speciali “materassini” senza usare colle.

Ti suggerisco di non abusare di tende, tappeti e moquette, temibili ricettacoli di polveri e parassiti. In ogni caso, procurati un aspiratore con filtro ad acqua anti-acari, che elimina pollini, polveri e batteri.

 

La Zona Pranzo
Della Casa Naturale

Casa Naturale

Nella zona pranzo della tua Casa Naturale, privilegia i mobili di legno, migliori se grezzi e non trattati.

Sono preferibili non imbottiti (le imbottiture sono fatte con schiume chimiche che, con l’usura, si sbriciolano sotto forma di pulviscolo tossico).

Come profumi sono ideali rosa, neroli e cannella.

 

 

I Locali Del Riposo
Di Una Vera Casa Naturale

Casa Naturale

 

  • Con Una Bella Dormita Ricarichi Mente E Corpo

 

Nella stanza da letto passiamo, in media, un terzo della nostra vita. È quindi evidente che si debba investire molto su quest’area della casa, prestando particolare attenzione al letto, ai materassi, ai colori delle pareti e alle luci.

Le ore dedicate al sonno hanno un’importanza enorme per il tuo benessere quotidiano. Favoriscili creando un ambiente confortevole e rilassante.

Le stanze da letto rappresentano uno spazio riservato da proteggere, da tinteggiare con colori rilassanti, come le sfumature del blu e del verde e da mantenere particolarmente pulito.

Il sonno è, infatti, un momento fondamentale per “ricaricare” l’organismo, fortificarlo e proteggerlo dall’attacco delle malattie.

Dormire in una stanza assediata dai mobili e piena di apparecchiature elettriche (lampade, soprattutto se alogene, che generano un forte campo elettromagnetico) o elettroniche (computer, televisori, lettori di dvd, radiosveglie, ecc.) col tempo può innescare tensioni croniche che abbassano le difese immunitarie.

I colori adatti per la zona del riposo sono le tonalità riposanti dell’azzurro, del turchese e del verde chiaro. No ad arancione, giallo vivo, rosso, rosa, fucsia e viola, che possono scatenare l’insonnia.

Per l’illuminazione (in camera come in tutta la casa), sono ideali i Led. Oltre a garantire un risparmio energetico dal 50 all’80%, diffondono una luce bianca fredda che non distorce i colori e non “acceca”.

 

Il Guardaroba?
Mai Nella Stanza Da Letto!

Casa Naturale

Non tenere in stanza da letto armadi guardaroba, traboccanti di abiti o scarpiere. Sono dei ricettacoli di polveri, acari e sostanze tossiche rilasciate dalle lavature a secco.

Se ti è possibile, abiti, scarpe e accessori vanno collocati in corridoio o, meglio ancora, in un locale dedicato a questo ruolo.

 

Il Letto: Impara A Posizionarlo E Scegli
Materasso In lattice E Doghe In Legno

Se dormiamo male, diventiamo vittime di stress psicofisici che compromettono la nostra salute.

Il materasso ideale deve essere costruito in lattice. Grazie alla sua elasticità, il materasso in lattice naturale sostiene il corpo in modo corretto ed ergonomico.

Appoggiato su doghe di legno (e non su reti di metallo), che aiutano a conservare una postura corretta durante il riposo notturno.

 

Sì Alle Lenzuola In Puro Cotone

Secondo il Feng Shui il letto dovrebbe essere orientato sull’asse nord-sud (testa a nord e piedi a sud) o sull’asse est-ovest (testa ed est, piedi a ovest).

Sono queste le posizioni che scongiurano l’insonnia.

Da evitare i letti in metallo, imbottiti e i baldacchini perché trattengono polvere e acari.

No alle coperte in pile, meglio le lenzuola in puro cotone perché favoriscono una corretta traspirazione durante il riposo.

 

Meglio L’Aria Depurata

Soprattutto nella stanza da letto evita incensi e fragranze artificiali. Intasano gola e polmoni e possono causare allergie.

Per rilassare, usa lavanda e camomilla.

Fantastiche le Essenze di rosa e geranio. Usa gli oli di questi due fiori per creare, in camera, un’atmosfera sensuale.

Per purificare la stanza, installa un depuratore d’aria: “libera” l’atmosfera ed è particolarmente adatto per chi soffre di asma o di allergie.

 

Il Luogo Del Cibo
Per L’Igiene Della Cucina, Spazio Al Bio

È l’ambiente in cui, più di ogni altro, devi fare attenzione alla pulizia e alla scelta di materiali che non siano dannosi per la salute di tutta la famiglia.

La cucina richiede un’attenzione specifica sia per ciò che concerne gli arredi, sia per quello che riguarda la sua pulizia, soprattutto in relazione agli spazi riservati alla conservazione e alla preparazione degli alimenti.

 

Ecco qualche consiglio pratico:

Spesso i mobili della cucina sono assemblati utilizzando colle a base di formaldeide, una sostanza che irrita gli occhi e le mucose e che produce esalazioni nocive. Per questo andrebbero preferiti mobili in legno massello o le cucine in muratura.

I piani di lavoro ideali sono in marmo o acciaio inox.

La cucina deve essere sempre dotata di una cappa aspirante e di una finestra per arieggiare l’ambiente.

Per i pavimenti preferisci cotto, legno o ceramica. Evitare gomme e resine.

Tra i colori, scegli l’arancione, il giallo, il rosso, il marrone e l’ocra.

 

Quando È Sporca Attira I Parassiti
Con Alloro E Cannella La Disinfetti

È nella dispensa che conservi i cibi non deperibili …

Tienila pulita per evitare che gli alimenti si contaminino favorendo le intossicazioni.

Passa almeno 3-4 volte all’anno su tutte le pareti dell’armadio-dispensa un batuffolo di cotone impregnato di olio essenziale di cedro o cannella: tiene lontane tarme e formiche.

Per evitare che pasta, riso e farina lasciati nei sacchetti aperti vadano a male, appendi all’interno della dispensa un mazzetto di alloro o di menta piperita o strofina le pareti con i loro oli essenziali.

Sostituisci contenitori e sacchetti di plastica per alimenti con vasi di vetro e buste di carta, da chiudere con uno spago o una molletta.

Controlla periodicamente la dispensa e butta gli alimenti scaduti.

Alloro e menta – Usali per impedire il deterioramento delle confezioni già aperte di pasta, riso e farina.

 

  • Il gas tienilo acceso soltanto quando serve ...

Ogni volta che accendi la fiamma sul fornello, provochi una dispersione di anidride carbonica e di sostanze nocive, che derivano dalla combustione della sporcizia che si annida intorno agli ugelli del gas.

Per questo, accendi il gas solo per il tempo necessario alla cottura e mantieni il fornello e il forno puliti, utilizzando una soluzione di acqua calda, sapone di Marsiglia e succo di limone.

 

Non Far Mancare Le Resine
Nell’Ambiente Della Tua Casa Naturale

 

  • Così Disinfetti E Profumi L'Aria In Un Colpo Solo ...

 

Fritti e bolliture riempiono la cucina di odori sgradevoli? Li neutralizzi tenendo nel locale un bruciaprofumi sul quale verserai olio essenziale di mirra (6-7 gocce) oppure la resina di mirra in granelli. È un ottimo disinfettante naturale.

In alternativa, si può utilizzare nel bruciaessenze un mix composto da 4 gocce di olio di salvia e 4 gocce di olio di rosmarino.

Sotto forma di olio essenziale o resina, la mirra è un ottimo rimedio per purificare l’aria intrisa dai fiumi della cottura dei cibi.

 

L’Ambiente Dell’Acqua
Il Tuo Bagno Ideale È Spazioso E Arieggiato

Casa Naturale

Luogo privilegiato per l’intimità e l’igiene personale, la stanza da bagno deve rispondere a caratteristiche ben precise.

Accogliente, libera da mobiletti ingombranti, dotata di una bella finestra e, soprattutto, pulita!

In questo locale della casa fai “respirare” le pareti. E sui muri, poche piastrelle.

Il bagno è la stanza che più di altre deve essere arieggiata, anche durante l’inverno. La formazione di vapore acqueo che si deposita su sanitari e piastrelle stimola infatti la proliferazione di muffe.

Se il tuo bagno non ha una finestra, è indispensabile una ventola. È anche consigliabile non “tappezzare” tutto il bagno con piastrelle, perché in questo modo le pareti non respirano e l’effetto-serra (dopo il bagno o dopo la doccia) è ancora più soffocante. Meglio lasciare delle parti d’intonaco “libero”, da tinteggiare con vernici ad acqua.

È preferibile non “affollare” il bagno con armadietti e cassettiere, che spesso sono costruite con truciolati e colle a base di formaldeide, che il calore umido disperde nell’aria.

Meglio optare per bauletti e cesti di vimini con coperchio.

Anche il lavabo andrebbe tenuto “libero” e non incassato all’interno di mobili su misura, che col tempo diventano ricettacoli di sporcizia.

Scegli le tinte che ricordano l’acqua

La cromoterapia suggerisce per il bagno tutte le tinte d’ispirazione acquatica, dal verde al turchese all’azzurro in tutte le sue sfumature.

I toni del blu, sempre secondo la cromoterapia, hanno anche un’efficacia calmante e antisettica, due aspetti quanto mai adatti alla stanza da bagno.

Con  Poche gocce di olio essenziale di melissa otterrai un effetto rilassante immediato.

 

Aceto E Alcol Per Piastrelle E Sanitari
È Meglio Non Impiegare I Prodotti Chimici

Per la pulizia di pavimenti, pareti e sanitari della tua Casa Naturale, invece dei soli sgrassatori chimici mescola 200 ml di aceto bianco, 200 ml di alcol denaturato, 10 gocce di olio di eucalipto e 10 gocce di olio di tea tree.

Evita i deodoranti chimici e preferisci gli oli essenziali dai sentori decisi come, per esempio, la salvia sclarea, dalle virtù purificanti, e il ginepro, pianta sacra negli antichi riti invernali mediterranei, dalle proprietà riscaldanti e riequilibranti.

 

Per Bidet E Wc Ti Suggerisco Acqua Calda E Canfora
Via Lo Sporco Resistente E Il Calcare

Invece di usare i detergenti disincrostanti e decalcificanti (contengono acidi, formaldeide, fenoli, e clorofenoli, che provocano danni ai polmoni) prepara una miscela con acqua calda e 20 gocce di olio di canfora e, indossando dei guanti protettivi, passala vigorosamente con una spugna sulle superfici di ceramica per asportare sporcizia e calcare.

Tea tree – Oltre ai molteplici impieghi per la salute del tuo organismo, l’essenza di questa pianta è usata per l’igiene del bagno.

 

Le Piante Depurative
Che Completano La Casa Naturale

Casa Naturale

 

  • Quel Tocco Di Verde Che Piace E … Assorbe!

 

Per il tuo appartamento, scegli piante belle da vedere e che fanno “arredo”. Inoltre, privilegia quelle che ti permettono di sfruttarne le proprietà per la tua salute.

Il cactus, per esempio, è ideale per il bagno: assorbe le esalazioni dei prodotti che usi per le pulizie.

Un bel vaso di margherite, oltre a rallegrare la tua cucina, assorbe gli odori prodotti dalla cottura dei cibi.

Sono gradevoli alla vista ma anche tanto utili per il tuo benessere: le piante d’appartamento sono importanti per purificare l’aria che respiri.

Oltre a essere decorative, quindi, sono un valido aiuto per la nostra salute.

Secondo una recente ricerca condotta dalla Nasa, l’ente spaziale americano, alcune specie di piante assorbono anidride carbonica, formaldeide, benzolo, benzene, tricloroetilene, monossido di carbonio, xilene, toluene e fumo.

Queste sostanze organiche volatili sembrano essere responsabili di malesseri diffusi legati alla vita in ambienti chiusi come mal di testa, nausea, spossatezza, infiammazione delle mucose della bocca e della trachea e stati allergici.

Continuando a leggere trovi alcuni miei suggerimenti per scegliere le piante più efficaci nell’assorbire le sostanze tossiche presenti in casa o in ufficio.

Ricordati che una pianta non è un oggetto, ma un essere vivente che, per crescere e vivere, ha bisogno di luce, acqua e un po’ di attenzione …

 

Ogni stanza ha la sua pianta
Dal basilico al ficus benjamin

 

  • Cucina

I fumi e i vapori che si producono cucinando contengono spesso sostanze nocive.

Tieni nella stanza un vasetto di margherite o una piantina di edera. Anche il basilico è una pianta depurativa: se lo impieghi come “assorbiodore” non potrà essere usato per cucinare.

 

  • Bagno

Profumi, saponi, shampoo e prodotti per la pulizia della casa espongono questa stanza a un elevato rischio d’inquinamento.

Sono quindi da preferire prodotti atossici e biodegradabili e non deve mancare una piantina di cactus, che assorbe le esalazioni venefiche di tali prodotti.

 

  • Soggiorno

Metti del quarzo rosa o della tormalina nera accanto a televisore, hi-fi, computer: schermano dai campi elettromagnetici.

Una piantina di banano nano potenzia l’effetto dei minerali.

 

  • Stanza Da Letto

Coperte di pile, materassi e cuscini di gommapiuma o poliestere sono fonti d’inquinamento da formaldeide. Scegli solo materiali naturali (lino, cotone, lana, canapa).

Tra le piante d’appartamento, è ideale il ficus benjamin.

 

I Prodotti Per La Pulizia
Della Casa Naturale

I prodotti classici per pulire la casa contengono troppe sostanze velenose. Scegli invece quelli certificati, naturali e, ancor meglio, equosolidali.

Un rapporto dell’Organizzazione Mondiale della Sanità ha lanciato l’allarme: oltre il 40% dei materiali usati nelle pulizie domestiche e per il lavaggio d’indumenti e biancheria può essere molto nocivo per la salute.

Di qui l’importanza di preferire detergenti certificati, meglio se equosolidali, privi di quegli additivi chimici che possono irritare e danneggiare pelle e mucose e nei casi più gravi anche gli organi interni.

Queste sostanze, inoltre, non sono biodegradabili, aumentando quindi i rischi per la salute e determinando danni irreparabili all’ambiente che ci circonda.

 

Scegli Il detersivo “Alla Spina”
Così Puoi Utilizzare Sempre Lo Stesso Flacone

 

  • Non Riempire Il Pianeta Di Plastica ...

 

Oggi è anche possibile recarsi nei punti vendita dei prodotti naturali e riempire con i detersivi liquidi ecologici i flaconi portati da casa: in questo modo non si creano nuovi rifiuti di plastica e si possono riciclare contenitori ancora integri.

 

Ecco Quali Sono
Le Sostanze Più Tossiche

 

  • Espongono Pelle E Apparato Respiratorio A Veleni Pericolosi ...

 

L’Ammoniaca è presente in molti prodotti detergenti. Respirarne i vapori irrita le vie respiratorie e può provocare edema polmonare.

Va sostituita con una soluzione di acqua e aceto.

Liquidi e spray per i vetri: sono costituiti in gran parte da tensioattivi, ammoniaca e fosfati, un cocktail micidiale per pelle e mucose.

Meglio usare acqua e alcol denaturato o carta da giornale inumidita.

Detergenti e cere per i pavimenti: contengono tensioattivi, profumi, coloranti e polimeri derivati dal petrolio.

Al posto delle cere sintetiche, vanno usati prodotti a base di cera d’api.

Detersivi per la lavatrice e il bucato a mano: sono pieno di tensioattivi di origine petrolchimica, sostanze a base di fosforo che si fissano sui tessuti scatenando allergie e fenomeno infiammatori.

Il sapone di Marsiglia – Ancora oggi, a distanza di migliaia di anni dalla sua prima apparizione, rimane uno dei prodotti migliori per lavare i tessuti di una Casa Naturale.

Passa al naturale, Sostituendo i detersivi che usi solitamente con detergenti che contengono tensioattivi di origine vegetale.

 

Leggi anche:

► Fangoterapia Nel Bagno Di Casa Tua

 

A Dopo Con La Continuazione Del Corso! 🙂