Come Prevenire La Stanchezza Primaverile

Stanchezza

Massimiliano, Altro Che Prevenire, La Stanchezza È Già Arrivata!

La Stanchezza primaverile, infatti, comincia a sentirsi al cambio di stagione e con tutti i sintomi correlati ti sta dicendo che anche tu devi adeguarti al cambiamento preparandoti per la nuova stagione. Come? Con i fantastici semi e le vitamine che ti rigenerano.

Nei semi trovi i nutrienti, i sali minerali, le fibre e le vitamine che ripuliscono il sangue e ti danno sprint in vista della primavera.

Anche se il clima è rigido e il sole non scalda ancora abbastanza, è già a febbraio che l’organismo avverte nettamente i sintomi della ripresa primaverile.

Il problema è che, proprio e soprattutto in questa stagione, spesso sentiamo la stanchezza, col corpo intasato di tossine e gli organi affaticati e per questo ci sentiamo demotivati.

Per non rischiare di arrivare a marzo privi di energie, è necessario mettere subito in atto un programma di disintossicazione profonda accompagnato dall’assunzione di integratori specifici per stimolare le attività metaboliche.

È la Natura che ci mette a disposizione le sostanze mirate per rivitalizzare mente e corpo.

Sono i semi, le parti della pianta che contengono i sali, le vitamine necessari per depurare i tessuti, drenare i liquidi e tossine e darci le energie giuste per ripartire con slancio.

Nella guida di questo mese, ti indico i semi più adatti (da mangiare o da usare sotto forma di oli per il messaggio) per depurare e rivitalizzare i singoli organi e un programma “d’urto” di depurazione globale dove potrai scegliere la formula più adatta a te.

 

Vitamine Che Proteggono, Depurano E Ringiovaniscono

 

Ecco I Semi Nei Quali Le Trovi

Una magnifica fonte preziosa di vitamine disintossicanti e rigeneranti: sono i semi, che ci aiutano a mantenere il corpo in salute e depurare gli organi delegati all’eliminazione di scorie e tossine.

Ti ricordo che alla fine dell’inverno l’organismo, impoverito di sostanze fondamentali per il ricambio cellulare ed energetico, è carico di tossine e scorie, e ha quindi bisogno di maggiori quantità di vitamine per prepararsi alla primavera.

 

  • Ecco i consigli per scegliere i semi che ce ne apportano in maggiori quantità ...

 

Vitamine Del Gruppo B

Sono rigeneranti del sistema nervoso, stimolano il metabolismo dei principi nutritivi e una miglior eliminazione delle scorie dall’organismo.

 

Ecco quali sono i semi che ne contengono di più:

  • Legumi
  • Cereali
  • Ghiande
  • Castagne
  • Cacao
  • Caffè

 

Vitamina C

Ha proprietà antiossidanti, protettive e disintossicanti. È presente nei legumi verdi purché freschi (piselli, fave, taccole, fagiolini che, se novelli, possono essere mangiati crudi o poco cotti).

I semi essiccati non ne contengono, in quanto questa vitamina si distrugge con la luce, la conservazione e le lunghe cotture.

 

Vitamina E

Protegge i grassi del corpo (anche quelli del cervello) dalle tossine che ne provocano l’ossidazione. Noci, mandorle, grano, girasole, zucca, sesamo, vinaccioli sono i semi che ne sono più ricchi.

 

Vitamina F

Costituita da acidi grassi essenziali che puliscono sangue, pelle e cervello, è presente soprattutto nei semi di ribes nero, girasole, borragine, noci, nocciole, mandorle e lino.

 

Come Puoi Usare La Mia Guida?

 

Puoi Rivitalizzare I Singoli Organi O
Tutto Il Corpo

Più avanti in questa guida troverai le indicazioni relative ai rimedi naturali, ai semi, agli oli e alle vitamine specifici per i vari organi oppure, se preferisci, un programma di disintossicazione e di rivitalizzazione globale.

 

In particolare per:

  • Cervello

Sesamo, ribes nero, griffonia e caffè rigenerano i tessuti cerebrali

 

  • Polmoni E Reni

Migliora respiro e drenaggio con i semi di betulla, i fagioli azuki, zucca e borragine.

 

  • Fegato E Sangue

Per ripulirli in profondità basta associare grani di pepe e semi d’uva, ortica e, a sorpresa, cacao!

 

  • Stomaco E Intestino

I “motori” della digestione funzionano meglio con zucca, anice, kiwi e amaranto.

 

  • I Semi Per Tutto L’Organismo

Una dieta anti stanchezza a base di legumi e cereali che moltiplica difese, energia e vitalità.

 

1
I Semi Anti Stanchezza Per Il Cervello

Stanchezza

 

  • Disintossica Il Cervello E Rivitalizzi Tutto Il Corpo ...

 

I semi di griffonia, caffè, sesamo e ribes nero aiutano i tessuti cerebrali a purificarsi e a rigenerarsi, li nutrono e li stimolano.

Secondo la visione simbolica, il tessuto cerebrale non sarebbe altro che un condensato della trama universale e infinita che ci circonda.

E la scienza lo conferma: nel cervello esiste una traccia di tutte le funzioni dei cervelli di ogni specie vivente comparsa sulla terra dall’inizio della vita.

Il cervello è dunque una sorta di seme del mondo che germoglia fino a trasformarsi in pianta (e, nel caso dell’uomo, in corpo).

Da un punto di vista analogico (secondo le medicine antiche, un elemento della natura che somiglia a un organo, per analogia, è utile per curarlo), i semi sono quindi i rimedi ideali per sostenere, rigenerare e “depurare” il cervello.

La noce, per esempio (che ricorda con le circonvoluzioni del gheriglio il cervello) era usata un tempo per trattare le malattie che colpivano quest’organo.

Oggi sappiamo che i suoi contenuti di acidi grassi essenziali rigenerano la materia cerebrale e il sistema nervoso, mentre il magnesio e le vitamine del gruppo B di cui è ricca migliorano l’umore e favoriscono l’eliminazione delle scorie.

Ne bastano 3 al giorno, come spuntino.

Anche i semi di cocco, di sesamo, ribes nero o griffonia sono efficaci per aiutare il cervello.

 

  • Adesso ti svelo alcuni segreti per utilizzarli al meglio ...

 

Griffonia
I Semi Anti Ansia

La Griffonia simplicifolia è utile per ridurre l’ansia (fonte di tossine prodotte dall’organismo), migliorare il tono dell’umore, trattare l’insonnia e calmare la fame nervosa.

I suoi semi contengono 5-idrossitriptofano (5-HTP) – il precursore endogeno della serotonina – e gli estratti che se ne ricavano vengono impiegati, ormai da diversi anni e con successo, nel trattamento delle depressioni lievi e moderate, nelle depressioni associate ad ansia e nei disturbi depressivi stagionali.

L’integrazione con la Griffonia (reperibile in erboristeria) si caratterizza per una risposta rapida, i cui effetti sono evidenti già dopo 1-2 settimane.

 

Come puoi fare:

Assumi 3 capsule al giorno per almeno un mese.

 

Sesamo
Una Miniera Di Fosforo Per Le Meningi

Il sesamo ha un buon contenuto di fosforo (utile per la memoria, 447 mg), magnesio (rilassante e disintossicante, 815 mg) e ferro (utile per trasportare ossigeno si tessuti e al cervello, 20,1 mg).

Interessante appare anche il contenuto di vitamine B1 (0, 92 mg), B2 (0,47 mg) e PP (6,9 mg), tutte riequilibranti del sistema nervoso.

 

Come puoi utilizzarlo:

Per tutto il mese, aggiungi un cucchiaino di semi di sesamo a pranzo e cena, su verdure e cereali.

 

Ribes Nero
Il Suo Olio Rinnova La Materia Grigia

L’olio di semi di ribes nero è ricco di acido stearidonico e di acido alfalinolenico (i principali costituenti del cervello e della retina).

La sua assunzione regolare contribuisce quindi a migliorare il tono intellettuale e l’acutezza visiva, e favorisce la rigenerazione delle cellule cerebrali.

 

Come puoi utilizzarlo:

Prendi 2 perle di olio di ribes nero al giorno per tutto il mese, meglio se lontano dai pasti.

 

Ayurveda E Cocco
Ecco Come Aiutare Memoria E Creatività

 

  • L'Automassaggio Che migliora L'Ossigenzazione Cerebrale E Sveglia La Mente ...

L’automassaggio alla testa che ti propongo appartiene alla tradizione ayurvedica. Prevede l’impiego dell’olio estratto dai semi di cocco – solido a temperatura ambiente – e si pratica la sera.

 

  • I benefici:

Oltre a essere rilassante e antistress, fin dal primo trattamento migliora l’irrorazione sanguigna del cervello e ne aumenta l’ossigenazione, favorendo memoria, prestazioni intellettuali ed eliminazione delle tossine.

Se effettuato in maniera preventiva, riduce la frequenza degli attacchi di cefalea.

I principi attivi dell’olio (vitamina E, acidi grassi, betacarotene) penetrano nella cute e favoriscono la rigenerazione cerebrale.

 

  • I tempi:

Dedica all’automassaggio 10-15 minuti, la sera, due volte alla settimana.

 

  • La tecnica:

Con le mani unte di olio di cocco, massaggia prima una spalla e poi l’altra, lavora bene la zona dei trapezio.

Massaggia il collo e la base della nuca, la zona dietro le orecchie e risali lungo l’attaccatura dei capelli.

Versa ancora un po’ di olio sulle mani e inizia a massaggiare il cuoio capelluto.

Tira delicatamente una ciocca di capelli per volta.

Massaggia anche la sommità del capo, la zona della fontanella.

 

2
I Semi Anti Stanchezza
Per Polmoni E Reni

Stanchezza

 

Betulla
Meno Tossine E Quindi Meno Stanchezza

Tutti gli autori, antichi e moderni, sono concordi nel riconoscere alla betulla un’intensa azione depurativa, antiuricemica e antiazoturica, vale a dire in grado di favorire l’eliminazione degli acidi urici e delle sostanze azotate che intasano i reni e intossicano l’organismo.

Nel mese di febbraio utilizza i semi di quest’albero sotto forma di macerato glicerico per ottenere un’azione di detossinazione dei reni, e per contrastare la tristezza dovuta alla debolezza dei polmoni (tipica di fine inverno e conseguente a inquinamento freddo umidità).

 

Come puoi fare:

Assumi 40 gocce di macerato glicerico in un po’ di acqua minerale naturale, una volta al giorno, 15 minuti prima di cena.

 

Drena Polmoni E Reni
Così Aumenti L’energia Vitale E Vinci La Stanchezza

Con mandorle, fagioli e oli di semi depuri gli organi dell’acqua e del respiro. Così disintossichi e rivitalizzi più in fretta tutto il corpo.

Per la medicina cinese il polmone muove e regola i canali dell’acqua, governa il sistema respiratorio (naso, trachea e bronchi), la funzione cutanea (epidermide e peli) ed è artefice della capacità introspettiva.

Il rene “comanda” l’acqua e le ossa, produce midollo, è la sede della volontà, del vigore fisico e del centro genitale. Regola la funzione urinaria e quella endocrina delle ghiandole surrenali e delle gonadi.

Polmoni e reni sono dunque in relazione ai liquidi del corpo e contribuiscono alla depurazione dell’intero organismo (sono infatti due organi emuntori, cioè delegati alla pulizia).

Per prepararci alla rinascita della primavera che si avvicina, è quindi fondamentale riequilibrarli e agire con trattamenti detossinanti che favoriscono l’azione di purificazione e di drenaggio.

I polmoni “intossicati”, oltre ai disturbi respiratori, possono infatti creare problemi di pelle, perdita dei capelli e tristezza, se non addirittura depressione.

Mentre i reni carichi di scorie provocano debolezza degli organi genitali, ritenzione idrica, fragilità emotiva.

In senso simbolico – analogico, i polmoni richiamano nella loro forma la mandorla, mentre i reni un fagiolo.

Questi due elementi vegetali sono i semi che la tradizione cinese ha dimostrato essere utili per riattivare, disintossicare e riarmonizzare proprio tali organi.

 

  • Ecco come puoi fare ...

 

Fagioli Rossi Azuki
La Tua Risorsa Drenante

I fagioli azuki sono legumi (Phaseolus angularis) ricchi di potassio (antiritenzione, 1220 mg/100g), zinco (antiossidante, 5 mg), acido folico (rigenerante, 622 mcg) e vitamine del gruppo B (energizzanti).

A differenza degli altri legumi, apportano ridotte quantità di sostanze azotate e risultano quindi utili per il drenaggio dei reni e dei ristagni di liquidi.

 

Come puoi utilizzarli:

Dopo una notte di ammollo, fai lessare gli azuki e servili in insalata con abbondante prezzemolo (drenante e ricco di vitamina C antiossidante).

Consumali 2-3 volte alla settimana per tutto il mese.

 

Mandorla
Il Seme Che Rafforza I Polmoni

La mandorla è un seme ricco di vitamine del gruppo B ( attive anche sul sistema nervoso), vitamina E (antiossidante e rigenerante, 24 mg/100 g), ferro (aumenta l’ossigenazione dei tessuti, 5 mg) e zinco (antiossidante, 3, 1 mg).

La sinergia dei suoi contenuti aiuta una migliore ossigenazione del sangue e una più rapida eliminazione delle sostanze tossiche dai polmoni.

 

Come puoi utilizzarla:

Basta una manciatina di mandorle al giorno, da tritare sulle verdure o sui cereali.

 

Shiatsu, Zucca E Borragine
Per Detossinare Reni E Polmoni

 

  • Ora ti svelo quali sono gli oli vegetali da massaggiare per eliminare scorie e stanchezza ...

 

Il trattamento shiatsu che ti consiglio risulta più efficace se inumidisci le dita con un olio specifico per gli organi da stimolare e disintossicare.

Per i reni, usa l’olio di semi di zucca, che potenziano l’azione drenante.

Per i polmoni è utile invece l’olio estratto dai semi di borragine, che attiva tutte le funzioni dell’organo.

Praticalo una volta a settimana.

 

Per Il Rene:

 

Con una leggera pressione dei polpastrelli unti con olio di zucca, percorri il meridiano del rene.

Parti dal primo e secondo dito del piede destro, prosegui sulla faccia interna della gamba e della coscia, sali lungo l’addome sfiorando l’ombelico, poi sul torace e termina sulla clavicola. quindi ripeti sull’altro lato, partendo dal piede sinistro.

 

  • Per il polmone:

Con una leggera pressione dei polpastrelli unti con olio di borragine, percorri il meridiano del polmone.

Parti dal primo spazio intercostale e risali sotto la clavicola, poi discendi all’ascella e prosegui lungo la parte laterale della faccia interna del braccio. Raggiungi così il centro della piega del gomito, e segui l’avambraccio per raggiungere il lato radiale del polso. Prosegui sulla mano e sul pollice.

 

3
I Semi Anti Stanchezza Per
Fegato, Pancreas, Milza E Sangue

Stanchezza

 

  • Ripulisci Il Sangue Per Ritrovare Forza E Vitalità ...

 

Depurando il sangue da scorie e colesterolo, l’energia circola meglio, la stanchezza sparisce e tu ci guadagni in benessere  ecco i semi che ti aiutano.

Sempre secondo la medicina tradizionale cinese il fegato immagazzina il sangue e ne facilita la circolazione. È connesso, inoltre, al coraggio, all’energia vitale e alla rabbia.

Anche la milza è in relazione al sangue, che produce e governa, e guida le funzioni pancreatiche.

Il sangue, anch’esso connesso al coraggio e all’energia vitale, scorre nei vasi e nei meridiani e, se indebolito, provoca la stanchezza e la malattia.

Per favorire la disintossicazione di questi organi, è utile partire proprio dal sangue. In questo mese necessita di particolari attenzioni, dato che è ormai carico delle tossine dell’inverno dovute a un’alimentazione più ricca di grassi soprattutto saturi (carne, salumi e formaggi stagionati) e al maggior inquinamento ambientale.

La milza e il pancreas, così come tutto l’organismo, ne trarranno immediato beneficio e sarà quindi più facile riequilibrarti.

Anche in questo caso utilizzeremo i semi più adatti alla disintossicazione grazie ai principi attivi che contengono e alla loro analogia di forma con gli organi da depurare.

 

Il Seme Del Pepe
Un Elisir Per Il Pancreas

Il pancreas è una ghiandola che controlla il glucosio presente nel sangue attraverso la produzione di insulina e glucagone.

Drenarlo e disintossicarlo è fondamentale per prevenire la comparsa di diabete o ipoglicemia.

A tale scopo, è utile l’assunzione di cromo attraverso i semi integrali dei cereali (riso, farro, avena, mais) e il seme del pepe nero.

 

Come puoi fare:

Usali nei tuoi piatti ogni giorno per tutto il mese di febbraio.

 

Semi D’Uva
L’Olio Di Vinaccioli Stimola Il Fegato

L’olio ottenuto a freddo dai semi dell’uva (i vinaccioli) ha proprietà tonificanti e stimolanti del fegato.

Ricco di acido linoleico e vitamina E, favorisce la rigenerazione di organi e tessuti e ha un’efficace azione antiossidante su tutto l’organismo.

È in genere utilizzato esternamente, per massaggi e in riflessologia.

L’impiego per via interna dell’olio di vinaccioli (che si trova in erboristeria e nei negozi specializzati in alimenti bio) è semplice: basta aggiungerne 1-2 cucchiaini al giorno a crudo su insalata, cereali cotti, verdure in genere.

Attenzione: se lo utilizzi in cottura perde le sue proprietà.

 

Semi Di Cacao
Ridotti In Polvere Sono Depurativi E Tonificanti

Il sapore amaro è particolarmente indicato per depurare sangue, fegato, pancreas e milza.

Un rimedio semplice e alla portata di tutti è il cacao amaro in polvere, senza alcun tipo di dolcificante aggiunto.

Grazie ai suoi contenuti di potassio e vitamine antiossidanti possiede un buon effetto diuretico e disintossicante (naturalmente se si tratta di cacao puro).

 

  • Unica controindicazione:

Non deve essere consumato da chi non tollera sostanze eccitanti come la caffeina.

Ti suggerisco l’assunzione di un cucchiaino al giorno, spolverizzato su zuppe o minestre, caffè o tè, latte di riso, mandorle e soia (sono tutti semi rimineralizzanti e rigeneranti).

 

Ecco L’Olio Che Elimina
Le Placche Di Colesterolo E
Ringiovanisce I Tessuti

Dai semi della Perilla frutescens si estraggono componenti utili per ripulire le arterie dalle placche del colesterolo.

Questa pianta dalle belle foglie ovali seghettate è originaria dell’Asia Orientale e viene coltivata soprattutto in Giappone, Cina e Corea, dove viene normalmente consumata anche come insalata.

 

  • A cosa serve:

L’olio che si ottiene dai semi è così ricco di acidi grassi polinsaturi, i famosi Omega 3 (acido alfa-linoleico, ecc.) che viene considerato un potente antiossidante dalle proprietà antinfiammatorie, anticolesterolo e antiallergiche.

Gli acidi grassi essenziali Omega 3 migliorano sensibilmente l’ossigenazione e la respirazione delle cellule, ripuliscono e lubrificano i vasi sanguigni e tutti i tessuti del corpo.

La quantità di Omega 3 disponibile nell’olio di Perilla è utile anche per contrastare i sintomi dell’invecchiamento organico e cutaneo, per avere una bella pelle e aiutare le funzioni cerebrali.

Visto che la Perilla frutescens “fresca” non è reperibile in Occidente, per ridurre i livelli di colesterolo nel sangue puoi sfruttare il suo olio attraverso gli integratori (sotto forma di capsule o tavolette) che lo contengono.

Gli integratori alla Perilla sono in vendita in farmacia e possono essere utilizzati per supportare il metabolismo al cambio di stagione.

 

4
I Semi Anti Stanchezza
Per Stomaco E Intestino

Stanchezza

 

  • Aiuta Stomaco E Intestino E Ti Senti Subito Attivo ...

 

Gli organi della digestione e della nutrizione sono alla base del benessere fisico ed emotivo: con amaranto e zucca li rigeneri.

Le funzioni dello stomaco e dell’intestino (anch’essi organi emuntori, cioè di pulizia) sono simili a quelle del polmone. Assorbono, infatti, le sostanze benefiche (cibo e aria) ed espellono i rifiuti dal corpo, permettendo all’organismo di crescere, conservarsi e purificarsi.

Quando, per situazioni di vario genere, l’intestino trattiene anziché eliminare o elimina troppo, si presentano numerosi disturbi, come gonfiore, stitichezza o diarrea, ma anche raffreddore, anche mal di testa.

Anche la difficoltà a lasciar andare le emozioni, o manifestarle troppo, è in relazione a un intasamento di scorie o a una loro eccessiva eliminazione dall’intestino.

Mantenere questi organi puliti significa far funzionare meglio l’intero organismo e riequilibrare anche il nostro modo di vivere le emozioni.

Aiutiamoli con i semi che eliminano le scorie e riattivano la microflora.

 

Semi Di Umeboshi
Efficaci Anti Acidità

Se soffri di acidità di stomaco, durante il giorno tieni in bocca, a mo’ di caramella, un seme di prugna umeboshi (le umeboshi sono conservate con il sale marino integrale) che trovi in vendita nei negozi bio o in alcune erboristerie.

Attenuerai i bruciori e poco alla volta inizierai a digerire meglio.

 

Amaranto
Il Cereale Che Vince I Gas Addominali E
Aiuta A Riattivare La Flora Intestinale

I gonfiori Addominali, chiaro segno di un’eccessiva presenza di tossine nello stomaco e nell’intestino, sono molto diffusi, e spesso provocati da un eccesso di alimenti ad alto potere fermentante, come quelli che contengono lievito (pane, pizze, focacce, biscotti) o frumento che, tra tutti i cereali, è quello che provoca più spesso gas intestinali.

Un valido aiuto per ridurre e eliminare i gonfiori ci viene dall’amaranto, un cereale ricco di proteine vegetali, naturalmente privo di glutine, con proprietà energizzanti, antifermentative e riequilibranti della microflora intestinale.

 

Come puoi fare:

Consumalo almeno 4-5 volte a settimana.

Fallo lessare e gustalo con miele e yogurt a colazione, oppure nelle zuppe di verdura o in insalata, condito con 2 cucchiaini di olio di semi di lino (emolliente e blandamente lassativo).

 

Semi Di Zucca
Eliminano Gonfiore, Tensioni E Colite

Se hai un problema di colite dovuta ad ansia e stress, possono essere utili i semi di zucca.

Usati tradizionalmente per eliminare i parassiti intestinali, hanno proprietà rilassanti-sedative ed emollienti. Inoltre sono ricchi di minerali e vitamine (in particolare vitamina E e del gruppo B).

Lasciali seccare per qualche giorno, poi privali della buccia che li ricopre e mangiali crudi o leggermente tostati (ma senza sale o altre aggiunte).

La varietà Cucurbita stiriana produce semi verdi dal guscio morbido e non occorre sbucciarli.

Se ne mangiano una decina al giorno per tutto il mese.

 

I Pasti Necessari Per Un Giorno
La Dieta Purificante Per Stomaco E Intestino

 

  • Alfa alfa, anice, carote e kiwi: sono i piccoli che salvano la digestione ...

 

Un intestino e uno stomaco ben funzionanti e in grado di smaltire le scorie sono il primo presupposto per mantenersi in forma, rinforzare il sistema immunitario e prevenire numerosi disturbi e malattie.

Se segui il nostro programma di benessere 4 giorni a settimana, per tutto il mese, potrai vedere i primi risultati fin dalla prima settimana. Ti serviranno:

  • 30 g di semi di alfa alfa.
  • 30 g di semi di carote.
  • 30 g di semi di anice.
  • 1 kiwi al giorno (o 250 g di semi di girasole).

 

  • Al mattino:

Mangia uno yogurt naturale intero con un cucchiaino di semi di alfa alfa macinati (servono per fare scorta di vitamine e minerali e attivatori della microflora).

 

  • A metà mattina:

Fai uno spuntino con un kiwi, i suoi semi regolarizzano l’intestino (se non ne hai bisogno, mastica un pugnetto di semi di girasole, che combattono i gonfiori addominali).

 

  • Prima di cena:

Mastica un pizzico di semi di carote, sono aperitivi e facilitano la digestione.

 

  • Durante il pasto serale:

Cospargi verdure o cereali con un cucchiaino di semi di anice, sono antigonfiore, digestivi e tonificano lo stomaco.

 

5
I Semi Anti Stanchezza
Per Tutto Il Corpo

Stanchezza

Cereali E Legumi Il Tuo Carburante

I semi più amati dalla tradizione culinaria italiana ti aiutano a liberare il corpo dalle scorie e dalla stanchezza di fine inverno.

Febbraio è il mese più adatto per fare scorta dell’energia dei semi anti stanchezza, di tutti i loro principi attivi, in particolare vitamine, minerali, elementi purificanti e rigeneranti dell’organismo.

Se vuoi potenziare ulteriormente l’efficacia degli integratori che ti abbiamo illustrato nelle pagine precedenti, prova ad utilizzare i semi sulla tavola di tutti i giorni.

Adottando il mio menu e ripetendolo per tre giornate nell’arco di una settimana, fin dai primi giorni ti sentirai più attivo e vitale, miglioreranno diuresi e peristalsi intestinale.

Dopo i primi 10 giorni, la pelle sarà più pulita e luminosa, i tessuti più tonici, l’intestino regolare. E ricorda: il menu depurativo che ti presento viene potenziato dall’impiego dei rimedi indicati in precedenza.

 

Prova Il Menu Ai Semi: È Efficace Già Dopo 24 Ore

Aiuta il tuo organismo con un’alimentazione ricca di semi che depurano e rinnovano la tua energia vitale e vedrai come la stanchezza sarà solo un ricordo.

Anche gli antichi lo dicevano: il cibo è la prima medicina!

Adotta il mio menu per due giorni a settimana, e vedrai che, già a partire dalla fine del primo giorno, ti sentirai meglio: meno stanco, più rilassato, con una diuresi efficace.

A fine mese avrai un intestino più regolare, meno gonfiori e ristagni di liquidi, pelle depurata, più energia e umore più sereno. Tutto questo significherà assenza di stanchezza.

 

I Pasti Necessari Per Un Giorno

Colazione

  • Una tazza di latte di riso (rimineralizzante) con un cucchiaino di caffè di cereali (diuretico).
  • 4 gallette di riso con 2 cucchiaini di crema di nocciole (energizzante).

 

Spuntino

Un kiwi (utile per l’intestino) e 3 noci ( rimineralizzanti, utili per il cervello).

 

Pranzo

  • 50 grammi di radicchio (disintossicante e diuretico) condito con olio di semi di lino (regolarizzatore intestinale) e un cucchiaino di semi di sesamo (rigeneranti per il cervello).
  • 80 g di risotto (contrasta le fermentazioni intestinale9 con le lenticchie, oppure, per variare, i ceci, i piselli o gli azuki (i legumi apportano proteine vegetali, minerali e vitamine del gruppo B).

 

Merenda

  • Un pugnetto di semi di girasole (apportano acidi grassi essenziali che puliscono il sangue e rinvigoriscono il cervello) e un caffè d’orzo (diuretico).

 

Cena

  • 50 g di amaranto lessato (oppure quinoa, miglio o grano saraceno) da unire a una zuppa di verdure di stagione. I semi dei cereali, sono eccezionali contro la stanchezza, infatti, danno energia, vitamine del gruppo B e minerali.
  • 150 g di sogliola, nasello o persico al vapore, accompagnata con un’insalata di cicoria (depurativa). Il pesce apporta proteine nobili equivalenti a quelle della carne, ma con meno tossine di quest’ultima.

 

Come Condimento
Scegli L’Olio Di Semi Più adatto Alle Tue Necessità

In alternativa all’olio d’oliva, questo mese prova a condire i tuoi piatti con gli oli di semi, da usare rigorosamente a crudo.

Qui di seguito trovi elencati quelli più adatti per depurare i vari organi.

Olio di semi di lino: ne bastano 2 cucchiaini al giorno, sull’insalata o sulle verdure cotte al vapore. È utile soprattutto se soffri di stitichezza.

Olio di semi di girasole: usane 2 cucchiaini al giorno su carne alla griglia, zuppe e minestre. ha notevoli proprietà rigeneranti per il cervello.

Olio di semi di vinaccioli: sono sufficienti 2 cucchiaini al giorno su cereali lessati, pasta (anche ripiena) o pizza. Aiuta a ripulire il fegato e a rigenerare la pelle.

 

Invece Del Solito Espresso Prova Ghiande E Cereali

In commercio si trova un ottimo caffè di cereali e ghiande, semi che possono sostituire il caffè quando abbiamo qualche problema con la caffeina (palpitazioni, stati ansiosi, ipertensione).

Ne bastano 2 cucchiaini per preparare una buona bevanda adatta come colazione, break o dopo pasto.

 

Come Utilizzare La Mia Guida
E Ora Riassumiamo

Ecco In Sintesi Tutto Quello Che Puoi Fare

Qui trovi riassunti consigli per rigenerare i singoli organi o, se preferisci, per dare una sferzata di vitalità a tutto il corpo.

In precedenza, in questa guida, ti ho spiegato quali sono i semi da utilizzare per rigenerare specifici gruppi di organi.

Sarai tu a valutare quali sono quelli più indeboliti e ad utilizzare, di conseguenza, il semi più adatti.

Tuttavia, se reputi che tutto il tuo organismo abbia bisogno globalmente di una sferzata d’energia, puoi mettere in pratica un “trattamento d’urto” anti stanchezza che ti illustro in sintesi in questa pagina, con tutte le indicazioni e le dosi dei semi, degli oli e degli estratti da utilizzare in sinergia per tutto il mese di febbraio.

 

I Semi Anti Stanchezza
Per Il Tuo Trattamento D’Urto

Segui Per Tutto Febbraio, E Oltre, Le Mie Indicazioni
Per Rigenerarti Dalla Testa … Ai Piedi.

Inizia con un aiuto per il cervello: ribes nero, 2 perle di olio al giorno la mattina a digiuno.

Poi stimola reni e vescica: betulla, 40 gocce di macerato glicerico una volta al giorno, 15 minuti prima di cena.

Potenzia le funzioni della milza: ½ cucchiaini di semi di ortica pestati e amalgamati con il miele, la mattina a digiuno.

Tonifica stomaco e intestino: assumi i quattro semi (alfa alfa, carota, anice, kiwi) seguendo le indicazioni precedenti.

Infine, non scordarti di purificare il sangue: semi di pompelmo, 3 gocce 20 minuti prima di pranzo.

 

Ecco Gli Alimenti Che Non Devono Mancare
Sulla Tua Tavola Di Febbraio

Per tutto il mese utilizza nei tuoi piatti sesamo, noci, fagioli azuki, mandorle, pepe, olio di vinaccioli e di semi di lino, cacao amaro, amaranto e caffè biologico, come ti ho indicato in precedenza.

 

Se Soffri Di Disturbi Specifici
Usa Questi Semi

  • Se sei ansioso:

Prendi i semi di griffonia (3 capsule di estratto di semi al giorno almeno per un mese).

 

  • Se sei stressato o hai problemi di ciclo mestruale:

bevi l’acqua di cottura dei fagioli neri (ne basta mezzo bicchiere due volte alla settimana per tutto il mese).

 

  • Se soffri di acidità di stomaco:

Mangia un seme di prugna umeboshi al giorno.

 

  • Se soffri di colite:

Consuma 10 semi di zucca al giorno.

 

Leggi Anche:

► Come Affrontare Il Cambio Stagione

► Come Depurare L’Organismo A Febbraio

 

Dai Un’Occhiata Al Corso Completo Per Il Dimagrimento Permanente:

Stanchezza

► Dimagrire In 4/4

Semplice Dimagrire in 4/4, Perché? Perché questo Speciale Corso è assimilabile in appena 4 Giorni dove ti guiderò, passo dopo passo, fino al tuo peso ideale e non solo … infatti all’interno del Corso troverai Trucchi e Tecniche davvero uniche e alla portata di tutti, spiegate in modo semplice. Chiunque le può realizzare fin da subito.

Troverai 4 sezioni: una Dedicata allo Studio, e le altre tre Dedicate alle Istruzioni per la mattina (Colazione), metà giornata (Pranzo) e la sera (Cena).

… Non finisce qui, infatti, forse il più Potente è proprio il Capitolo Speciale con le 16 Chiavi per la Perdita di Grasso Permanente.

 

A Dopo Con La Prossima Guida! 🙂