Come Curarsi Con L’Aceto

Curarsi Con L'Aceto

Curarsi Con L’Aceto, L’Amico Acido Che Drena E Rimineralizza.

Curarsi con l’Aceto Di vino, quello fantastico di mele o quello balsamico, quest’antico condimento è un portentoso integratore naturale.

Aiuta a fissare il calcio nelle ossa e stimola l’attività renale. E non è tutto: l’aceto di qualità combatte la stanchezza e protegge la circolazione.

 

  • Tutto questo a patto che sia di qualità ...

 

L’aceto di vino, condimento che conosciamo da ben 5000 anni, si ottiene dalla fermentazione del vino.

Si distinguono aceti a fermentazione rapida e a fermentazione lenta.

Gli aceti a fermentazione rapida sono quello comune, chiarificato e filtrato, ottenuto da vini di bassa qualità, quello decolorato usato per la conservazione dei sottaceti e quelli a lunga fermentazione ottenuti da vini di buona qualità e invecchiati in botti di legno.

Tra gli aceti di vino (bianchi, rossi o rosati) ti suggerisco di acquistare solo quelli di alta qualità: purtroppo però sul mercato si possono trovare aceti scadenti e corrosivi ottenuti industrialmente: non sono altro che acido acetico sintetico puro con aggiunta di coloranti.

 

Tra gli aceti a fermentazione lenta ti ricordo quelli aromatizzati con erbe (rosmarino, timo, salvia, dragoncello, aglio) e ai frutti (lamponi, pesca, ribes) e gli aceti balsamici.

I migliori balsamici sono quelli della zona di Modena. Sono ottenuti solo da mosto cotto e fatti invecchiare anche fino a 12 anni in botti di legno pregiato, e per questo hanno un costo decisamente elevato.

Prima di acquistare un balsamico, dai un’occhiata all’etichetta.

Evita i prodotti colorati con caramello o con coloranti di sintesi e quelli addizionati con conservanti.

L’aceto balsamico di qualità può sostituire l’olio come condimento nelle pietanze e nelle insalate, è altrettanto gustoso e ha un apporto calorico notevolmente inferiore.

 

Sì, Scegli Gli Aceti Fermentati A Lungo
Sono Ricostituenti

  • Preferisci gli aceti a fermentazione lenta: sono più “curativi”.
  • Se usi il balsamico, non aggiungere l’olio: si riducono le calorie.
  • Acquista solo aceti biologici certificati: sono privi di pesticidi.

 

No Ai Falsi Aceti Balsamici
Riempiono Il Sangue Di Tossine

  • Leggi l’etichetta dell’aceto balsamico e verifica che non sia addizionato con caramello, coloranti e conservanti: intossicano l’organismo.
  • Verifica il prezzo: un costo basso indica che l’aceto è scadente.
  • Evita gli aceti troppo chiari e trasparenti: spesso sono stati troppo purificati e chiarificati e non contengono più principi attivi.

 

Come Curarsi Con L’Aceto Di Mele

 

  • Rinnova La Pelle, Cura L’insonnia E Lenisce Il Mal Di Gola ...

  • Per una buona diuresi e per un effetto drenante e bruciagrassi: bevi un cucchiaio di aceto di mele con un po’ di acqua prima di colazione per 2 mesi.
  • Per l’insonnia: mescola 2 cucchiaini di miele con 2 cucchiaini di aceto di mele. Aggiungi un po’ di acqua e bevi il liquido prima di coricarti. Se soffri di risvegli notturni, ripeti la dose.
  • Per il mal di gola: fai dei gargarismi con un cucchiaino di aceto di mele diluito in mezzo bicchiere d’acqua e poi deglutisci il tutto. Disinfiamma anche le tonsille.

 

  • Una curiosità ...

Nell’antica Roma si preparava la Posca, una bevanda dissetante e dalle proprietà disinfettanti, ottenuta miscelando acqua e aceto.

 

Curarsi Con L’Aceto
Di Vino O Di Mele?

Le due tipologie andrebbero alternate nella dieta, ma l’aceto di mele è un vero e proprio farmaco

L’aceto di mele e quello di vino di qualità andrebbero alternati nella dieta per non abituare il palato ai soliti sapori.

L’aceto di mele, tuttavia, va utilizzato anche puro come integratore in modo da sfruttare al meglio la sua ricchezza in potassio, che migliora la fissazione del calcio e dà vigore alle funzioni nervose. Inoltre favorisce la diuresi e il metabolismo bruciando i grassi ed eliminando le tossine, ed è ottimo nei casi di stanchezza generale.

L’aceto di mele contiene anche magnesio, ferro, fluoro, fosforo e ha un’azione fluidificante del sangue, rallenta il processo d’indurimento di vene e arterie e ha un’azione preventiva nei disturbi artritici e reumatici.

 

L’Aceto Di Mele
È Un Potente Antietà

L’azione disintossicante e antietà dell’aceto di mele si esercita anche sulla pelle: infatti, depurando il sangue e l’intestino, questo tipo di aceto cura l’acne e favorisce il ricambio epidermico, regalandoci una cute più compatta e luminosa.

Grazie all’azione della pectina in esso contenuta, l’aceto di mele combatte la stipsi e favorisce l’eliminazione delle scorie organiche che, se non sono regolarmente espulse, tendono a migrare nei tessuti cutanei. Inoltre l’elevata percentuale di potassio svolge un’azione di tranquillante e regolatore del sonno e, com’è noto, un buon riposo stimola la rigenerazione del collagene e combatte le rughe.

 

Scegli L’Aceto Di Mele BIO

Prima di tutto, devi accertarti che l’aceto di mele sia prodotto da mele intere e non da scarti.

Un vero aceto biologico deve indicare sull’etichetta che la frutta non è stata trattata con pesticidi. Irrorando le mele con sostanze tossiche si rischia che il veleno chimico non rimanga a livello della buccia ma possa filtrare fin nella polpa.

Ricordiamoci che le bucce contengono vitamine e fibre. Il migliore aceto di mele è ottenuto dal frutto intero, compresa la buccia, a patto che sia stato fatto crescere e maturare in modo naturale e biologico, nel rispetto dei cicli della terra.

 

E Per Finire
3 Pillole Naturopatiche

  • Curarsi Con L'Aceto usandolo come integratore

Basta un cucchiaino di aceto di mele al giorno per attivare il metabolismo e rinnovare i tessuti.

 

  • Curarsi Con L'Aceto usandolo per diluire i fiori di Bach.

Le persone che non possono assumere alcol e i bambini possono utilizzare fiori di Bach preparati con l’aceto di mele al posto del brandy

 

  • Curarsi Con L'Aceto rinforzando vene e arterie.

L’aceto di mele, ricco di potassio, è un’ottima cura rinforzante per vene e arterie. Fluidifica il sangue e combatte i disturbi circolatori e l’arteriosclerosi.

 

Leggi anche:

► Miele Brucia Grassi

► Come Preparare Un Punch Natalizio

► Svelato Il Trattamento Antiage Di Fine Anno

 

Dai Un’Occhiata Al Mio Ultimo Lavoro:

Acidità E Mal Di Stomaco ► Acidità E Mal Di Stomaco: Un Fuoco Che Brucia Dentro (Risolvilo con un Click! Vol. 2)

Finalmente la soluzione, risolvendo la Causa e non il Sintomo. Il sintomo del bruciore può rappresentare una difficoltà a esprimere la propria aggressività perché è vissuta come distruttiva.

In chiave simbolica l’aumento dell’acidità gastrica e la diminuzione delle difese della parete gastrica possono essere considerati simili a un meccanismo auto aggressivo, all’esplosione di un fuoco che non trova altri sbocchi o sufficienti substrati su cui agire.

 

 

A Domani Con La Prossima Guida! 🙂