Come Curare L’Influenza E Soprattutto Prevenirla … Una Sola Risposta: Echinacea.

Imparare Come Curare L’Influenza E Soprattutto Prevenirla, adesso, è inevitabile. L’abuso di farmaci antinfluenzali e di medicinali contro le infezioni batteriche riempie di tossine l’organismo e danneggia gli anticorpi. Ecco il fiore che li rinforza “al naturale”: Echinacea.

Finalmente meno antibiotici … questa è la parola d’ordine di gennaio, perché il ricorso alla chimica è ancora oggi troppo disinvolto. Non siamo consapevoli di quanto questo genere di intervento debiliti sensibilmente il nostro sistema immunitario.

Il rischio di ricadute aumenta e le difese ridotte aprono la strada ad altre forme di infezione perché ci trovano più sensibili e fragili. È lo scotto che si paga per un’assunzione di farmaci che dovrebbero, semmai, essere utilizzati con il contagocce …

 

Basta Un Poco Di Zucchero
E La Pillola Va Giù …

Purtroppo l’illusione che “basti una pasticca perché tutto sia risolto” e che gli effetti collaterali non esistano è ancora ben radicata nel nostro vissuto collettivo. E allora che cosa facciamo contro la terribile influenza presente ogni anno? Una sola cosa: “alziamo il tiro” della prevenzione. Aumentiamo, quindi, uno stile di vita consono alla stagione e assumiamo quelle protezioni “verdi” che la natura mette a nostra disposizione. Prima tra tutti l’Echinacea.

 

Sapere Come Curare L’Influenza È Importante Ma …
La Prevenzione È L’Arma Vincente

L’echinacea è tra i rimedi naturali più apprezzati. Oggi è considerata un vero e proprio “antibiotico naturale” in quanto straricca di capacità immunostimolanti, ed è una delle erbe più efficaci per evitare sia il raffreddore che gli stati influenzali in generale.

L’echinacea è una pianta appartenente alla famiglia delle Asteraceae, dalle cui radici si ricavano utili estratti usati, appunto, per la cura delle malattie da raffreddamento, raffreddore ed influenza in primis.

Le qualità che le vengono attribuite sembrano trovare fondamento nelle proprietà immunostimolanti della frazione polisaccaridica delle radici.

In particolare l’echinacea stimola la fagocitosi delle cellule immunitarie, ovvero la capacità di “ingoiare” e distruggere virus e batteri. Aumenta la produzione di properdina che potenzia l’azione difensiva delle cellule stesse nei confronti degli agenti esterni.

In generale è anche un ottimo antinfiammatorio e rigenerante cellulare.

 

[bullet_block large_icon=”66.png” width=”” alignment=”center”]

  • In capsule o liquida? L’echinacea può essere assunta in estratto secco come vaccino preventivo e in tintura se l’influenza è già in atto, per curare la sintomatologia.

[/bullet_block]

 

Come Assumere Il Rimedio

L’echinacea è un’autentica “miniera d’oro” per stimolare gli anticorpi. Se presa per tempo e anche durante l’ultimo scorcio di inverno, aiuta l’organismo a reagire meglio ai virus e attenua l’eventuale sintomatologia in atto.

 

[bullet_block large_icon=”23.png” width=”” alignment=”center”]

  • Estratto Secco

[/bullet_block]

Per la sua azione preventiva l’echinacea va assunta, in forma di estratto secco, nella dose di 1-2 capsule al giorno per almeno 2 mesi.

 

[bullet_block large_icon=”23.png” width=”” alignment=”center”]

  • Tintura Madre

[/bullet_block]

Se la malattia da raffreddamento è già in atto si ricorre invece alla tintura madre, 30 gocce in poco acqua 3 volte al giorno, sino a scomparsa della sintomatologia.

 

Leggi Anche:

► Come Curarsi Con Il Miele

► Virus Influenzale? Schivalo Così!

 

A Dopo Con La Prossima Guida! 🙂