Come Curare L’Anemia Naturalmente? Soprattutto, Come Evitare Danni Gravi …

Sì, Massimiliano tu vuoi suggerirmi Come Curare L’anemia, ma, come faccio ad accorgermene in tempo? Il sangue pallido ti rende debole …

Il sangue perde globuli rossi e non è più in grado di trasportare ossigeno. Le conseguenze più immediate sono una stanchezza cronica e una serie di disturbi invalidanti. L’anemia è una malattia che colpisce particolarmente le donne.

La fantastica notizia è che si può correre ai ripari, anche con l’aiuto dei rimedi naturali.

Anemia letteralmente significa “assenza di sangue” ma si riferisce propriamente a una carenza di globuli rossi o di emoglobina, la proteina in essi contenuta deputata al trasporto dell’ossigeno a tutte le cellule dell’organismo.

L’anemia è un disturbo piuttosto comune che interessa circa il 20% delle donne adulte, la metà delle donne gravide e il 3% degli uomini.

Le donne e le persone affette da malattie croniche sono più esposte al rischio di anemia.

Questa si può manifestare a causa di una perdita di sangue, di una ridotta o anormale attività del midollo osseo o anche per una più rapida distruzione dei globuli rossi circolanti.

L’anemia può essere prevenuta da una sana alimentazione e limitata da adeguate cure naturali.

 

I Globuli Rossi

Come Curare L'Anemia

I globuli rossi, attraverso la circolazione sanguigna, portano ossigeno dai polmoni al cervello, ai muscoli e a tutti gli altri organi e cellule dell’organismo, che ne ha estremo bisogno per compiere tutte le sue complesse funzioni fisiologiche.

I globuli rossi contengono emoglobina, una proteina che abilita queste cellule al trasporto dell’ossigeno.

La maggior parte dei globuli rossi sono prodotti regolarmente nel midollo osseo, un tessuto rosso che occupa le cavità di molte ossa piatte e di alcune ossa brevi.

Per formare globuli rossi ed emoglobina, l’organismo ha bisogno di ferro e vitamine.

La fonte principale di questi nutrienti è il cibo che mangiamo.

Quando si è affetti da anemia l’organismo produce globuli rossi sani in quantità insufficiente, oppure ne perde o ne distrugge in numero superiore a quanti ne produce.

Conseguenze di ciò sono l’abbassamento del numero di globuli rossi nel sangue e la riduzione della capacità di trasportare ossigeno a organi e tessuti dell’organismo.

La persona si affatica facilmente e sviluppa una serie di sintomi coe-renti con le modificazioni fisiologiche dei globuli rossi.

 

Cos’è L’Anemia
Quando Il Sangue Viaggia Senza Passeggeri

[bullet_block large_icon=”23.png” width=”” alignment=”center”]

  • Grazie a ferro e vitamine assunti nei cibi, il midollo osseo può produrre globuli rossi ed emoglobina
  • In condizioni normali, l’emoglobina si fissa all’ossigeno e lo trasporta a tutto l’organismo, fornendo l’energia ai tessuti.
  • Nell’anemia, la carenza di globuli rossi impoverisce la fornitura di ossigeno ai tessuti, causando una prostrazione generale.

[/bullet_block]

 

Le Anemie Più Comuni

Alla base di un’anemia ci possono essere molti motivi. Senza dubbio il più frequente è la carenza di ferro ma significativi sono anche i deficit vitaminici in particolare di vitamina B12, di acido folico, di vitamina C, di Vitamina E e B6.

Vi sono poi alcune malattie infettive come la malaria, disturbi della tiroide, intossicazioni da metalli tossici come il piombo, abuso alcolico e numerose malattie cronico-degenerative severe, come i tumori, che la provocano.

 

Gli Aspetti Simbolici
Un Sacrificio Al Dio Marte

L’anemia con i particolare sintomi che la caratterizzano rimanda a un deficit di energia vitale, a un esaurimento del flusso vivificatore, che partendo dal cuore attraverso il sangue, nutre ogni parte di noi.

L’esaurimento energetico dell’anemia segnala un sacrificio della propria identità in cui la parte maschile, legata all’azione, alla muscolarità, alla aggressività non riesce a esprimersi.

Queste deficitarie caratteristiche del maschile, simboleggiate dal dio latino della guerra Marte, riportano metaforicamente al deficit di ferro dell’anemia, alla carenza cioè dell’elemento marziale per antonomasia.

 

Anemia Sideropenica

È la più comune forma di anemia ed è legata alla mancanza di ferro.

Senza ferro infatti il midollo osseo non è in grado di produrre emoglobina per i globuli rossi.

Un modo con cui il midollo osseo si rifornisce di ferro è quello di recuperarlo dalle cellule che muoiono e lo riversano nel sangue per essere riciclato.

Quindi perdere sangue significa anche perdere ferro. Per questo le donne con mestruazioni abbondanti a ogni ciclo sono a maggior rischio di anemia sideropenica, come pure le persone affette da ulcera gastro duodenale o poliposi dell’intestino, condizioni che possono causare lenti e cronici sanguinamenti.

Il cibo è l’altra modalità con cui il midollo osseo riceve il ferro.

Una dieta povera di ferro può condurre all’anemia.

Vegetariani stretti possono introdurre scarse quantità del minerale, oppure donne gravide vedono ridurre le proprie riserve di ferro, poiché il feto che cresce utilizza una parte consistente di quella introdotta dalla madre con i cibi.

 

Anemia Da Deficit Di Vitamine

Oltre al ferro, l’organismo ha bisogno di vitamina B12 e di acido folico per produrre globuli rossi sani.

Una dieta povera di questi nutrienti chiave, provoca una riduzione della formazione di globuli rossi.

Le persone che soffrono di disturbi intestinali che coinvolgono l’assorbimento dei nutrienti sono più suscettibili a questa forma di anemia.

Alcune persone sono incapaci di assimilare la vitamina B12 sviluppano un tipo particolare di anemia detta “perniciosa”.

 

Anemia Da Malattie Croniche

Alcune malattie croniche, come l’artrite reumatoide, il cancro, le malattie infiammatorie intestinali, il diabete e l’insufficienza renale o del fegato, possono interferire con la produzione e la vitalità dei globuli rossi e causare anemia.

 

Come Scoprirla

I sintomi e i segni dell’anemia, se questa è di lieve entità, non sono sempre evidenti.

Pertanto oltre a un esame fisico, il medico potrà sottoporti a un esame del sangue, in cui si contano i globuli rossi, si misura la quantità di emoglobina, si valutano le riserve di ferro.

 

I Sintomi
Pallore E Stanchezza, Gli Effetti più Comuni Da Tenere D’Occhio

 

Chi Colpisce:

[bullet_block large_icon=”108.png” width=”” alignment=”center”]

  • Donne 20% 
  • Uomini 3%
  • Donne gravide 50%

[/bullet_block]

 

I Sintomi:

[bullet_block large_icon=”23.png” width=”” alignment=”center”]

  • Stanchezza
  • Capogiri
  • Mal di testa
  • Depressione
  • Scarso desiderio sessuale
  • Pallore
  • Palpitazioni
  • Irritabilità

[/bullet_block]

 

Le Cause:

[bullet_block large_icon=”18.png” width=”” alignment=”center”]

  • Carenza di ferro, vitamina B12, B6, C, E, Acido folico
  • Malaria, disturbi tiroidei, intossicazioni da metalli, abuso di alcol, tumori

[/bullet_block]

 

Quando serve il medico:

[bullet_block large_icon=”6.png” width=”” alignment=”center”]

  • La pelle è pallida e vi sentite deboli, stanchi e faticate a respirare
  • Provi intensa fatica dopo uno sforzo di intensità normale
  • La pelle diventa di una colorazione giallastra
  • Si formano piccole raccolte di sangue sotto la pelle o si formano piccoli ematomi in conseguenza di leggeri traumi
  • Non sei più in grado di svolgere la tua abituale attività fisica
  • Ti senti stanca per più di una settimana consecutiva

[/bullet_block]

 

Come Curare L’Anemia

 

[bullet_block large_icon=”66.png” width=”” alignment=”center”]

  • Le risorse della natura: ridanno fiato all’organismo e colore alla vita …

[/bullet_block]

 

Quasi sempre l’anemia è una condizione ben curabile. Tuttavia possono essere necessarie settimane affinché il livello di globuli rossi torni su valori normali.

Ti propongo le possibilità della Naturopatia nella cura Complementare. (Non Alternativa)

Non dimenticare che le anemie gravi espongono a rischio di vita, quindi non possono prescindere da cure e assistenza medica.

 

Alimentazione

Come Curare L'Anemia

L’anemia da deficit di ferro e da deficit vitaminico possono essere prevenute e curate con una scelta oculata degli alimenti che compongono la dieta.

I vegetali a foglia verde, per esempio, sono una buona fonte di ferro. Sgombro e salmone sono ottime fonti di vitamina B12. le lenticchie offrono invece anche buone quantità di acido folico.

 

[bullet_block large_icon=”66.png” width=”” alignment=”center”]

  • Se pensi di essere a rischio di anemia è bene che tu prenda in considerazione nella dieta almeno alcuni dei seguenti cibi:

[/bullet_block]

 

[bullet_block large_icon=”6.png” width=”” alignment=”center”]

  • mele
  • prugne
  • albicocche
  • prezzemolo
  • piselli
  • asparagi
  • broccoli
  • uva
  • cereali integrali

[/bullet_block]

Per un maggiore apporto di ferro il succo di crescione è un’interessante alternativa vegetale. Inoltre è sempre valida la regola di mangiare cibi o bere succhi di frutti ricchi in vitamina C.

Questa vitamina favorisce infatti l’assorbimento intestinale del ferro.

Evita invece i cibi ad alto contenuto di acido ossalico, poiché questa sostanza interferisce con il corretto assorbimento del ferro.

 

Ne sono ricchi:

[bullet_block large_icon=”23.png” width=”” alignment=”center”]

  • spinaci
  • mandorle
  • anacardi
  • cioccolato
  • cavolo
  • la maggior parte dei fagioli

[/bullet_block]

 

Come Curare L’Anemia Con Gli Integratori Giusti

Come Curare L'Anemia

In caso di anemia o in gravidanza gli integratori di ferro e vitamina B12 possono essere presi in considerazione solo insieme al proprio medico.

Il ferro infatti è estremamente tossico in quantità eccessive.

Un uso inadeguato di supplementi dietetici può provocare un sovraccarico del minerale con dolori addominali e problemi digestivi.

Sicuramente in autonomia e con un’adeguata conoscenza, continuerai a prestare attenzione agli alimenti giusti.

 

[bullet_block large_icon=”53.png” width=”” alignment=”center”]

  • Attenzione!

[/bullet_block]

Se stai già assumendo integratori di calcio, vitamina E, zinco o antiacidi per lo stomaco, distanzia di alcune ore l’assunzione del ferro.

Questi integratori possono infatti interferire con l’assorbimento del prezioso minerale.

 

Come Curare L’Anemia Con L’Omeopatia

L’omeopatia offre una serie di rimedi che possono essere utile per la cura dell’anemia. Tuttavia gli omeopati considerano questo disturbo come una modificazione organica legata a una causa sottostante e preferiscono trattare quest’ultima.

Ecco due dei rimedi maggiormente prescritti in caso di anemia …

 

Come Curare L’Anemia Con
China rubra

Dalla corteccia dell’albero della China, originario del Sud America, viene preparato questo rimedio omeopatico, particolarmente  prezioso in quei casi di anemia cronica legata a perdite di sangue improvvise o a emorragie non individuate, lente e costanti.

Come puoi fare:

China rubra va assunta alla 9 CH in ragione di 5 granuli due volte al dì lontano dai pasti.

 

Come Curare L’Anemia Con
Kalium carbonicum

Bianco e inodore, il carbonato di potassio è una potente sostanza alcalina impiegata nell’industria.

Trattato secondo i principi della farmacologia omeopatica diventa un rimedio assai interessante per la cura di tutte quelle anemie accompagnate da estrema debolezza.

Come puoi fare:

Kalium carbonicum va assunto alla 9 CH in ragione di 5 granuli al dì una volta al dì

 

Come Curare L’Anemia Con I Gemmoderivati

Carpinus betulus

Il carpino è un albero della famiglia delle Betulacee.

Le sue gemme hanno una spiccata attività antiemorragica e un’azione stimolante sul metabolismo del midollo osseo.

Per questo è indicato nella cura delle anemia, soprattutto di quelle conseguenti a un lento ma costante sanguinamento (mestruazioni, ulcere gastriche, emorroidi).

Come puoi fare:

Il dosaggio consigliato è il seguente: 50 gocce di Carpinus betulus macerato glicerico (M.G.) alla 1 DH, da assumere un quarto d’ora prima di colazione con poca acqua.

È necessaria l’associazione con almeno uno dei gemmoderivati che seguono.

 

Come Curare L’Anemia Con
Tamarix gallica

Il tamerice è arbusto mediterraneo, noto anche come albero delle nebbie, per via del luogo di crescita preferito, vicino all’acqua.

I giovani getti di tamerice contengono principi attivi che stimolano direttamente fegato, milza e soprattutto il midollo osseo.

In tal modo favoriscono la produzione, la vitalità e l’adeguata durata della vita dei globuli rossi.

Utile in tutte le forme di anemia e di prescrizione sistematiche nelle anemie associate a malattia cronica.

Come puoi fare:

Il dosaggio consigliato è di 50 gocce di Tamarix gallica macerato glicerico (M.G.) alla 1 DH, da assumere un quarto d’ora prima di cena con poca acqua. È spesso utile associare a Tamarix il gemmoderivato Corylus avellana.

 

Come Curare L’Anemia Con
Corylus avellana

Il complicato nome latino definisce un albero noto forse più per i suoi frutti gustosi che per le proprietà curative: il nocciolo.

In realtà questa pianta possiede preziose virtù terapeutiche tra cui la capacità di stimolare l’eritropoiesi, la produzione cioè di globuli rossi.

È consigliabile associare questo gemmoderivato a Tamarix gallica e a Carpinus Betulus.

Come puoi fare:

Corylus avellana macerato glicerico (M.G.) va assunto alla 1 DH, in ragione di 50 gocce un quarto d’ora prima di pranzo con poca acqua.

 

La Fitoterapia
Un Aiuto Viene Dal Fieno Greco

Come Curare L'Anemia

L’azione rivitalizzante e antianemica dei semi di fieno greco era nota già secoli fa. In effetti i semi maturi raccolti tra luglio e settembre sono ricchi, tra le altre cose, di ferro organico e di sostanze stimolanti l’attività del midollo osseo.

Scegli la tintura madre di Trigonella foenum graecum e assumila per tre mesi, per venti giorni consecutivi ogni mese, 30 gocce un quarto d’ora prima dei pasti 2-3 volte al dì.

La trigonella è però sconsigliabile in gravidanza per una possibile azione ossitocica inappropriata (favorente cioè le contrazioni uterine).

 

Leggi Anche:

► Stanchezza Fisica e Mentale

 

Dai Un’Occhiata Al Mio Corso:

Come Curare L'Anemia

Perché la Soluzione della Colite può avvenire solo con una visione Olistica? Solo con la Conoscenza e la Consapevolezza potrai eliminare gli attacchi colitici una volta per tutte.

Con questo Corso Semplice e Pratico, potrai risolvere tutti i problemi di colite con uno schiocco delle dita. Scaricalo sul tuo Kindle, Smartphone o Tablet e portalo sempre con te! Utilissimo, infatti, anche in Viaggio e in Vacanza. E se sei un Naturopata o Operatore Olistico, qui hai gli strumenti giusti per aiutare i tuoi clienti in modo semplice, immediato ed efficace.

 

A Dopo Con La Prossima Guida! 🙂