Come Combattere La Cellulite

Come Combattere La Cellulite

Come Combattere La Cellulite A Gennaio? Adesso È Il momento Di Ridurre L’Eccesso Di Colesterolo …

Ti spiego Come Combattere La Cellulite adesso perché le feste natalizie di solito portano un aumento dei livelli di colesterolo nel sangue. Un eccesso di colesterolo nel plasma produce una dilatazione dei vasi che favorisce edemi e buccia d’arancia.

 

  • Depura il sangue e i cuscinetti spariranno subito ...

 

Una dieta troppo ricca di grassi e sale e povera di vitamine innalza i livelli di grassi ematici e può danneggiare la circolazione così i tessuti si ammalano e si dilatano …

Con l’inizio dell’anno, arrivano i buoni propositi salutistici: servirebbero più attenzione all’alimentazione, magari, un controllo dei livelli del colesterolo nel sangue, probabilmente, aumentati durante le vacanze natalizie.

Ormai è scientificamente provato che esiste una relazione tra livelli eccessivi di colesterolo nel sangue e aumento dei processi di stress ossidativo e di degenerazione a livello vascolare.

Quando le pareti dei vasi si mantengono integre e il sangue può nutrire e ossigenare tutti i distretti corporei, teniamo lontani i processi di invecchiamento precoce.

Anche nell’insorgenza della cellulite gioca un ruolo fondamentale lo stato alterato delle pareti dei piccoli vasi che, se sono danneggiate, infiammate o indurite dal colesterolo, non riescono a trattenere in modo ottimale i liquidi; così questi trasudano all’esterno generando una condizione di edema e di sofferenza cellulare, che innesca le modificazioni in senso cellulitico del tessuto adiposo sottocutaneo.

 

Il Colesterolo
La Prima Causa Dei Cuscinetti

Come Combattere La Cellulite

Un’alterazione del drenaggio circolatorio è correlata con molte malattie ed è all’origine dei problemi vascolari in generale. In più, se a causa di un’alimentazione grassa e salata e dell’abuso di fumo e alcol il sangue si riempie di colesterolo, si formano sulle pareti dei vasi pericolose “placche” di grasso che affaticano ulteriormente la circolazione, dilatano le pareti dei vasi e aprono la strada a patologie cardiovascolari e neurologiche come arteriosclerosi, ictus, infarto e – più banalmente – accumulo di cellulite.

Gli indici per scoprire, anche senza esami clinici, una sofferenza a livello vascolare dovuta al deposito di colesterolo sono rappresentati da un sospetto gonfiore degli arti inferiori, che risultano arrossati, congesti e dolenti. Tuttavia, anche controllare i tassi di colesterolo ematico non risulta efficace in senso preventivo, se non si riduce prima l’accumulo di omocisteina.

 

  • L'Omocisteina Un Aminoacido Con Funzioni Depurative Che, Se Si Deposita Nei Vasi, Genera Gonfiore

 

Come Combattere La Cellulite
Riequilibrando I Livenni Di Omocisteina

Come abbiamo visto, i più aggiornati test di screening sanguigno per valutare il rischio cardiovascolare tengono conto non solo dei livelli di colesterolo e trigliceridi ma anche del tasso di omocisteina, un aminoacido che svolge nel nostro organismo un importante processo di disintossicazione, chiamato processo di metilazione.

Nel corso di questo processo una molecola, chiamata donatore di metile, trasferisce un gruppo chimico a un’altra molecola, rigenerando le cellule e riparando i danni del DNA.

Questo meccanismo è facilitato da fattori di metilazione come la vitamina B6, B12, l’acido folico e lo zinco.

La metionina, un aminoacido presente nelle proteine alimentari, donando un metile si trasforma in omocisteina, la quale a sua volta deve essere riconvertita in metionina accettando un altro metile.

Se questa rimetilazione dell’omocisteina non avviene, l’aminoacido si accumula nell’organismo e, col tempo, danneggia le pareti dei vasi sanguigni, funzionando alla stregua di un abrasico che agisce sulla parte più interna delle pareti vasali, indebolendole e facendole dilatare.

Se hai esagerato a tavola a dicembre e ti senti “intossicata”, continua a leggere e scopri (anche senza esami del sangue) le erbe che drenano il colesterolo, ti sgonfiano e combattono i cuscinetti.

 

Vitamina B, Rusco E Zenzero
Drenano Edemi, Adipe E Tossine

Per riequilibrare i livelli di colesterolo e omocisteina, riportandoli a un livello ottimale, è necessario agire contemporaneamente su due fronti: quello alimentare e quello delle cure erboristiche.

Sul fronte della dieta, è ovvio che andrebbero eliminati o almeno ridotti per un mese, il sale e i grassi d’origine animale, le carni rosse, i salumi e i formaggi stagionati, che contribuiscono a far aumentare i grassi circolanti nel sangue.

Per un’azione disintossicante sono indispensabili le vitamine (soprattutto quelle del gruppo B), che vanno però associate alle piante specifiche per riattivare la circolazione, da impiegare per uso orale e cosmetico. Ecco come si deve procedere.

 

Prima Di Tutto
Integra La Dieta Con Le Vitamine

Dal punto di vista nutrizionale in presenza di sangue “grasso” è essenziale che vi sia un adeguato apporto dei cosiddetti fattori di metilazione: vitamina B6, B12 e acido folico (vitamina B10). Anche la vitamina C protegge i vasi sanguigni contro l’ossidazione ed è importante per mantenere sotto controllo i livelli dell’omocisteina, che in un sangue sano dovrebbero essere inferiori a 10 micromoli per litro.

 

I cibi “Sgrassa-Sangue”

Ecco gli alimenti da consumare ogni giorno per liberare il sangue dall’eccesso di colesterolo e di omocisteina.

 

  • La vitamina B6

È contenuta nei cereali integrali, nel lievito di birra, nella carne, nei vegetali verdi, nel germe di grano (in polvere o in olio).

 

  • La vitamina B12

È presente nelle uova, nel pesce, nel latte, nel fegato, mentre non è contenuta negli alimenti di origine vegetale. Chi adotta un’alimentazione vegerariana dovrebbe prevedere una supplementazione di vitamina B12 come integratore, per non ingenerare una carenza.

La carenza di vitamina B12 è subdolamente frequente per il fatto che quest vitamina necessita di un elemento per essere assorbita a livello intestinale (chiamato fattore intrinseco), prodotto dallo stomaco.

Disfunzioni a livello gastrointestinale, assai frequenti nella nostra società, possono pregiudicare l’assorbimento ottimale della vitamina.

 

  • L'acido folico (vitamina B10)

È presente nei vegetali a foglia verde, nei latticini, nel lievito di birra, nei cereali integrali.

Ricorda che tutte le vitamine del gruppo B sono delicate in quanto non resistono alle alte temperature e ai processi di conservazione e lavorazione dei cibi, che andrebbero consumati crudi o poco cotti.

Se lo desideri puoi assumere le vitamine del gruppo B sotto forma di integratori che aiutano  a prevenire i danni legati ai livelli troppo elevati di colesterolo e omocisteina nel sangue e nei tessuti.

Queste capsule contengono un mix di fattori di metilazione (vitamine B6 e B12, acido folico) e sostanze che svolgono un ruolo importante nel processo di detossificazione del’omocisteina, come colina e betaina.

 

L’Aiuto Delle Erbe

Miscele di piante “amiche della circolazione, come cipresso, hamamelis, centella, ippocastano, meliloto, ginkgo, vite rossa, sotto forma di tisane o, in quantità più concentrate, come estratti secchi (in capsule), utilizzate a cicli di almeno un paio di mesi, svolgono un’efficace azione protettiva a beneficio della circolazione, riducendo l’edema e la permeabilità capillare, inibendo gli enzimi coinvolti nella degenerazione delle pareti vasali, esercitando un’azione antiflogistica e aumentando la resistenza dei vasi sanguigni.

 

Bevi Di Più

Anche una regolare e abbondante idratazione favorisce una più rapida depurazione del sangue. Ora ti spiego Come Combattere La Cellulite bevendo. Semplice, ora che è inverno è più gradevole bere liquidi caldi, come le tisane. Quale miglior occasione, quindi, di prepararsi una fantastica tisana sgonfiante con le piante giuste … ecco la ricetta perfetta:

 

La Tisana Sgonfiante
Da Bere Per Tutto Gennaio

Ingredienti:

  • Vite rossa (30 g)
  • Ginkgo biloba foglie (30 g)
  • Rosa canina frutti (30 g)
  • Zenzero radice (10 g)

 

Preparazione:

Si prepara un infuso lasciando riposare per 15 minuti un cucchiaio di miscela d’erbe in una tazza di acqua bollente e poi filtrando.

Se ne bevono due tazze al giorno.

 

Come Combattere La Cellulite
Con Il Massaggio Drenante All’Olio di Limone E Zenzero

Come Combattere La Cellulite

Dal basso in alto. Per essere efficace, il massaggio depurativo va fatto partendo dalle caviglie e salendo verso i fianchi.

A 30 ml di olio di mandorla aggiungi 15 gocce di olio essenziale di limone e 6 gocce di olio essenziale di zenzero. Massaggia una volta al giorno un po’ di questo composto sulle gambe partendo dai piedi.

 

Come Combattere La Cellulite
Grazie Alle Virtù Degli Oli Essenziali

  • Il limone

È efficace come stimolante delle difese, tonificante e drenante della microcircolazione venosa linfatica.

 

  • Lo zenzero

È antiossidante e antinfiammatorio e riattiva il microcircolo.

 

Leggi Anche:

► Cosa Hanno In Comune Cellulite E Tiroide?

 Come Eliminare la Cellulite Con Una Camminata

 

A Dopo Con La Prossima Guida! 🙂