Come Coltivare La Salvia Sul Balcone

Come Coltivare La Salvia Sul Balcone

Questo mese ti spiego come coltivare la salvia sul balcone perché è una pianta  magica, ti salva da asma, mal di fegato, zanzare insieme ad altri fantastici benefici.

Immagina, se esistesse una pianta magica, che ti pulisse le vie respiratorie, che ti aiutasse digerire meglio, che allontanasse gli insetti, ad esempio le zanzare. Che al bisogno non ti facesse sudare troppo, che ti rigenerasse sangue e ormoni, che al bisogno riuscisse a sbloccare il ciclo mestruale. Che ti aiutasse psicologicamente e che fosse in particolar modo antidepressiva e magari perché no, se la potessi usare anche per pulire i denti e curare le gengive eliminando le afte. E il colluttorio? Magari che la potessi usare anche come colluttorio. Visto che ci siamo ci starebbe bene anche l’effetto sbiancante per i denti. Immagina, se esistesse una sola pianta con tutte queste proprietà? Ebbene sì, esiste …

Eccola la pianta perenne della famiglia delle Labiateae, la Salvia (Salvia officinalis) cresce spontanea nelle zone sassose e aride dell’Italia centrale, della Toscana, della Sardegna fino ad arrivare a Malta.

Da sempre considerata e “relegata” nella zona adibita a orto, questa pianta officinale oggi trova un sempre maggiore impiego nelle aiuole e sui balconi come vegetale ornamentale grazie ai suoi fiori che spaziano da un bel colore viola scuro fino al quasi bianco.

Immancabile nel tuo orto cittadino perché, oltre a essere una pianta curativa, tiene lontani insetti e zanzare. Così sarà sempre pronta all’uso quando vuoi dare sapore ai tuoi cibi o usarla come farmaco.

 

Ecco Come Coltivare La Salvia Sul Balcone

La salvia si propaga per suddivisione delle radici o per talea: ogni 2-3 anni, per rinnovare e fortificare la pianta, taglia in primavera i rami a 3-5 centimetri dalla base o dividi i cespi per fare nuove piante. Con le parti apicali della potatura, puoi fare altre piantine interrando i rami tagliati in terra mista a sabbia e ghiaia, in un vaso posto all’ombra.

 

Quando puoi metterla a dimora

L’ideale sarebbe trapiantare la salvia fra aprile e maggio, ma trattandosi di una pianta rustica e versatile tutti i mesi (tranne quelli invernali) vanno bene per la messa a dimora. La salvia ama terreni asciutti e ben drenati e le irrigazioni non devono essere troppo frequenti. Il vaso dovrà avere un diametro da 25 a 40 centimetri.

 

Puoi abbinarla con rosmarino e lavanda

Nell’angolo del terrazzo dedicato alle piante aromatiche, la salvia si abbina bene con rosmarino e lavanda, due “consorelle” mediterranee con le quali ha in comune proprietà curative e ornamentali.

Ricorda di potarla in autunno. Le foglie puoi raccoglierle in estate, prima della fioritura, e puoi farle essiccare adagiandole su di una retina al sole.

 

Abbiamo Visto
Come Coltivare La Salvia Sul Balcone
Adesso Ti Parlo Dei Suoi Benefici Iniziando
Dal Significato Simbolico Che Ti Descrive
L’Anima Della Salvia …

Il nome salvia deriva dal latino salus, ossia “salvezza” o “salute”. Già agli antichi romani erano, infatti, note le proprietà terapeutiche di questa pianta rustica, mentre un vecchio proverbio recita che “chi ha la salvia nell’orto ha la salute nel corpo”. Un tempo i contadini ritenevano che se nei loro giardini la salvia cresceva forte e rigogliosa anche la loro famiglia avrebbe avuto lunga vita.

 

Come Coltivare La Salvia Sul Balcone È Utile
Perché È Un Vegetale E Farmaco Allo Stesso Tempo

Come Coltivare La Salvia Sul Balcone

In ogni foglia di salvia trovi oli essenziali (borneolo, canfora, cineolo e tujone), tannini, saponosidi e colina, fitormoni, calcio, magnesio, ferro, potassio, vitamine B e C. Tutti questi principi attivi, agendo in sinergia, garantiscono ottimi effetti terapeutici naturali.

La salvia rigenera sangue e ormoni: Usata sotto forma di bevanda, la salvia ha la capacità di depurare il sangue dall’eccesso di zuccheri e di scorie grasse: inoltre i fitormoni presenti nella pianta regolano il ciclo mestruale, favoriscono un flusso regolare e alleviano i disturbi tipici della menopausa, come le vampate.

Bevi la sua tisana dopo i pasti “pesanti”. Ecco come puoi fare:

La tisana preparata con 3-4 foglie di salvia e dolcificata con un cucchiaino di miele è il miglior digestivo da bere dopo un pasto ricco di grassi: stimola la ghiandola epatica e riduce colesterolo e glicemia.

 

Sapere come coltivare la salvia sul balcone è utile anche a chi soffre di depressione:

Proprio per la sua natura vitale e tenace, la salvia è anche ritenuta un vegetale guida per chi soffre di malinconia, di ansia o di vera e propria depressione.

Coltivarla in vaso, accarezzare le sue foglie morbide e carnose, annusare la sua fragranza intensa la mattina o la sera stimola, infatti, i centri cerebrali che regolano il tono dell’umore e favorisce uno stato di rilassamento e di benessere profondo.

Un bagno con 5 gocce di olio di salvia aiuta anche a combattere la sindrome premestruale.

 

Attenzione al sovradosaggio:

In cucina la salvia è normalmente impiegata per dare sapore ai cibi sotto forma di battuto: tuttavia non bisogna esagerare con le quantità (superare le 3-5 foglie di salvia al giorno) perché un suo olio essenziale (il tujone) ad alte dosi provoca nausea.

La salvia è anche controindicata in gravidanza perché può provocare contrazioni uterine e durante l’allattamento, perché inibisce la montata lattea.

 

 Impara Come Coltivare La Salvia Sul Balcone
Otterrai Dentifricio E Colluttorio Naturali

Come Coltivare La Salvia Sul Balcone

I contadini un tempo, in mancanza del dentifricio, erano soliti strofinare una foglia di salvia su gengive e denti per pulire e sbiancare la dentatura.

Grazie alla sua ricchezza in oli essenziali disinfettanti e stimolanti, la salvia elimina i batteri che sono all’origine della placca e riattiva la microcircolazione delle mucose orali, aiutando a prevenire gengiviti, piorrea e tartaro.

Adesso ti do qualche suggerimento semplice, poi trovi una video-ricetta per la preparazione di un dentifricio di salvia in polvere.

Come puoi fare:

  • Lava una grossa foglia di salvia.
  • Asciugala tamponandola con un tovagliolo di carta.
  • Massaggiala sui denti e sulle gengive.
  • Sciacqua la bocca con acqua fresca.

In erboristeria e farmacia trovi comunque dei dentifrici naturali a base di olio essenziale di salvia.

Come prepararti un colluttorio:

  • Prepara un infuso con 5 foglie di salvia.
  • Fai degli sciacqui 2 volte al giorno soprattutto in caso di afte o di infiammazioni del cavo orale.

 

Dentifricio In Polvere Alla Salvia

Il Bicarbonato combatte l’acidità creata dai batteri. L’Argilla ha una leggera azione levigante. L’Olio Essenziale Di Menta è Antisettico e Rinfresca l’Alito. La Salvia è Astringente, Antisettica e Lenisce le Infiammazioni del Cavo Orale, Aiutando a Rinforzare le Gengive.

Come Fare:

  • Metti 2 Cucchiai Di Foglie Di Salvia Essiccate Nel Macinacaffè.
  • Polverizza Finemente Le Foglie Di Salvia.
  • Aggiungi 2 Cucchiai Di Bicarbonato In Un Mortaio.
  • Unisci Le Foglie Di Salvia Polverizzate Al Bicarbonato.
  • Pesta Per Bene Con Il Pestello.
  • Aggiungi Mezzo Cucchiaino Di Argilla Verde Superventilata.
  • Aggiungi 4 Gocce Di Olio Essenziale Di Menta.
  • Miscela Per Bene.
  • Conserva In Un Barattolino Di Vetro.
  • Aggiungi 6 Chiodi Di Garofano Interi spargendoli nella polvere con un cucchiaino.

Puoi Servirti Di 1 Cucchiaino Di Legno Usa E Getta Per Dosare Il Dentifricio Sullo Spazzolino (potrai adattare la misura del cucchiaino al barattolino di vetro, spezzando il manico alla giusta misura). Ovviamente il Cucchiaino lo potrai utilizzare più Volte.

 

Hai visto che è proprio una pianta magica? Soprattutto in estate usala come condimento dappertutto: sulle insalate, sulle verdure cotte, sul pesce al forno, nelle zuppe fredde. Combatte il muco e cura anche la tosse da aria condizionata. Ricorda però non superare le 3-5 foglie al giorno!

 

Leggi Anche:

► Come Coltivare I Pomodori Sul Balcone

► I Pomodori Fanno Bene A Salute E Bellezza

► Mangiare Pomodori Fa Bene, Perché?

 

A Dopo Con La Prossima Guida! 🙂