Come Affrontare L’Esaurimento Nervoso Di Primavera

Esaurimento Nervoso

Perché Ti Parlo Di Esaurimento Nervoso Di Primavera? L’Esaurimento ha vita facile in questo periodo perché il cambio di clima, le turbe ormonali e l’ora legale ci mandano fuori fase …

Gli antichi romani celebravano il capodanno all’inizio della primavera, quando tutto rinasce.

È in questa stagione, infatti, che avviene la produzione di serotonina ed è più attiva la ghiandola pineale, che regola l’alternanza tra sonno e veglia.

Non tutti, però, riescono ad affrontare questo passaggio stagionale e ad adattarsi ai nuovi ritmi.

Molti, infatti, accusano astenia, svogliatezza, insonnia fino ad arrivare a veri e propri disturbi dell’umore, di cui l’Esaurimento Nervoso è quello più noto e diffuso.

Secondo gli esperti, tre sarebbero i fattori scatenanti: la diminuzione della pressione arteriosa, che provoca spossatezza, il risveglio del sistema endocrino e ormonale, e la caduta del tono muscolare legata all’inattività invernale.

Altre concause sono il rialzo delle temperature e il ritorno dell’ora legale (quest’anno è scattata nella notte tra il 25 e il 26 marzo), che da un giorno all’altro porta a posticipare nell’arco della giornata molte attività, contribuendo non poco alla sensazione di stanchezza.

Tutti questi fattori costituiscono il “terreno” di sviluppo dell’esaurimento nervoso, che per fortuna si può affrontare con i rimedi naturali.

 

  • Le Cause Fisiche E Psichiche Dell'Esaurimento Di Primavera

Dieta sbagliata, fumo, troppi farmaci e tensioni continue preparano il terreno all’instaurarsi di questa sindrome.

 

  • Le Regole Alimentari Per Prevenire E Curare Il Disturbo

Un’alimentazione ricca di oli vegetali e cibi freschi di stagione tonifica l’attività neuronale e rigenera i tessuti “stanchi”.

 

  • Le Erbe Calmanti Che Riportano L'Equilibrio

Ricche di principi amari depurativi e di essenze riarmonizzanti, liberano il corpo e la mente dalle scorie irritanti.

 

  • Omeopatia E Oligoterapia Contro Insonnia E Tensioni

Granuli e dosi infinitesimali di metalli riequilibrano l’attività neuronale. E con gli oli giusti, eviti anche le notti in bianco.

 

  • Uno Stile Di Vita Più Disteso Evita Malumore E Stress

Ecco i piccoli trucchi “salva-nervi” : dai aria alla casa, non usare il computer la sera, fai un massaggio prima di coricarti.

 

1
Non Ti Dai Mai Un Attimo Di Tregua? Mente E Corpo Vanno In Tilt

Esaurimento Nervoso

Come un campanello d’allarme che va assolutamente ascoltato, l’esaurimento nervoso si manifesta quando abbiamo “tirato troppo la corda”.

Super lavoro, picchi ripetuti di stress, notti in bianco, ma anche dieta sregolata e abuso di tabacco e farmaci l’organismo di tossine e psichiche.

Che in qualche modo devono essere smaltite.

Il primo sintomo che in genere viene riferito dal soggetto che si dichiara affetto da esaurimento nervoso è la sensazione di sentirsi scarico, affaticato, giù di corda e più in generale “fuori fase”.

Tuttavia, nel definire questo “quadro clinico” connotato da un calo patologico dell’energia vitale, la persona di solito si sofferma poco sui modi con i quali sta affrontando la propria vita, sui disagi che non riesce a superare, sulle ansie e sui carichi di responsabilità che la assediano, sui desideri profondi che non possono venire allo scoperto ma che “lavorano” all’interno, indebolendo forze e resistenza.

Tutto questo insieme di malesseri di natura fisica ed emotiva rappresentano lo “zoccolo duro” sul quale l’esaurimento nervoso poco alla volta prende piede, e non devono essere assolutamente sottovalutati.

 

  • La Testa Che "Scoppia"

È uno dei sintomi che spesso viene lamentato da chi soffre di esaurimento nervoso: in molti casi l’astenia si abbina a cefalea.

 

Le Cause Psichiche
Traumi E Separazioni Lo Favoriscono

Anche la psiche ha un ruolo di primo piano nella genesi dell’esaurimento nervoso. Chi per esempio esce da un lungo periodo di stress (una gravidanza, un lutto, una separazione, ma anche un trasloco o un cambio di lavoro) in molti casi reagisce con una serie di sintomi ricollegabili proprio all’esaurimento: calo dell’energia vitale, ansia, facilità al pianto, perdita della memoria e difficoltà nella concentrazione, insonnia, diminuzione della libido, incubi e paure.

Anche le persone sottoposte a un continuo ed eccessivo carico di responsabilità, chi lavora troppo e in maniera ossessiva, senza mai fare vacanza, ad un certo punto possono iniziare a “perdere colpi” scivolando nell’esaurimento nervoso.

 

  • Eccesso Di Tabacco

Ricorrere alle sigarette per “tenersi su” e riuscire a tenere tutto sotto controllo: l’eccesso di tabacco è un fattore che favorisce l’insorgenza dell’esaurimento. La dipendenza dalla nicotina in Italia riguarda soprattutto le donne che, guarda caso, sono le più colpite da questa patologia.

 

Le Cause Fisiche
Il Corpo Intasato Di Scorie Chimiche E Alimentari È Più A Rischio

A livello organico l’instaurarsi dell’esaurimento può essere favorito da uno stato di debolezza fisica, che spesso si manifesta con maggiore intensità proprio ai cambi di stagione.

Per esempio, un inverno costellato da frequenti influenze e dall’uso eccessivo di antibioticiuna dieta sregolatal’abuso di fumocaffè e alcolici ma anche una lunga permanenza in ambienti chiusi in assenza di attività fisica sono tutti “fattori” che accelerano la comparsa di sintomi neuroastenici, spesso accompagnati da un calo delle difese immunitarie.

L’accumulo di tossine organiche e una cattiva ossigenazione dell’organismo possono infatti peggiorare l’astenia e rendere faticose le dinamiche di adattamento ai nuovi ritmi stagionali: il risultato di questo stato di “intossicazione” si manifesta appunto anche attraverso l’esaurimento.

 

  • Troppi Farmaci

L’abuso di farmaci, in particolare di antibiotici, intasa fegato e reni e rende il corpo incapace di reagire alla stanchezza.

 

  • ... E Scarsa Attività Fisica

Il movimento, soprattutto se eseguito all’aria aperta, promuove lo smaltimento delle tossine. Chi non fa sport mette a rischio difese ed energia.

 

Il Significato Simbolico
Dell’Esaurimento Nervoso:
È La Voce Del Corpo Che Ti Dice Che Stai Chiedendo Troppo A Te Stesso

Qualunque ne sia l’origine (fisica e psichica), l’esaurimento si manifesta come un campanello d’allarme che ci segnala che stiamo chiedendo troppo a noi stessi e come tale non va né sottovalutato né messo a tacere, ma va accolto e ascoltato per orientare diversamente la nostra vita.

È come se, attraverso l’esaurimento, il nostro corpo e la nostra mente ci stessero dicendo che stiamo rischiando una sorta di “bancarotta energetica” e che dobbiamo assolutamente fermarci, per fare il punto della situazione e aiutare il nostro corpo a ricostituire le risorse perdute.

 

2
Insalate Fresche, Oli Di Semi E Banane: Ecco La Ricetta Per Non Perdere La Bussola

Esaurimento Nervoso

Cibi ricchi di sali e vitamine rivitalizzanti abbinati alla giusta dose di proteine aiutano il corpo a secernere le sostanze calmanti.

In primavera, in concomitanza con il risveglio della natura, si assiste spesso a una riacutizzazione di tutti i disturbi, compresi quelli legati alla sfera psichica.

Dagli studi condotti negli ultimi anni è emerso che il benessere mentale e fisico dipende dalla presenza equilibrata nell’organismo di serotonina, un particolare neurotrasmettitore noto anche come “ormone del benessere”.

Tristezza e apatia possono dunque essere dovute alla carenza di questa sostanza nel cervello, per cui risulta necessario integrare la nostra alimentazione con cibi che forniscono gli elementi necessari alla sua sintesi: triptofano, magnesio e vitamina B6.

I cibi che li contengono possono essere i nostri alleati a tavola.

In questa guida scoprirai quali sono, continua a leggere …

 

  • Il Caffè, L'Imputato Numero Uno

Tre tazzine al giorno conservano i nervi “svegli” e il corpo attivo.

È invece l’abuso di questa bevanda che può favorire l’esaurimento, oltre ad affaticare fegato e reni, i forzieri dell’energia.

 

Privilegia Gli Oli Vegetali
Migliorano Gli Scambi Nel Sistema Nervoso

Per la buona funzionalità del sistema nervoso, è poi indispensabile assumere tutti i giorni una dose adeguata di acidi grassi polinsaturi (Omega 3 e 6) che migliorano l’attività neuronale. Sono contenuti in abbondanza nell’olio di lino pressato a freddo (un cucchiaino al giorno, da bere crudo o come condimento) e nell’olio di girasole biologico, sempre pressato a freddo (sempre un cucchiaino al dì).

Questi oli regolano la trasmissione dello stimolo nervoso e stabilizzano l’umore.

Si possono anche usare come condimento sulle insalate, per preparare gustose bruschette o amalgamati con un cucchiaino di farina di riso integrale e con un cucchiaino di miele: si otterrà un’ottima cremina da mangiare come spezzafame, che “nutre” energia vitale e buonumore.

 

  • I Germogli Tonificano I Neuroni

Tutti i germogli (miglio, crescione, soia) sono ricchi di lecitina e colina, che regolarizzano il funzionamento del sistema nervoso migliorando resistenza allo stress mentale e concentrazione; vanno gustati ogni giorno conditi con olio di girasole, che dà sprint ai nervi “scaricati” da tensioni e tossine.

 

I Cibi Giusti

  • Banane, Scrigno Di Sali Energetici

Particolarmente ricche di serotonina e magnesio, possono essere consumate frullate con latte di riso o di soia e gustate a colazione.

 

  • Tuorlo D'Uovo, Nutre E Rilassa

Anch’esso costituisce una fonte di triptofano e, in più, fornisce al nostro organismo fosfolipidi, sostanze che costituiscono le membrane delle cellule nervose. Per non alzare troppo i livelli di colesterolo, l’individuo adulto non dovrebbe consumare più di 3-4 uova alla settimana.

 

  • 3-4 Uova La Settimana È la dose giusta per nutrire al meglio il sistema nervoso e i tessuti cerebrali. Mangiale sempre alla coque.

 

  • Legumi, Rinforzano Senza Creare Scorie

Ricchi delle vitamine del complesso B, tutti i legumi (compresi i fagiolini) sono fondamentali per la protezione del sistema nervoso e per la conversione del triptofano in serotonina. Consumati 2-3 volte a settimana abbinati a cereali integrali (un’idea: pasta integrale con le lenticchie) costituiscono un eccellente piatto unico.

 

  • Fagiolini, mai troppo cotti. Oltre che di vitamina B, i fagiolini sono ricchi di fibre che riattivano l'intestino e accelerano la depurazione: per essere "curativi" non devono essere cotti a lungo.

 

L’Importanza Della Depurazione

La vita sedentaria tipica di mesi invernali, l’eccesso di zuccheri e proteine animali nella dieta quotidiana dei periodi freddi e l’abuso di grassi, in particolare formaggi e salumi, hanno fatto sì che molte scorie acide si siano accumulate nei tessuti, scatenando una sensazione di stanchezza, irritabilità, problemi digestivi e intestinali che affaticano ulteriormente il sistema nervoso.

In questo periodo è dunque fondamentale fare scorta di cibi alcalinizzanti: tra i quali ti suggerisco soprattutto gli ortaggi quali cavoli, patate novelle, lattuga, spinaci, sedano, zucchine che, consumati quotidianamente crudi o appena sbollentati, tamponeranno gli acidi di scarto prodotti dai tessuti, regalandoci una sensazione di benessere psicofisico.

 

L’Insalata Salva-Nervi
Elimina Tensioni E Astenia

Mangia ogni giorno prima dei pasti principali una piccola insalata a base di cavoli, sedano e zucchine affettati finemente.

Condiscili con olio extravergine d’oliva o di girasole e aceto di mele e con un cucchiaino di semi di sesamo, che sono un ottimo tonico per il sistema nervoso.

 

3
L’Agitazione Svanisce Subito Grazie A Cardo E Melissa

Esaurimento Nervoso

I prati e le campagne ad aprile sono (e non a caso) un trionfo di erbe e fiori che hanno il potere di allentare le tensioni e di restituirci calma e benessere.

Ecco come utilizzarli sotto forma di tinture, estratti e oli essenziali.

In ogni essere vivente è presente tutto ciò che serve per mantenere in equilibrio il corpo e la mente. In fondo, è come se dentro di noi esistesse sin dalla nascita un “medico naturale” che corregge gli squilibri senza bisogno del nostro intervento.

La vita moderna però, ponendo molta attenzione sulla performance e sul raggiungimento dei risultati, porta molti di noi a vivere un’esistenza frenetica, a consumare pasti frettolosi, a dormire senza rilassarsi, a caricarsi di mille responsabilità.

Poi viene il momento in cui tutta la tensione accumulata si manifesta di colpo, provocando stanchezza e irritabilità.

Le donne, in particolar modo, oggi vivono in uno stato di stress costante dovuto all’aggravio di lavoro cui sono sottoposte: la sensazione di “cedere” si manifesta più di frequente al cambio di stagione e va tamponata, oltre che non con la dieta detossinante, con alcune piante rilassanti e riequilibranti.

 

Le Erbe Rilassanti

  • Cardo Mariano Se Senti Che Stai Per Cedere

Per evitare che il malessere si trasformi in esaurimento vero e proprio, bisogna prima di tutto depurarsi, evitando così che la sensazione di disagio ceda il passo al disturbo conclamato.

Tra i tanti rimedi il cardo mariano (Silybum marianum), il tarassaco (Taraxacum officinale) e il tè verde sono i più efficaci. I primi due si somministrano sotto forma di tintura madre (20 gocce 3 volte al giorno lontano dai pasti per un mese) mentre di tè verde esistono le comode capsule di estratto secco (2 capsule la mattina prima di colazione, per almeno 30 giorni).

 

  • Cardo Mariano. Questa pianta agisce a livello epatico e aiuta il fegato a ripulire il sangue e a produrre nuovi anticorpi, con un incremento del benessere generale.

 

  • Melissa Se L'Esaurimento Nervoso Causa Agitazione

Un ottimo rimedio fitoterapico per l’esaurimento nervoso è anche la melissa, utile soprattutto quando il disturbo si manifesta con turbe del sonno e agitazione che impedisce di riposare in maniera efficace.

Disponibile in capsule anche abbinata ad altre erbe calmanti (come la lavanda o il luppolo), la melissa va assunta la sera prima di coricarsi: una o anche due capsule, se lo stato di tensione è molto intenso.

 

  • Tarassaco. La tintura madre preparata con quest'erba dei prati elimina le scorie che infiammano i tessuti, compresi quelli nervosi.

 

Il Jolly: La Rhodiola Rosea
Migliora La Resistenza Allo Stress Nei Momenti Di Cambiamento

Una preziosa pianta da assumere con l’inizio della primavera è la Rhodiola rosea, un’erba in grado di migliorare la resistenza dell’uomo allo stress e ai momenti di cambiamento.

La Rhodiola rosea, infatti, regola le risposte ormonali dell’organismo nei confronti dello stress, preserva l’attività dei neurotrasmettitori, sostiene le ghiandole surrenali e stimola il trasporto dei precursori della serotonina (triptofano e 5-idrossitriptofano) nel cervello.

Si trova in capsule ma anche in integratori spesso arricchiti con vitamine e altre erbe riequilibranti, come ad esempio l’iperico e la melissa; ha un’attività antispasmodica, leggermente sedativa, utile in tutti i disturbi di origine nervosa e nei casi di umore “ballerino”.

Se ne possono assumere 2 capsule al dì in fase acuta.

 

  • Prima Di Dormire Fai Un Bagno All'Amido

Soprattutto se l’esaurimento nervoso è peggiorato dal clima primaverile e se i suoi sintomi si acuiscono di sera e la notte, prova il bagno caldo calmante con l’amido di riso.

Versa 10 gocce di olio essenziale di melissa nella vasca di acqua calda, aggiungi un pugno di amido di riso e resta immersa per 15 minuti.

 

4
Sali, Granuli E Aromi Per Ricaricare Le Pile

Esaurimento Nervoso

L’azione congiunta di estratti vegetali micronizzati e oligoelementi, combinati con l’energia sottile degli oli essenziali, sciolgono nervosismo e malessere.

Per evitare che la stanchezza si cronicizzi e che l’umore diventi troppo instabile, ci possiamo anche affidare alla medicina omeopatica, eventualmente associata a oligoterapia e aromaterapia.

Se avremo l’accortezza di seguire con costanza la cura almeno per tutto aprile e maggio, eviteremo di arrivare all’estate stanchi, tesi e “spompati”.

 

Avena E Acido Fosforico Anti Stress
Se Ti Svegli Già Stanco

Tra i rimedi specifici per l’esaurimento nervoso, soprattutto quando si manifesta in epoca primaverile, si segnala Kali phosphoricum 30 CH. Cura i cali dell’attenzione e della concentrazione associati a una marcata astenia fisica.

 

Quando Non Riesci A Dormire

Avena sativa alla 30 CH è indicato nei soggetti che sono insonni e presentano una spossatezza generale che tende ad acuirsi con l’avvento dell’ora legale.

 

  • Avena Sativa. L'estratto omeopatico di questa pianta è portentoso se l'esaurimento nervoso si manifesta con insonnia e difficoltà ad adattarsi all'ora legale.

 

Se Stai Lavorando Troppo

Phosphoric acidum 30 CH è invece il rimedio indicato per le persone brillanti e intelligenti che, a seguito di un surmenage intellettivo, accusano una forte debolezza mentale, hanno improvvisamente difficoltà a fissare la loro attenzione e avvertono la sensazione di “testa vuota”.

 

In Caso Di Astenia Con Dolori

Un altro rimedio prezioso è l’Arnica, pianta di alta montagna che si utilizza sotto forme diverse: pomata, olio, impacchi. È efficace nella stanchezza muscolare che spesso si accompagna agli stati di esaurimento.

Si somministra alla 30 CH ed è indicato per l’astenia primaverile.

 

  • Arnica, Anche In Pomata. Se l'esaurimento nervoso provoca anche spossatezza e dolore, ai granuli va associata anche la pomata di arnica, da usare sera e mattina.

 

Come puoi fare:

Tutti i rimedi indicati sono da assumere nella dose di tre granuli al mattino e tre granuli alla sera per almeno 20 giorni.

 

L’Aromaterapia

L’aromaterapia suggerisce per l’esaurimento nervoso alcuni oli essenziali di estrema efficacia rigenerante, che si possono diffondere nell’ambiente, versa su un fazzoletto e inala durante la giornata per rasserenare l’animo.

 

  • Sandalo, Umore Ok

Il sandalo, che è considerato nella tradizione indiana un afrodisiaco, ha anche un’azione antidepressiva ed euforizzante e migliora la qualità del sonno.

Nella tradizione ayurvedica è utilizzato per i disturbi dell’umore.

 

  • Ylang Ylang Rilassante

L’ylang ylang è specifico per la cura della depressione e dell’insonnia d’origine stressogena.

 

  • Gelsomino Stimolante

L’olio essenziale di gelsomino, infine, è un eccellente stimolatore del cervello e più in generale del sistema nervoso.

 

  • Gli oli vanno inalati o diffusi col bruciaessenze negli ambienti in cui si vive durante il giorno.

 

Gli Oligoelementi
Rame, Oro E Argento Ti Ridanno Sprint

Nel campo degli oligoelementi, efficacie è l’associazione Rame-Oro-Argento: questo mix cura fatica globale, psicoastenia, diminuzione di memoria e concentrazione.

Lo stesso mix di oligoelementi interviene nel correggere la condizione di stress che si manifesta quando la produzione di ormoni cortisonici delle ghiandole surrenali è deficitaria.

 

Come puoi fare:

Di Rame-Oro-Argento si assume una fiala a giorni alterni la mattina a digiuno, tenendo il liquido per qualche secondo sotto la lingua.

 

5
Evita I Ritmi Convulsi

Esaurimento Nervoso

Una vita troppo piena e sempre di corsa, priva di pause e di lentezza, favorisce gli sbalzi umorali. Il rimedio? Aria, luce e …

Soprattutto in primavera, esporsi maggiormente alla luce naturale produce effetti altamente benefici per tutto l’organismo, soprattutto quando iniziano a manifestarsi i primi sintomi dell’esaurimento.

Ma anche passeggiare all’aria aperta, dormire in un ambiente ben arieggiato, praticare l’automassaggio serale, nutrirsi in modo naturale, vestirsi con tessuti non sintetici sono piccoli ma efficaci accorgimenti per conservare un adeguato equilibrio psicofisico.

Ecco alcuni semplici consigli da utilizzare tutti i giorni (e soprattutto la sera) per correggere uno stile di vita troppo convulso, contrastare la stanchezza e prevenire l’esaurimento.

 

  • Fai Sempre L'Automassaggio Serale. Ogni sera, dopo il bagno, massaggia tutto il corpo con un cucchiaio di olio di mandorle dolci e 5 gocce di olio di lavanda: ti rasserena.

 

Quattro Consigli Doc Anti Esaurimento

  • Bagni Di Luce E Abiti Blu: Sono Anti Astenia

La cromoterapia aiuta ad alleviare gli stati di stanchezza: tra i colori da preferire ci sono il blu e il turchese, che rasserenano, “rinfrescano” l’attività mentale e aiutano a combattere la cefalea tensiva.

È quindi utile esporsi per una decina di minuti al giorno a luci di questo colore e dormire o vestirsi con tessuti tinti con queste sfumature.

 

  • Cromoterapia. Vestirsi di blu o di turchese e dormire nelle lenzuola di questi colori allevia stress e tensioni.

 

  • Finestra Aperta Prima Di Coricarti: Dormi Meglio

Da non sottovalutare una sana e antica abitudine, facile da mettere in pratica soprattutto in primavera: per evitare di coricarsi agitati e di dormire male, basta spalancare per mezz’ora la finestra della camera da letto e dare aria al locale prima di andare a dormire.

L’aria frizzante ossigena i tessuti e migliora il sonno.

 

  • No Al Computer Di Sera: Stanca E Stressa

Chi inizia ad accusare disturbi umorali che preludono all’esaurimento nervoso, farebbe bene a “depurarsi” per almeno un mese dall’abitudine di passare la sera davanti al computer o alla tivù. Le immagini sollecitano troppo il sistema nervoso.

 

  • Troppo Ore Al Videoterminale

Lavorare a lungo al computer, soprattutto con la luce artificiale, stanca cervello e neuroni.

 

  • Una Pausa Durante La Giornata: Ti Ricarica

L’ultimo consiglio per annientare l’Esaurimento Nervoso è quello di fermarsi, di tanto in tanto, nella giornata.

Stacca la spina per un minuto così non accumulerai stress in eccesso. Appena se ne offre l’occasione, prova a chiudere gli occhi, respira profondamente e pensa a qualcosa di bello, che ti renda felice. Poi riapri gli occhi e riprendi le normali attività.

 

Leggi Anche:

► Ecco La Tua Guida Verde Anti Stress

► Cambio Di Stagione Sintomi E Rimedi Contro Lo Stress

 

A Dopo Con La Prossima Guida! 🙂