Cosa Hanno In Comune Cioccolato E Salute? Riduce Colesterolo E Trigliceridi, Migliora La Circolazione, Rinforza Il Cuore, La Memoria E Il Buonumore. E Fa Bene Anche Alla Pelle.

Cioccolato E Salute hanno tanto in comune, ma, per risultare davvero “Terapeutico”, il cioccolato deve essere “Puro” e privo di grassi aggiunti.

Il cacao è una pianta originaria dell’America centrale. Era usato dagli Aztechi per preparare una bevanda energizzante consumata dai guerrieri.

Importato dal conquistatore spagnolo Cortes nel 1520, si diffonde Seicemto in Europa dove viene trasformata in cioccolata con l’aggiunta di vaniglia e cannella.

I più importanti principi attivi del cacao sono: caffeina, theobromina, serotonina, feniletilammina. La theobromina è un tonico cardiaco, stimola la vasodilatazione delle coronarie e ha un’azione diuretica. La serotonina, liberando le endorfine, è utile contro la depressione e nelle sindromi premestruali.

La feniletilammina, infine, è un oppiaceo naturale che rigenera il buonumore.

 

Aiuta La Funzione Cardiovascolare
Ma Deve Trattarsi Di Cioccolata Amara!

Le ultime ricerche sui principi attivi del cacao si stanno concentrando su un flavonoide antiossidante: l’epicatechina. Questa sostanza ha effetti benefici sulla memoria e l’attenzione, poiché favorisce l’afflusso di sangue al cervello.

Avrebbe inoltre un’azione miorilassante sulle pareti delle arterie, migliorando la funzione cardiovascolare. Si è calcolato che 50 g di cioccolata amara possono ridurre il rischio di malattie cardiache del 10%.

L’epicatechina si trova solo nel cacao amaro e nel cioccolato fondente, che è il tipo di cioccolato da preferire.

Un altro flavonoide del cacao è la procianidina: anche questa sostanza antiossidante ha un’azione protettiva sulle cellule in particolare nei confronti dei tumori del colon. Altri flavonoidi del cacao, in concorso con l’azione dell’acido stearatico (contenuto nel burro di cacao), aiutano a diminuire la pressione, hanno un effetto antinfiammatorio, aumentano il colesterolo buono (HDL) e riducono quello cattivo (LDL) e i trigliceridi.

 

I 5 Segreti Da Sapere
Per Scegliere La Cioccolata “Curativa”

[bullet_block large_icon=”39.png” width=”” alignment=”center”]

  • Il buon cioccolato è fatto da polvere secca di cacao (dal 30 al 50%), burro di cacao (circa 20%), zucchero grezzo. Non deve contenere materie grasse in sostituzione del burro di cacao, né additivi o aromi.

[/bullet_block]

[bullet_block large_icon=”40.png” width=”” alignment=”center”]

  • Tra le varietà di fondente, l’extra è quello da preferire: contiene cacao almeno al 45% e burro di cacao al 28%.

[/bullet_block]

[bullet_block large_icon=”41.png” width=”” alignment=”center”]

  • Tra le varietà di fondente, l’extra è quello da preferire: contiene cacao almeno al 45% e burro di cacao al 28%.

[/bullet_block]

[bullet_block large_icon=”42.png” width=”” alignment=”center”]

  • Un cioccolato di qualità deve indicare in etichetta l’apporto calorico. La media è di 540 calorie per il cioccolato fondente e di 570 per il cioccolato al latte (su 100 g di prodotto); va anche ricordata la presenza di proteine, lipidi, carboidrati, lecitina pura, theobromina, calcio, magnesio (100 mg ogni 100 g di prodotto), fosforo, ferro, rame, vitamine A, B1 e B3 ed E, che fanno del cioccolato un vero alimento.

[/bullet_block]

[bullet_block large_icon=”43.png” width=”” alignment=”center”]

  • Il vero cioccolato non è aromatizzato e ha una scadenza breve.

[/bullet_block]

 

Occhio Ai Grassi Idrogenati E Allo Zucchero “Mascherato”

[bullet_block large_icon=”23.png” width=”” alignment=”center”]

  • È bene evitare i prodotti che presentano in etichetta solo la dicitura generica “grassi vegetali idrogenati” oppure “olio vegetali”: sono ingredienti di scarsa qualità alimentare nutrizionale.
  • Attenzione alle creme da spalmare “a base di cacao”: sono una bomba di zucchero (circa 50%), olio vegetale, grassi idrogenati e margarina (circa 20%), e poi contengono cacao magro, latte, nocciole, aromi, lecitina di soia. Di calorie ce ne sono tante, ma di cacao ne rimane ben poco (10%).

[/bullet_block]

 

Cioccolato E Salute:
Cosa Dice La Normativa Europea?
Bisogna Sempre Preferire I Prodotti Etichettati Come “Cioccolato Puro”

Una norma europea del 2000 consente di aggiungere al cioccolato un 5% di materia grassa vegetale (grassi vegetali idrogenati o non, oli vegetali, lecitine) al posto della stessa percentuale in burro di cacao (che rappresenta circa il 15-25%).

In teoria sarebbe obbligatorio scrivere sulla confezione “contiene grassi vegetali diversi dal burro di cacao”, ma le ditte produttrici spesso ignorano la regola.

Di fatto, la legge comunitaria non tutela il consumatore perché i grassi vegetali possono essere si scarsa qualità e provenire da piante manipolate geneticamente: tra i più usati ci sono il burro di illipè, olio di soia, di semi di cotone, di palma non-laurico, di cocco, di nocciolo di mango.

In un secondo tempo, su pressione di associazioni e ditte che lavorano il cioccolato secondo tradizione, si è stabilito che per distinguere il cioccolato di alta qualità è consentito evidenziare sull’etichetta la dicitura “cioccolato puro”, cioè, cioccolato prodotto con solo burro di cacao e polvere di cacao, senza grassi aggiunti.

 

[bullet_block large_icon=”66.png” width=”” alignment=”center”]

  • Fave Di Cacao – Il cacao si estrae dai semi della pianta che, dopo aver subito un breve periodo di fermentazione, vengono tostati ed essiccati. Si ricavano così la polvere, il burro di cacao e gli estratti.

[/bullet_block]

 

Cioccolato E Salute E …
Le Varietà Di Cacao

[bullet_block large_icon=”20.png” width=”” alignment=”center”]

  • Criollo: è il cacao più antico, usato per la cioccolata di alta qualità, ma la sua piantagione si è quasi estinta. Oggi ricopre il 5% della produzione.
  • Forastero: è il più diffuso a livello mondiale e il migliore è quello che arriva dall’Equador.
  • Trinitario: si ottiene mixando Criollo e Forastero, e il cioccolato che se ne ricava è di qualità superiore.
  • Cru: è il più pregiato in assoluto. Può essere qualità “Madagascar”, che ha un aroma di mandorla, “Ghana”, di sapore amaro, e “Trinidad”, che sa di castagna.

[/bullet_block]

 

Leggi Anche:

► Come Fare Un Fantastico Sapone Al Cioccolato

 

A Dopo Con La Prossima Guida! 🙂