Cellulite Rimedi Magici Del Calendimaggio

Cellulite Rimedi

Cellulite Rimedi Con Gli Antichi Riti Di Maggio.

Cellulite Rimedi A Maggio?  Sì, I Migliori Sono Proprio Quelli Dei Riti Magici Del Calendimaggio …

Sapevi che i gemmoderivati preparati con i germogli di cinque specie vegetali celebrate durante la festa del Calendimaggio sono le tue migliori alleate anti cellulite del mese? Aiutano il corpo a eliminare gli acidi urici, i ristagni e le infiammazioni che “induriscono” i tessuti favorendo adipe e cuscinetti.

Cellulite Rimedi Magici? Beh, maggio è davvero un po’ magico, infatti è il mese del rinnovamento cosmico rappresentato simbolicamente in molte cerimonie in questa stagione e che hanno come protagonisti gli alberi e le erbe, simboli vegetali della forza creativa che adesso riprende vigore.

Questi riti arborei, celebrati soprattutto il 1° maggio, sono antichissimi e segnano l’inizio del trionfo della luce sulle tenebre: dalle feste celtiche al Calendimaggio medioevale (tradizione viva ancor oggi in varie regioni d’Italia), avevano e hanno la funzione di ottenere, attraverso il “magico” maggio, rinnovamento e prosperità.

Recati anche tu all’interno di un bosco che si sta rigenerando, per sostare davanti alle piante portatrici di benessere. Fallo anche solo idealmente aiutandoti con l’immaginazione.

Svariati rimedi che si ricavano dalle foglie, per esempio, riattivano circolazione e metabolismo.

Le sostanze presenti nelle gemme e nei tessuti vegetali giovani, che adesso sono in piena attività vegetativa, lavorano sui tessuti mandando dei messaggi che stimolano il sistema nervoso, immunitario ed endocrino.

 

Come Usare I Tesori Naturali

Aiuta il tuo organismo a smuovere la linfa …

Come la primavera riattiva la linfa che circola all’interno delle piante, così nel nostro organismo l’atmosfera di maggio accelera i processi circolatori e il drenaggio.

Se sono presenti negli arti inferiori stasi linfatica e venosa, puoi seguire, per un mese, un trattamento a base di estratti di gemme di alcuni alberi specifici, scelti tra le specie che in questa stagione vivono una fase di piena espansione energetica. Gli alberi di maggio sono il frassino, l’ontano e il castagno.

 

Il Frassino
Previene Infiammazioni E Ritenzione

Pianta sacra per i Celti e i Germani, il frassino era considerato “l’albero sublime, l’asse del mondo”. Diffuso in tutta Europa, in Italia cresce dal mare alle regioni montane.

In particolare a scopo terapeutico sono state utilizzate le sue foglie, lanceolate e dentate, che sono raccolte proprio a maggio.

 

Prova L’Infuso Di Foglie

Molto richiesto in erboristeria per la sua azione diuretica ed eliminatoria dell’acido urico, utile in caso di ritenzione idrica, reumatismi, gotta e calcolosi renale. Inoltre svolge un’azione tonica e blandamente lassativa.

 

Eccezionale Anche Il Tè Di Frassino

Tempo fa era molto utilizzato tra i montanari. Era consumato per favorire una vecchiaia felice e longeva.

 

Come si prepara:

Si prepara con un cucchiaino di foglie tenuto in infusione 10 minuti in una tazza d’acqua.

 

Potente Il Macerato Glicerico
Associato Alla Linfa Di Betulla

Derivato dalle gemme di Fraxinus excelsior è un grande depuratore del corpo. Favorisce la funzione di fegato e rene e protegge la circolazione arteriosa. Combatte i disturbi metabolici, attenua i processi infiammatori a livello biliare e la tendenza alle calcolosi. È particolarmente indicato nella cellulite e nella ritenzione idrica della persona obesa. In particolare se associato alla linfa di betulla.

 

Il Nocciolo
Conserva I Vasi E Tessuti Elastici

Il nocciolo cresce al margine dei boschi e al bordo dei ruscelli e per la tradizione popolare conserva un’aura benefica. La bacchetta del mago era, infatti, ricavata da un suo ramo giovane non ramificato, tagliato in una notte di novilunio.

Il frutto era simbolo di abbondanza e una ricca raccolta di nocciole era considerata promessa di fecondità.

 

Meraviglioso Il Gemmoderivato

Quando la terra è ancora umida e fresca, ma l’aria è già secca e attraversata dal sole, le gemme del nocciolo si aprono e le nuove foglioline si allargano. E proprio a partire dalle gemme si prepara il macerato glicerico che aiuta i tessuti dell’organismo a mantenersi elastici e a non irrigidirsi. Questo estratto, infatti, agisce sul tessuto connettivo, favorendone l’elasticità, ed è anche un ottimo tonico venoso.

Ricco di oligoelementi, è utile anche negli stati di senescenza ormonale ed è quindi indicato nella cura della cellulite che compare o si aggrava all’avvicinarsi della menopausa.

 

Ontano E Betulla In Un Mese
Eliminano I Cuscinetti Più Ostinati.

In precedenza ti ho descritto i gemmoderivati di alberi drenanti, che agiscono sulle tossine e sui ristagni che costituiscono il “terreno” di sviluppo della cellulite.
Il trattamento gemmoterapico per la cellulite deve iniziare a trattare dapprima lo stadio d’infiammazione acuta e di ritenzione che è all’origine del disturbo, che diventa cronica e si mantiene latente, fino a degenerare in una situazione di sclerosi e indurimento tissutale.

Su questi tre tipi di cellulite si può intervenire con gli estratti di alberi specifici come l’Ontano, ideale per la “buccia d’arancia” al primo stadio, la betulla per la cellulite “media”, e il castagno, perfetto per trattare l’inestetismo abbinato al sovrappeso.

 

1° STADIO
Cellulite Rimedi Per Le Fasi Iniziali

In questo caso compaiono l’edema e le prime difficoltà circolatorie a livello dei tessuti delle gambe.

 

Sorprendente L’Ontano
Riattiva La Circolazione Periferica E Sgonfia

L’ontano nero è un albero a crescita rapida che trova il suo habitat naturale nei luoghi umidi ed è molto resistente nei confronti dell’umidità. Il gemmoderivato estratto dalle sue gemme svolge un’azione antinfiammatoria e tonificante nei confronti delle pareti dei vasi se la cellulite è di recente formazione.

 

Puoi prenderlo in macerato:

Puoi prenderne 50 gocce prima di pranzo. Ha un effetto antinfiammatorio e tonificante nei confronti della parete dei vasi. Usalo per almeno un mese, ripetendo il ciclo di cura almeno 4 volte all’anno, preferibilmente al cambio di stagione.

 

2° STADIO
Interrompi La Cronicizzazione Della Cellulite

In questo caso insorgono i processi di fibrosi e di sclerotizzazione del tessuto connettivo sottocutaneo.

La Betulla Cura la cellulite di media durezza. La betulla verrucosa, rispetto alla pubescens, è una betulla meno “giovane” ed è quindi adatta a trattare la cellulite già formata.

La linfa di questa betulla si raccoglie in primavera praticando dei fori nel tronco.

Ha proprietà diuretiche e potenzia l’effetto del gemmoterapico di betulla pubescens, con un’efficace azione riducente.

 

Per Un’Azione D’Urto
Usa Insieme Linfa E Macerato

  • Prendi Betulla

Eccezionale Betula verrucosa 50 gocce prima di pranzo, una volta al giorno. Ha ottime proprietà diuretiche.

 

  • Associa La Linfa Se L'Inestetismo È Ben Visibile ...

Se l’inestetismo è già ben visibile, associa la linfa al macerato glicerico di Betula pubescens, 50 gocce prima di cena sempre per un mese.

 

3 Segreti Per Assumere
I Macerati Glicerici

  • Se ne prendi uno solo ...

Se utilizzi un solo macerato glicerico (o gemmoderivato), puoi prendere 30-50 gocce due volte al giorno.

 

  • Usa sempre il macerato alla 1 DH

 

  • Se hai bisogno di prenderne più di uno ...

Se decidi di prendere più macerati, sono sufficienti 40-50 gocce di ognuno. Dovrai assumerne ognuno in una singola dose (ad esempio un macerato prima di colazione, un altro prima di pranzo) con un po’ d’acqua e mantenendo la soluzione sotto la lingua prima di ingerirla, per favorire il passaggio diretto del macerato nel circolo sanguigno.

 

3° STADIO
Smuovi I Cuscinetti Più “Vecchi”

Cellulite Rimedi Sgonfianti? Il CASTAGNO Ottimo per la cellulite con sovrappeso.

Il gemmoderivato di castagno (Castanea vesca) svolge un’azione anti gonfiore e decongestionante dei tessuti nei casi di cellulite di vecchia formazione, soprattutto se associata a sovrappeso.

Eccezionale questo rimedio soprattutto se al mattino ti svegli con le dita gonfie e avverti la sensazione di gonfiore ai piedi mentre calzi le scarpe.

Bevi le solite 50 gocce prima di pranzo per un mese.

 

In questa guida di cellulite rimedi fai di te, abbiamo preso in considerazione alcuni rimedi potenti soprattutto in questo periodo dell’anno. Il Riequilibrio Alimentare e lo Stile di Vita in generale, sono da tenere sempre come precursori di tutti i rimedi e di tutte le tecniche e cure. Ti suggerisco soprattutto di abbinare ai tuoi rimedi e trattamenti, un po’ di sano movimento giornaliero.

 

Per Cellulite Rimedi Fai da Te potrebbe interessarti anche ► Cellulite Via in 3 Passi

 

A Domani Con La Prossima Guida! 🙂