In questa guida ti spiego perché non solo è utile assumere la carnitina per dimagrire ma diventa indispensabile soprattutto per chi vuole perdere peso seguendo un programma alimentare dimagrante unito all’attività fisica costante.

Assumere La Carnitina Per Dimagrire È Indispensabile. Quali Sono Dunque I Motivi?

Uno dei motivi che spingono migliaia di persone ad integrare la carnitina per dimagrire è che, sia le donna sia gli uomini, hanno bisogno di favorire la crescita dei muscoli ed essi non si modificano senza un adeguato apporto di carnitina. Insomma per essere più chiaro e coinciso: senza favorire la crescita muscolare o tonicità difficilmente si ottengono buoni risultati nel dimagrimento.

Il glicogeno muscolare è il principale carburante durante l’esercizio. Al di là di eventuali integrazioni, esso si consuma molto rapidamente, mentre non si esauriscono mai le scorte di grassi. Oltre l’utilizzo del glicogeno, i grassi forniscono sempre il 50% circa dell’energia necessaria durante l’esercizio aerobico e l’80% dell’energia necessaria verso la fine di lunghe gare di resistenza. Bisogna essere in grado, quindi, di utilizzarne in abbondanza.

L’utilità della carnitina per dimagrire non solo è acclarata ma per chi si allena, con tali intenzioni, diventa indispensabile. Essa infatti controlla perfettamente l’uso del grasso perché costituisce il sistema di trasporto che porta le molecole di acido grasso ai mitocondri delle cellule dove vengono bruciate come carburante.

La carnitina è anche un coadiuvante dell’ossidazione dell’acido piruvico e degli aminoacidi ramificati nel ciclo energetico. Interviene inoltre nel metabolismo degli acidi grassi formando acilcoenzima A che passa le membrane cellulari muscolari.

Carnitina Per Dimagrire E Non Solo…

Altro compito della carnitina è rallentare la formazione dell’acido lattico nei muscoli, una delle principali cause dell’affaticamento. In uno studio di qualche anno fa, a dei pazienti anginosi fu somministrata della l-carnitina e la formazione di acido lattico durante il loro moderato esercizio fisico abituale si ridusse della metà e la durata dell’esercizio aumentò in modo significativo. Sulla base di tutto ciò, la carnitina endogena presente nei muscoli gioca un ruolo fondamentale per la loro efficienza e incontestabilmente condiziona l’energia che essi possono fornire.

La risposta standard, data dalla letteratura scientifica, su questo problema è che il corpo umano produce carnitina dagli aminoacidi essenziali lisina e metionina (più vitamina C, niacina, piridossina e ferro), per cui una persona sedentaria che segue una buona dieta non ha bisogno di prendere carnitina.

Qui io non prendo in considerazione il fabbisogno delle persone sedentarie perché, salvo casi rari che per validi motivi la persona che deve dimagrire non può muoversi, do per scontato che chi vuole dimagrire faccia attività fisica aumentandone via via durata e intensità. Durante l’allenamento quindi tali soggetti sottopongono il corpo ad uno stress tale da consumare un sacco di carnitina. Facilmente la richiesta di essa supera la capacità che ha il corpo a produrne.

Anche l’esercizio moderato, quale pedalare sul cicloergometro (una sorta di cyclette da camera utilizzata in fisiologia, costituita da un telaio di bicicletta fissato al suolo, che serve per misurare il lavoro muscolare sviluppato pedalando) al 55% di VO2max solamente, ne causa una diminuzione del 20% nel muscolo.

L’esercizio massimale provoca una diminuzione assai superiore, ponendo gli atleti nella stessa situazione di pazienti portatori di malattie da carenza di carnitina.

Tali pazienti non riescono ad utilizzare i grassi per avere energia, hanno alti livelli di lipidi nel sangue, accusano una estrema debolezza muscolare, accumulano grasso corporeo al solo “annusare” un cheeseburger passando davanti ad un McDonald’s, e l’attività cardiaca è a dir poco cagionevole.

Ogniqualvolta ti alleni al massimo senza avere carnitina a sufficienza, metti il tuo corpo in questo stato dannoso.

Come Ovviare Alla Carenza Di Carnitina Per Dimagrire?

La carenza è facilmente integrata assumendo l-carnitina per bocca. Non vi è dubbio che un suo maggior apporto aumenta il livello endogeno nel siero.

Per la sua azione nella normale attività cardiaca, la l-carnitina per via orale è stata usata ampiamente nel trattamento di pazienti anginosi. Per il suo legame con il metabolismo del piruvato, che regola l’apporto di ossigeno ai muscoli, è stata usata anche nel trattamento di pazienti con insufficienza respiratoria.

La l-carnitina per via orale ha così successo in medicina che negli Stati Uniti da anni le case farmaceutiche la producono in compresse e attualmente anche in altre parti del mondo.

Cinque studi ben controllati mostrano che la l-carnitina aumenta la tolleranza all’esercizio e la resistenza in pazienti anginosi e in pazienti con disturbi respiratori.

La L-Carnitina Migliora La performance

Carnitina per dimagrire sì! Ma è utile anche per altre funzioni fisiologiche. Cosa fa la carnitina per gli atleti? Tanto! Alcuni studi fisiologici mostrano che supplementazioni di carnitina rallentano la sua diminuzione endogena, nei muscoli, causata dall’esercizio massimale e ne impediscono completamente la diminuzione durante un esercizio di resistenza.

La carnitina per dimagrire aumenta, negli atleti, anche l’utilizzo di ossigeno. Il Dr. Brian Leibovitz della University of California, a Davis, per primo ha rilevato tale effetto, confermato da due studi italiani. Entrambi hanno somministrato agli atleti 4 grammi di l-carnitina al giorno, con conseguente aumento significativo della VO2max.

La supplementazione ha anche ridotto la formazione di radicali acidi e “scorie” metaboliche durante l’esercizio massimale.

In uno studio, il Dr. Noris Siliprandi e colleghi dell’Università di Padova hanno dato agli atleti 2 grammi di l-carnitina o placebo, un’ora prima di un esercizio massimale sul cicloergometro. La carnitina ha ridotto i livelli, a fine esercizio, di lattato e piruvato e ha aumentato in modo significativo lo svolgimento del lavoro massimale.

In un altro studio italiano, integrazioni di l- carnitina o placebo sono state somministrate a soggetti normali, non atleti, che sono poi stati testati in esercizio massimale su cicloergometro.

Coloro che avevano assunto carnitina hanno mostrato un significativo miglioramento della resistenza.

È quindi provato che la l-carnitina può migliorare sia la performance anaerobica che quella aerobica.

Un dosaggio di 2-4 grammi di carnitina per dimagrire presi per due settimane, un’ora prima dell’esercizio, sembra essere efficace. Si tratta di un quantitativo molto superiore al normale apporto dietetico che in America si aggira sui 100-300 mg al giorno, ma anche a 4 grammi giornalieri la l-carnitina risulta non essere tossica.

La DL-Carnitina È Tossica

La vera l-carnitina costicchia un po’, ecco perché il suo contenuto in numerose supplementazioni per gli sportivi è trascurabile, solo pochi milligrammi. Quando il contenuto è in grammi, si tratta della economica dl-carnitina o carnitina racemica, un composto ben diverso.

La dl-carnitina contiene circa il 50% di d-carnitina o destrogira, sostanza che non si trova nei normali cibi, per cui il corpo umano nella sua evoluzione non ha sviluppato i meccanismi atti a trattarli quindi non è in grado di metabolizzarla e la sua presenza impedisce l’uso della l-carnitina, o levogira. La dl-carnitina è quindi tossica, causa carenza di carnitina, con tutte le sue conseguenze.

Nel 1984 la Food and Drug Administration ha avvertito che la dl-carnitina è pregiudizievole per la salute però essa sembra essere ancora oggi sul mercato. Bisogna fare molta attenzione alle etichette degli integratori che riportano a fronte “l-carnitina” a grandi lettere e sul retro potrebbe esserci in caratteri piccolissimi, cosa peraltro legale, la frase “in una base di carnitina racemica”: si tratta sempre di dl-carnitina.

In un caso riferito dal Dr. Robert Keith della Auburn University, Alabama, un corridore di 35 anni che prese solo 500 mg di dl- carnitina per due giorni prima della corsa, subì un tale indebolimento dei quadricipiti che dovette rinunciare alla gara e non poté allenarsi per le successive tre settimane. Quindi, usa solo l-carnitina di ditte sicure. Qui te ne indico una che è quella che assumo io personalmente e per il momento non credo ci sia di meglio in giro.

Questa l-carnitina è tra le migliori sul mercato, clicca sull’immagine per approfondire:

L-carnitina in capsule vegan