È utile essere un po’ “Narciso” a favore della Salute e del Benessere dei denti? Secondo me, sì! A patto, però, di dare priorità sempre e comunque a queste ultime …

Proprio per quanto riguarda la salute dei denti non possiamo avere dubbi, infatti, a chi ama sfoggiare la propria bellezza, sia nell’ambito della seduzione sia in quello sociale e lavorativo in cui magari è quasi indispensabile una bella presenza, di solito presta un’attenzione particolare ai propri denti, sia per quanto riguarda la cura personale sia recandosi regolarmente dal dentista.

In realtà tutti dovremmo prestare particolare attenzione per i nostri denti, costantemente.

Per mantenere una buona estetica dei denti basta applicare una corretta e regolare pulizia con l’ausilio di qualche rimedio naturale, e recarsi regolarmente dal dentista per la rimozione di placca e tartaro. Nulla di più!

Ovviamente esistono tecniche per lo sbiancamento dei denti sia superficiale sia profondo e altri trucchi per Vip … È comunque inevitabile applicare preventivamente le cure necessarie, corrette. Nessun dentista ti sbiancherà i denti con qualche formula magica, senza prima aver rimosso la placca, il tartaro ed eventuali carie con conseguente otturazione.

La bocca oltre a svolgere funzioni fisiologiche come mangiare e respirare, è anche un organo di comunicazione che attira lo sguardo delle persone intorno a noi.

Il sorriso è una delle caratteristiche del viso di una persona che colpisce maggiormente, e la rende attraente o al contrario la può rendere anonima o addirittura spregevole.

Fantastici denti bianchi e luminosi ci aiutano a migliorare e a rendere più gradevole il nostro aspetto, e a ottenere maggiore stima dagli altri e autostima per noi stessi.

Grazie a ritrovamenti archeologici abbiamo potuto conoscere con quale bravura, già da qualche secolo fa, si è cercato di migliorare l’estetica della bocca.

Riflettici un po’, cosa guardi maggiormente dei tuoi interlocutori quando comunichi con loro? È ovvio che quando si dialoga, nella nostra visuale rientra maggiormente la parte della testa e collo o décolleté del nostro interlocutore.

Insieme ai capelli, quindi, il sorriso e i denti di una persona sono tra le prime cose che si notano quando si comunica con gli altri. Capelli e denti contribuiscono alla prima impressione che gli altri si fanno di noi.

Un bel sorriso da già un’idea di ordine, di simpatia e contribuisce a valorizzare l’intero individuo.

Non c’è scampo, denti gialli e macchiati danno l’idea di una persona che non si cura e non si ama. Immagina come si possa sedurre una persona che si vorrebbe amare, se prima non si ama se stessi. Lo stesso avviene nell’ambito lavorativo, infatti, come ci si può prendere cura degli altri offrendo il proprio servizio, se prima non s’impara a prendersi cura di se stessi?

Sorridere e ridere senza trattenersi oltre a far bene alla salute è indispensabile per una vita sociale e comunicativa normale e fluida. Chi ha denti belli sorride più spesso e più volentieri di chi sa di avere difetti e preferisce nasconderli.

Nemici numero 1 dei nostri denti

  • Dolciumi.
  • Bibite.
  • Zucchero bianco.
  • Fumo.
  • Caffè.
  • Igiene orale saltuaria.

 

Queste sono le cause primarie dell’instaurarsi della carie e delle macchie. Più avanti ti indico come fare prevenzione con erbe pulenti e rinforzanti.

La carie è un processo distruttivo che colpisce i tessuti duri del dente (smalto e dentina), ed è dovuta all’azione degli acidi prodotti dal metabolismo di alcuni ceppi batterici presenti nella placca.

Per potersi sviluppare la carie richiede la presenza contemporanea di tre fattori

  1. Predisposizione della struttura e della forma dei denti.
  2. Una dieta ricca di zuccheri raffinati.
  3. La presenza di batteri cariogeni.

 

Gli zuccheri sono fondamentali per la formazione della carie, poiché sono trasformati in acidi da alcune delle centinaia di specie batteriche presenti nel cavo orale, quali lo Streptococco mutans e il Lattobacillo. Gli acidi così prodotti provocano la demineralizzazione dello smalto, la corazza protettiva del dente, e danno inizio al processo carioso che si estende in profondità fino allo strato dentinale, più morbido e sensibile, per poi arrivare alla polpa, provocando mal di denti.

Sicuramente una corretta alimentazione può aiutare molto a prevenire la formazione della carie.

Gli zuccheri semplici e raffinati rivestono un ruolo fondamentale nella formazione della carie. In particolare, il saccarosio è molto cariogeno, mentre il fruttosio (contenuto nella frutta) lo è molto meno e lo stesso vale per il miele e per tutti gli zuccheri complessi, come l’amido del pane e della pasta, che sono meno pericolosi per la formazione della carie.

Lo stile di vita attuale di bambini e adolescenti, che li porta a consumare spesso merendine accompagnate da bevande dolci e gassate, produce col procedere la demineralizzazione e l’erosione dello smalto dei denti:

Fai attenzione in particolare alle sostanze acide (acido fosforico e citrico) e gli zuccheri messi ripetutamente a contatto con i denti soprattutto nei momenti della giornata in cui non si ricorre allo spazzolino.

Il significato Simbolico della Carie

Dal punto di vista simbolico la carie, malattia che indebolisce e lede i denti, a loro volta emblema di forza e di affermazione personale, può essere interpretata come una forma di autolimitazione di un’energia che non trova i canali giusti per esprimersi.

Il dente cariato, al di là delle cause collegate a carenze del sistema immunitario e a scorrette abitudini igienico – alimentari, esprime dunque una volontà di autodistruzione dovuta a rabbia e impotenza.

Come difendersi con l’Igiene Orale

I denti vanno lavati dopo ogni pasto e con particolare cura la sera, in quanto durante la notte eventuali residui alimentari sono facilmente trasformati in acido, dai batteri presenti nella placca.

Lo spazzolino deve avere delle setole di durezza media con la testina abbastanza piccola, in modo da poter raggiungere facilmente tutte le superfici dei denti.

Come vanno lavati

1. Tieni la bocca semiaperta.

2. Il movimento dello spazzolino deve essere in senso verticale, andando dalla gengiva verso i denti; soprattutto per quelli anteriori.

3. Sulle superfici masticatorie è efficace un movimento orizzontale.

4. Utilizza il filo interdentale perché è un aiuto indispensabile per la pulizia degli spazi esistenti tra un dente e l’altro.

Le scelte naturali

I ramoscelli di neem (Azadirachta indica) o di Acacia arabica, rimedi tradizionali dell’ayurveda, possono sostituire, occasionalmente, lo spazzolino da denti.

Masticandoli, si forma una parte filamentosa (le fibre) che pulisce i denti e massaggia le gengive.

I bastoncini di liquirizia, già noti ed efficaci per la pulizia, tendono invece a ingiallire lo smalto dei denti. Sono utili soprattutto per le gengive infiammate, contro afte e lesioni della mucosa orale.

Fluoroprofilassi cosa dice la scienza medica

Il fluoro è stato ormai da molti decenni un elemento particolarmente efficace nella protezione dei denti dalla carie, perché rinforza lo smalto, soprattutto nel periodo di sviluppo del bambino quando si stanno formando i denti, e rallenta la riproduzione dei batteri cariogeni.

L’assunzione quotidiana di compresse di fluoro a dosi crescenti durante il periodo di mineralizzazione dei denti, che termina a 12 anni, determina la formazione di uno smalto maggiormente resistente agli acidi prodotti dai batteri.

L’uso locale del fluoro, contenuto nei dentifrici e nei collutori o applicato in gel dal dentista, risulta, invece, efficace a qualsiasi età.

 Per esperienza personale grazie anche ai miei studi e ricerche, ritengo che non è utile un’integrazione di fluoro, e che possa diventare facilmente cagionevole.

Il fluoro si trova già ampliamente nel cibo e nell’acqua e il range di apporto ottenuto dalle diete in media è di circa 0,9- 1,7 mg al giorno.

Se non erro è stato stabilito che le quantità sicure di fluoro per gli adulti è di 1,5 – 4,0 mg al giorno e per i bambini non andrebbero superati i 2,5 mg al giorno.

L’apporto individuale di fluoro è un po’ più complicato di quello che si vuole far credere. Se usi pentole ricoperte di teflon, per esempio, ne ingerisci un’integrazione involontaria perché il teflon contiene quantità alte di fluoro, che è prontamente rilasciato. Se invece usi pentole di alluminio, perdi fluoro perché esso lo “arraffa” dal cibo e dall’acqua di cottura.

La verità è che non esistono prove per lo stato di fluoro e nessuno sa la quantità ottimale. Il migliore indicatore che abbiamo sono proprio i denti che devono essere bianchi e sani.

Il fluoro è incorporato nello smalto dei denti per tutta la vita. Non credere ai professionisti della salute disinformati che ti dicono che, una volta formato, lo smalto dei denti non cambia. Tutto, nel nostro corpo cambia continuamente. Ecco perché quello che mangiamo è così importante per mantenere e crescere una buona corporatura e non solo …

Le scelte naturali

Anziché il fluoro che, se usato in eccesso, può provocare una perdita di calcio (anch’esso fondamentale per la salute di denti e ossa) può essere utile l’assunzione di capsule di equiseto (2-4 al giorno per almeno due mesi. Ripeti il ciclo più volte l’anno), un’erba ricca di silicio che, secondo numerosi studi, è utile per rafforzare ossa e denti, proteggendo questi ultimi dalla carie.

Applicazione di sostanze protettive

Per evitare la formazione della carie nei denti permanenti dei bambini è possibile applicare sostanze sigillanti contenenti fluoro nei solchi dei molari e premolari, per proteggere il dente dall’azione della placca cariogena e allo stesso tempo assicurare una presenza costante di fluoro.

Le scelte naturali

Non esistono sostanze naturali alternative ai sigillanti. Per i bambini, suggerisco Abies pectinata (macerato glicerico), 20 gocce al dì per 2 mesi.

Chewing Gum allo  Xilitolo

Se si mastica ogni tanto del chewing gum con xilitolo (è un dolcificante naturale estratto dalla corteccia di betulla che ha proprietà antibatteriche), è stato dimostrato che si riduce l’incidenza della carie, grazie anche all’azione meccanica di lavaggio dei denti legato alla maggior salivazione indotta dalla masticazione.


Le scelte naturali

Ti suggerisco le gomme da masticare a base di resine naturali, con propoli o altre erbe come echinacea, salvia e menta, tutte utili per la salute di bocca e denti.

Questo che hai letto è un piccolo estratto del Corso dedicato alla Cura dei denti “Naturopatica” che sarà pubblicato nei prossimi giorni, in cui troverai tutte le migliori tecniche naturali e i migliori rimedi verdi per ottenere e mantenere una dentatura Sana, Bella e Splendente! Saprai preparare con le tue mani Dentifrici, Colluttori e Sbiancanti Naturali. Utile anche e soprattutto per i giovani. Una guida da regalare a Figli e Nipoti, in modo che la possano tenere a portata di mano, nei propri telefonini, computer o in qualsiasi altro supporto elettronico …

A presto!